Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

La Party Gaming Calcola i Costi del Ritiro dal Mercato Americano

La Party Gaming Calcola i Costi del Ritiro dal Mercato Americano 0001

La Party Gaming plc, quotata alla borsa di Londra, con sede a Gibilterra e proprietaria di Party Poker, ha annunciato ieri i costi straordinari causati dal ritiro dal mercato dei giochi online negli U.S.A.. Questi ammontano già a $250´000´000. Questo è il risultato delle decisioni prese dalla Party Gaming plc a seguito della firma da parte del presidente Bush del "Safe Port Act" il quale contiene anche l' "Unlawful Internet Gambling Enforcement Act of 2006".

Anche se i risultati finanziari per il terzo quadrimestre, conclusosi al 30 settembre, continuano a mostrare una crescita, hanno ormai ben poco valore a causa degli eventi che hanno seguito la pubblicazione dei dati. Di conseguenza, il gruppo ha dovuto spendere molto per redigere un nuovo bilancio per rendere noto il valore del patrimonio a seguito del ritiro dal mercato americano. La società ritiene si possa parlare di un immediata perdita da $250 milioni ma, ovviamente, le perdite sui futuri incassi saranno molto più serie. Gli azionisti hanno immediatamente avviato la vendita delle azioni che ora sono in ribasso sino al valore minimo di 30p. Dal voto del consiglio, gli investitori hanno effettivamente ridotto di la valutazione della società di $4 miliardi, cifra che riflette la stima delle perdite reali sul lungo termine.

Non sorprende quindi che il gruppo si stia focalizzando ora sulla crescita degli affari al di fuori degli USA.

L'amministratore delegato della Party Gaming plc, Mitch Garber ha commentato:

"L'impatto della legislazione recentemente approvata negli Stati Uniti ha cambiato il volto del mercato in modo radicale. Il 13 ottobre 2006, a seguito dell'approvazione del Safe Port Act, il gruppo ha sospeso tutte le proprie operazioni in denaro reale verso i giocatori statunitensi, divenendo quindi una sovietà di online gambling assolutamente non americana. Anche se gli USA hanno storicamente rappresentato la principale fonte di incasso per il nostro, sono felice di poter comunicare che gli affari non-americani continuano a dare indicazioni di forte crescita anche nell'ultimo quadrimestre con incassi in aumento del 158% all'anno per un totale di $92.0 milioni, giocatori attivi per giorno in crescita del 141% sino a 4.1milioni ed il numero di giocatori unici attivi in crescita del 161% per 331´520.

Dati i cambiamenti nell'ambiente in cui si sviluppa il nostro business, il gruppo ha già provveduto ad avviare azioni per la riduzione dei costi. Ciò nonostante si prevede che la società soddisfi il l'EBITDA con un margine significativamente più basso di quello della prima metà del 2006, questo a causa dei cambiamenti e di alcuni costi fissi che in precedenza venivano riassorbiti dai maggiori incassi.

La PartyGaming è particolarmente dinamica ed ha dimostrato capacità di adattarsi alle nuove sfide ed ai nuovi ambienti. Nel nostro gruppo lavorano alcuni dei più grandi talenti dell'online gaming e noi siamo determinati a giocare duro: offrendo ai clienti online un marchio del quale possono fidarsi, le migliori tecnologie ed uno straordinario servizio di assistenza."

Il gruppo ha inoltre rilasciato un aggiornamento sugli sviluppi di "trading and business". Vi si afferma:

"Nei pochi giorni dal blocco dell'accesso ai siti con denaro reale per i cittadini statunitensi trascorsi dal 13 ottobre 2006 In the few days since US customers were prevented from accessing the real money sites on 13th October 2006, gli incassi lordi medi ottenuti dal business non americano sono stati del 2% inferiori alla media del primo quadrimestre. Comunque, dato che sono trascorse meno di due settimane dalla sospensione dei giocatori statunitensi, è troppo presto per poter commentare in modo preciso il possibile impatto sugli incassi a lungo termine.

La prima versione del client multi-lingue di Party Poker sarà lanciata entro la fine di ottobre 2006 e sarà seguita da un'altra versione con multi-valuta nei mesi successivi del 2007.

La Gamebookers, il gestore di scommesse sportive extra-americane acquisito il 3 agosto 2006, ha soddisfatto ampiamente le aspettative della direzione. Sostenuto dalle infrastrutture della Gamebookers, PartyBets è pronto per essere lanciato sulla piattaforma integrata del marchio Party-per la fine dell'anno."

Ndr:I giocatori italiani possono ricevere 50$ reali per giocare semplicemente scaricando Party Poker tramite PokerNews Italia.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli