Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Aussie Millions – Gus Hansen Reclama un Altro Grande Titolo!

Aussie Millions – Gus Hansen Reclama un Altro Grande Titolo! 0001

Il Great Dane, il danese Gus Hansen, ha vinto l'Aussie Millions Main Event a Melbourne, Australia. L'ampiamente acclamato professioni sta di poker è riuscito a superare la determinata resistenza del prodigio americano di internet Jimmy "Gobboboy" Fricke.

All'inizio della giornata conclusiva, i sette sopravvissuti partivano in queste condizioni:

Jimmy "Gobboboy" Fricke (USA) 5'175'000

Gus Hansen (Danimarca) 4'845'000

Andrew Black (Irlanda) 2'100'000

Kristy Gazes (USA) 1'050'000

Julius Colman (Australia) 785'000

Marc Karam (Canada) 535'000

Hans Martin Vogl (Germania) 455'000

Avrebbero giocato per i seguenti premi:

1° A$1'500'000

2° A$1'000'000

3° A$700'000

4° A$500'000

5° A$400'000

6° A$300'000

7° A$220'000

C'era molta eccitazione nell'aria anche perchè due terzi delle fiches totali erano quasi equamente spartite tra i due giocatori più aggressive di tutto il gruppo dell'Aussie Millions! Assisteremo ad uno scontro di titani tra Hansen e Fricke prima dell'heads-up? Con il grande professionista irlandese e l'unica donna ancora in gara, la Full Tilt lady, Kristy Gazes, ancora con un buon numero di chips, l'evento prometteva certamente bene.

Hansen Vince Contro la Signora

Una volta dato il via al gioco, è stato the Great Dane, Gus Hansen, a prendere l'iniziativa. Ha alleggerito Fricke di 240'000 con una grossa puntata al turn ed ha poi preso di mira il milione di Kristy Gazes vedendo un suo all-in con 9 9. Gazes ha voltato A Q non riuscendo a trovare l'aiuto della board. Kristy Gazes ha lasciato al 7° posto con un assegno da A$220'000.

Nel frattempo, Julius Colman stava facendo buoni progressi dopo aver raddoppiato sontro Jimmy Fricke con una puntata all-in. Colman con A Q ha trovato un Q al flop che ha superato il 10 10 di Fricke. Ha quindi accumulato un po' di altro utile denaro giocando contro Hansen che aveva puntato 1.5m all-in. Sfortunatamente tutto il lavoro è andato perso quando Colman ha visto una grossa puntata di Andrew Black con un Asso sul flop. Ha quindi fatto muck quando Black ha mostrato un A Q che gli hanno dato un piatto da A$1'700'000.

Fricke Mette nel Sacco the Great Dane

La chip lead è ritornata a Gobboboy quando ha visto alcune piccolo puntate di Hansen sino al river. Ogni piccola puntata pre-flop del danese veniva puntualmente vista da Fricke. Su un flop con 8 4 3, Hansen punta altri 140'000 che come sempre sono stati visti dall'avversario. Il turn con Q ha indotto Hansen a puntare 330'000 solo per vedersi chiamare nuovamente. Un Asso al river ha incoraggiato Hansen a spingere al centro 770'000 per prendersi il piatto. Fricke ha quindi ritenuto di essere in vantaggio con A J. Hansen ha mostrato 2 3. Il lento modo di vedere le puntate da parte di Fricke pre-flop deve aver indotto Hansen a credere che se Fricke avesse avuto qualcosa di buono in mano avrebbe rilanciato. Il qualificato di Pokerstars Fricke ha dimostrato di essere in grado di vincere piatti notevoli anche quando al flop era in svantaggio.

Hans Martin Vogl stava invece cominciando ad essere a corto di fiches ma si è ripreso di colpo raddoppiando su Hansen con J J. Questo è valso almeno una posizione in più in classifica per Vogl dato che subito dopo Marc Karam è uscito al 6° posto quando Hansen è stato più fortunato nel chiamare l'all-in dello short stack con A 9. Questi hanno tenuto contro il K J di Karam. Il premio da A$300'000 ha reso l'atterraggio dopo la caduta decisamente più morbida.

