Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

   

Un altro olandese nel team di Pokernews

Un altro olandese nel team di Pokernews 0001

Ancora un trionfo di un olandese al termine di un freeroll organizzato da NoblePoker; il vincitore fa ora parte del gruppo PokerNews organizzato per partecipare ai prossimi WSOP.

Dopo Duc Quy Nguyen, 25 anni, si unisce al nostro team Pokernews un altro giocatore proveniente dai Paesi Bassi, Branko Dekkers, 27 anni. Dekkers raggiunge il nostro team dopo essersi aggiudicato il secondo torneo gratuito organizzato sul sito Noble Poker sabato 18 marzo 2006. Il primo torneo si era tenuto venerdì 24 marzo scorso su Titan poker. I prossimi tornei saranno organizzati il 26 ed il 31 marzo 2006 su CD poker e Titan poker.

Il Team PokerNews prenderà il volo per le World Series of Poker nel luglio 2006, direzione Las Vegas, Stati Uniti. PokerNews organizza delle qualificazioni gratuite che permettono ai vincitori di integrare il suo gruppo "Team Poker News". Il gruppo parteciperà al torneo principale delle World Series of Poker (WSOP) 2006, il cui avvio sarà il 28 luglio, al Casino Rio di Las Vegas. I mentori del gruppo sono giocatori professionisti di grande talento: Tony G attuale campione dell'Europa e due volte finalista del World Poker Tour, Noah Boeken (Open di Copenaghen - EPT), Patrik Antonius (Open di Baden - EPT) e Dennis Waterman, giornalista, ex giocatore di scacchi ed esperto di BackGammon.

Sentiamo, con un'intervista, di che pasta è fatto Branco Dekkers, il nuovo membro del team.

Buongiorno Branco, da dove cominciamo?

Mi chiamo Branco Dekkers, ho 27 anni e abito a Kudelstaart nei Paesi Bassi. Su Internet gioco su Noble Poker con lo pseudonimo di "Kalinho" e con quello di "KalinhoNL"su PokerStars. Nella vita di tutti i giorni, lavoro nella sede olandese di una società danese di servizi tecnici. Seguo, inoltre, per un giorno a settimana dei corsi all'università di Amsterdam per ottenere un Master nel settore del commercio. Come svago, pratico soprattutto il calcio e il poker. Mi piace il calcio in sé, ma non sono un fanatico, né un supporter incondizionato, anche se apprezzo molto Feyenoord.

Come hai conosciuto PokerNews e com'è nata la decisione di partecipare ai tornei di qualificazione?

Ho conosciuto PokerNews un po' di tempo fa', cercando costantemente informazioni sul poker mi sono imbattuto nel sito. Dopo un po' di tempo passato a leggere soltanto gli articoli del sito, mi sono iscritto nel forum per sapere ciò che si dice sul poker e per partecipare, ma bisogna dire che sono perlopiù un lettore passivo.

È la quarta volta che partecipo a un torneo gratuito PokerNews, ne ho vinto uno, ora mi fermo! Ma tutto sommato, il freeroll mi conviene, è un qualcosa che ti permette di misurare le tue forze con quelle degli altri giocatori nonostante le ore di inizio del torneo non sempre facili. Puoi anche crearti in questo modo un bankroll per giocare nelle sale, e ciò gratuitamente. Sabato scorso, ero con un amico ad Amsterdam per giocare insieme a un SIT & go, ed è allora che mi sono deciso a partecipare al freeroll. E adesso posso dire che andrò al WSOP , cosa che non avrei potuto fare da solo.

Sei il secondo Olandese che si aggiunge al gruppo PokerNews. Che ne dici?

Fantastico! Devo dire che è difficile credere che un secondo Olandese si sia aggiunto al gruppo Pokernews. Ma il poker diventa sempre più popolare nei Paesi Bassi e il livello dei numerosi giocatori è sempre più alto. Al tavolo finale del freeroll, c'erano tre Olandesi, cosa abbastanza rivelatrice mi sembra... I giocatori olandesi se la cavano bene online e nei tornei dal vivo, ma integrarmi al gruppo Pokernews, questo non l'avrei mai pensato all'inizio ... Sono tuttora un po' stupito di essere qualificato. Gioco da un tempo relativamente breve, e non mi aspettavo (anche se lo speravo naturalmente) di raggiungere un tale obiettivo oggi.

Come hai percepito il livello del freeroll su NoblePoker?

Era abbastanza un buon livello. All'inizio, ho fatto del sit-out, mi sono messo un po' nelle retrovie per evitare un'uscita diretta, anche se si trattava di un torneo short-handed, con relativamente pochi partecipanti. Successivamente, l'opposizione nel torneo diventa sempre più grande, ma con una mano forte e selettiva e una dose di aggressività, il livello è accessibile. Avevo una buona pila di fiches a disposizione poco dopo il primo break, cosa che mi ha permesso successivamente di partire alla caccia del piatto, e ciò mi ha certamente aiutato molto nel corso di questo freeroll.

Giochi già da tempo al poker online?

Gioco online già da un anno. Ho preso il virus del poker dopo avere visto le emissioni sull' European Poker Tour su Eurosport nel 2005. E' allora che mi sono messo alla ricerca di informazioni online sul poker e che ho scoperto il sito PokerNews.

L'evento principale al quale parteciperà il gruppo PokerNews al World Series of Poker non sarà online ma dalvivo. Qual' è la tua esperienza nel settore del poker off line?

La mia esperienza dal vivo è abbastanza limitata fino ad oggi. Ho giocato a volte a piccoli tornei live e a SIT & go, ma mai a un méga torneo come il torneo principale delle WSOP. Prossimamente, giocherò maggiormente a molti tornei dal vivo per prepararmi. In seguito, leggerò un po' di libri specifici sul poker da torneo.

A partire da quale risultato potrai ritenerti soddisfatto... un posto fra i top 100 del torneo delle WSOP?

Ma sono già molto contento di essermi qualificato! Arrivare nel top 100 significherebbe che la mia prestazione sarebbe di livello mondiale, ma nulla è impossibile. Mi preparerò al massimo i mesi prossimi per arrivare mentalmente e fisicamente sulla linea di partenza a Las Vegas. La mia ambizione è di finire nei top 600. Come prima partecipazione alle WSOP, mi sembra già un obiettivo ambizioso.

Ringraziamo Branco per la sua collaborazione e gli auguriamo il meglio per il seguito della sua avventura alle WSOP. Naturalmente seguiremo da vicino i risultati del team.

Cosa ne pensi?

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli