Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

   
888poker
New poker experience at 888poker

Join now to get $88 FREE (no deposit needed)

Join now

La Festa è Finita per le Skin del Poker

La Festa è Finita per le Skin del Poker 0001

PartyGaming, attualmente il sito leader del poker online, ha fatto recentemente alcuni passi per assicurarsi la supremazia sul poker nel mondo e potrebbe avere rovesciato un "Impero" nel processo.

Al termine della scorsa settimana, la PartyGaming ha comprato due degli operatori delle "skin" ed ha annunciato la separazione da una terza skin allo stesso tempo. Nel tentativo di consolidare i propri profitti e di rafforzare la sua immagine, la PartyGaming ha così recentemente cambiato la propria posizione nei riguardi delle skins. Originariamente, le skins erano un modo per i siti per raccogliere una maggiore fetta dei profitti prodotti dai giocatori online. Le skins deviavano i giocatori verso veri gestori di poker come Party Poker ed avevano una parte dei guadagni di questo per il servizio.

Ma i tempi sono cambiati e l'industria si è spostata, specialmente con la recente mossa della PartyGaming. Lo scorso mese, la PartyGaming autonomamente decise di minare alle fondamenta il business delle skins deviando da se, personalmente, I giocatori verso una nuava versione di Party Poker. Questo ha lasciato i giocatori delle skins senza la possibilità di cambiare sito o di giocare con una versione inferiore di Party Poker. Ultimamente, molti giocatori hanno sottoscritto direttamente con PartyGaming ed eliminato la commissione pagata alle skins.

Oltre a questo drammatico cambiamento nella politica delle skins, PartyGaming ha fatto passi ulteriori per assicurarsi più solidamente la propria posizione di leader nel poker online. La PartyGaming ha infatti annunciato l'acquisizione di due skins e la recessione dal rapporto con una terza. L'aggiunta delle due skins dovrebbe portare circa 300mila nuovi giocatori nella già colossale lista di Party Poker.

La prima mossa della PartyGaming è stata acquistare la skin MultiPoker per $14.5 millioni (US) in contanti. Il sito ricco principalmente di utenti scandinavi porterà da solo 200,000 giocatori. La PartyGaming ha poi perseverato nel suo tentativo di ridurre le spese per le skin acquisendo anche la Intertops Poker per $4 millioni, ma a differenza di quanto previsto dal contratto per la MultiPoker, i detentori di questo sito potranno continuare a reclutare giocatori per Party Poker come detentori di una commessa per affiliati.

Una terza skin ha deciso di passare la mano con la PartyGaming. La Coral Eurobet, la seconda più grande skin di Party Poker, ha deciso di portare I propri giocatori su una nuova piattaforma entro la prossima settimana. Secondo un recente articolo del Guardian, la Coral Eurobet ha semplicemente creduto che non ci fossero vantaggi nel lavorare all'interno della nuova struttura della PartyGaming ed ha firmato con la ONGAME.

In un'altra recente affermazione riguardo alla decisione della Coral Eurobet di separarsi dal gigante online, un portavoce della PartyGaming spha commentato che, "la Coral Eurobet sta seguendo una strategia a lungo termine per i propri business nel poker."

Secondo il recente articolo del Times of Malta , il direttore esecutivo della PartyGaming Richard Segal crede che I cambiamenti in corso lavoreranno in favore della compagnia. "Noi ora aspettiamo impazientemente il lancio della nuova paittaforma integrata della Party previsto per la prima metà del 2006, quando potremmo espandere il numero di giochi disponibili per i nostri clienti."

Queste tre mosse strategiche hanno ulteriormente eroso la posizione dell'unica altra skin della Party Poker, Empire Online, la quale ironicamente, è la sua skin più grande. La PartyGaming ha fatto un'offerta la scorsa settimana alla Empire, ma potrebbe offrire ancora meno ora che il prezzo delle azioni della Empire è caduto di oltre il 20% dalla prima offerta.

Secondo la Evolutions Securities di Robin Chhabra, le mosse della PartyGaming hanno mandato in tilt le contrattazioni tra le due compagnie a favore della PartyGaming. "La PartyGaming sta approfittando di questo per spremere ulteriormente il prezzo da pagare per la Empire. Stanno ora decidendo se semplicemente metterla alle strette e poi comprarla o semplicemente ucciderla."

Un portavoce della PartyGaming ha recentemente commentato che le analisi della Empire continuano e saranno approfondite. "Mettiamo I puntini su tutte le 'i' e mettendo il trattinoa tutte le 't' e andremo a fondo per vedere se ce qualche radice secca da tagliare qui."

La Empire Online, fondata dalla rete di marketing della superstar Norm Lanir, fu inserita nello stock della London junior AIM ad inizio Giugno. Sfortunatamente per la Empire, ad inizio settembre è etrata in gioco la Sportingbet con un capitale di 790 milioni di sterline.

Fu a questo punto che la nuova tattica della PartyGaming verso le skins ha avuto inizio dimostrando la vulnerabilità della base di giocatori della Empire. La Empire è attualmente valutata attorno ai 250 millioni di sterline, ma potrebbe soffrire ancora con le acquisizioni e rescissioni della PartyGaming con le altre skins.

SCOPRI DI PIÙ

Cosa ne pensi?