A questo punto, Andrew Black sedeva tranquillamente con circa 3'000'000 in chips mentre i leaders Hansen e Fricke gestivano oltre 5'000'000 ciascuno. Vogl e Colman erano invece in modalità risparmio con meno di un milione a testa.

Shorts Stacks; No Stacks

Molto rapidamente il torneo si è ridotto a tre mani quando entrambi gli short stacks hanno dovuto lasciare iltavolo. Hans Martin Vogl sarà un po' rammaricato per aver lasciato al 5° posto con un assegno da A$400'000 e non con la paga per il 4° da A$500'000. Julius Colman era all-in con A 3 contro Gus Hansen con K 10. Il flop con J 10 8 ma poi il 9 ed 7 hanno completato una scala sulla board per uno split pot.

Vogl ha quindi deciso di accumulare un po' di chips andando all-in con A 9. Quando Jimmy Fricke ha visto con K J, Vogl deve aver percepito il peggio sapendo come Fricke sappia attirare le carte giuste in questa situazione! La board con 9 8 5 Q ha solo prolungato l'agonia quando al river un J ha segnato il destino di Vogl.

Julius Colman ha seguito subito dopo in una mano con Andrew Black. Colman con A 6 era all-in ed è stato visto come ovvio da Black con coppia di Donne. Il flop conteneva due assi che avranno momentaneamente deliziato Colman, solo che la carta successive è stata un Q che ha dato il full a Black. Colman 4° con A$500'000.

Una Folla di Tre

Ora le cose si facevano davvero serie. I tre giocatori restanti. tutti con ancora chip stacks letali, si contendevano premi sostanzialmente diversi. Il prossimo ad uscire si sarebbe preso A$700,000 lasciando però il A$1'000'000 o il bottino grosso da A$1'500'000 ed il titolo di campione dell'Aussie Millions 2007.

Il conteggio vedeva Fricke avanti con 6.3m, Hansen e Black avevano oltre 4m a testa con Hansen in leggero vantaggio.

Fricke in Azione

Jimmy Fricke ha iniziato prendendo oltre un milione ad Hansen con un rilancio sun un flop ace high e accaparrandosi alcuni altri piccolo piatti non appena il gioco si è fatto più tight. Quindi ha provato a vedere una puntata di Andy Black da 300,000 con la board che mostrava A Q 4 A 10. Il 7 4 di Fricke era abbastanza da indurre Black al muck dicendo "Nice call".

Dopo la tirata di Fricke, il suo stack era stato rilanciato in avanti sino ad oltre 8m con Hansen a 4.5m a Black che dormiva con 2.3m. Questo ha portato Hansen e Black a rallentare e Fricke ha continuato ad accrescere il proprio vantaggio arrivando ad oltre 9m per la prima volta. Gli europei sentivano avvicinarsi i problemi veri.

Azione per gli small stacks

Black ci ha provato con una puntata da 250'000 che Hansen ha subio visto. Gobboboy al big blind scorgendo un'altra opportunità ha spinto sul piatto con 1.5m. Era abbastanza per mettere gli altri sulla difensiva ed infatti entrambi hanno passato.

Black ancora una volta ha riprovato a dare il colpo con un all-in con in mano A 3 ma questa volta ha trovato risposta da Hansen. Il danese, con in mano A 8 stava davanti ad Andy Black che però ha affermato che "Stu Ungar avrebbe sicuramente fatto lo stesso con una mano del genere!" Il flop con 4 2 ha alzato le possibilità di uno split pot. Il 10 al river ha infatti completato lo split pot. Black è sopravvissuto per giocare un'altra mano. Con solo 1.2m rimasti, Black perdeva quota rapidamente. Hansen aveva poco più relax con 2.8m mentre Fricke sedeva trionfante con quasi 11'000'000 in chips.

Black è poi giunto al fatidico rilancio all-in contro Fricke. In quanto big stack, Fricke si è sentito obbligato a vedere i 690'000 necessari con 6 5. Black è riuscito a resistere con K 10 per una quasi inutile iniezione di chips. Non abbastanza.

Heads Up – Grande Contro Piccolo

Andrew Black ha visto K Q ed ha deciso di agire; Fricke con A Q si è trovato d'accordo ci è voluto un bel po' ma ancora una volta Andrew Black è riuscito a perdere un titolo importante. A$700'000 possono comunque essere una ricompensa adeguata.

La battaglia heads-tanto attesa ad inizio giornata prendeva infine il via con il pronostico fortemente a favour dell'americano Fricke. Il danese doveva sperare nella benevolenza delle carte.

"The Great Dane" Dirige con la Bacchetta

"Gobboboy" è stato il primo a vincere un grosso piatto per rendere la vita ancora più difficile ad Hansen ma il pluri-vincitore del WPT ha preso decisamente in mano la situazione. Su un flop con Af Kp 7c, Fricke ha fatto check ed Hansen ha puntato 350'000 subito visti. Il turn è stato un 8f e Fricke ha nuovamente fatto check. Hansen ha deciso per l'all in che avrebbe potuto sancire il vincitore del torneo e Fricke si è preso un bel momento per pensare al proprio futuro. Quattro minuti più tardi ha deciso di vedere con Kc Qc per una seconda coppia con kicker decente. Hansen con Ap 2p aveva abbastanza per un top pair, kicker spazzatura, ed ha tenuto sino al river. Il piatto era valso 7.3m e la vera battaglia iniziava solo da qui!

Ora Hansen aveva deciso di provare con qualche all-in al flop. Fricke non era però preparato all'azzardo. La perdita di queste fiches pre-flop hanno fatto una grossa differenza. Hansenera improvvisamente l'orgoglioso detentore di 10.5m in chips contro Fricke con 4.5m..

"Gobboboy" Ama il River

Fricke era arrivato nel finale grazie ad alcune giocate super-aggressive nelle quali aveva beneficiate del favour del turn o del river proprio nei momenti cruciali. In una occasione aveva davvero ancora bisogno di questo aiuto quando, su una board con J 10 10, è andato all-in con K Q. Hansen ha ponderato per un'eternità prima di vedere con il suo A K sentendo che Fricke aveva mancato il flop e non aveva un pocket pair. La scala draw era l'unica speranza per Fricke che non poteva nemmeno sperare in un Q che avrebbe chiuso la scala di Hansen.

Il turn è stato un altro 10 ma il river? avete certamente indovinato, un 9. Improvvisamente Fricke era avanti ancora una volta. Adesso era il turno di Hansen per cercare il double up. In un flop con K J 6, entrambi i giocatori sono andati all-in, Fricke con un disperato gutshot draw con Q 9 ed Hansen più rilassato con K 10. Questa volta Fricke non ha trovato la carta ed Hansen ha ripreso il commando, 8.8m contro 6.2m.

Gus Gira la Vite

Con una board di K Q 2 9, Gus Hansen fa check, con in mano J 10, una scala già chiusa. Fricke non è caduto in trappola ed ha fatto check a sua volta. Un asso al river ha portato Hansen a puntare 1.1m e Fricke dopo averci pensato un po' ha visto e fatto mucking. Più chips per Hansen.

Alla fine dopo che altri 745 giocatori erano caduti lungo la via che portava alla vetta dell'Aussie Millions Main Event, The Great Dane, Gus Hansen, ha attaccato alla gola il 746° giocatore. La mano cruciale ha visto un flop con Qq 8q 6f al quale Fricke ha fatto check. Gus Hansen ha puntato 1'000'000, e Fricke ha fatto check-raise all in. Hansen ha visto immediatamente con due razzi in mano, A A! Fricke ha voltato 9f 7f chiedendo il miracolo. Il 2f al turn ha aperto un colore draw ma il 9p al river lo ha segnato. Jimmy Fricke ha finito secondo con A$1'000'000.

Gus Hansen vince A$1'500'000 ed è il Campione dell'Aussie Millions 2007!

Ndr: Unisciti al circuito mondiale del poker diventando Professionista di Poker per un Anno.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli