Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Farsi Accettare Come Giocatori di Poker: Parte 2

Farsi Accettare Come Giocatori di Poker: Parte 2 0001

A dispetto del fatto si essere parte del sindacato per la lotteria di stato, mia madre ha davvero una piccolo esperienza nel settore delle scommesse, quindi è solo naturale che voglia proteggere il proprio figlio dal pericolo di scommettere somme di denaro con progetti incerti legati a carte mescolate a caso. Anche ora occasionalmente subisco interrogatori in merito a questo, ma non solo mia madre ha accettato il poker come parte della mia vita, lo ha provato e gli è probabilmente grata. Ora, se io sono stato onesto è stato soprattutto per il lavoro di scrittura e con i media che il poker mi ha dato, a lei piace molto raccontare alle persone che io sono uno scrittore piuttosto che un giocatore di poker, ma c'è qualcos'altro che io ho fatto per farle cambiare opinione – ho giocato una partita con lei.

Ci siamo seduti una sera ed io mi sono iscritto ad un torneo su Full Tilt, che si è dimostrata la sala ideale in quanto lei è stata subito attratta dale piccole figure a catrone animato con cagnolini e scimmie. I cartoni animati hanno subito fatto sembrare il poker più un passatempo ludico e meno una porta per l'inferno. Il nostro tavolo ha preso il via ed io avevo note su due giocatori al tavolo, uno diceva che il gatto alla mia sinistra era molto aggressivo ma anche solido come giocatore con il quale mi sarei dovuto coinvolgere il meno possibile senza mani estremamente forti; l'altra che diceva che l'asino davanti a me era un maniaco degli assi. Ho spiegato come avrei variato la mia strategia e gamma di mani giocabili in base a chi si trovava sul piatto.

Entravo nel dettaglio di ogni mia decisione di gioco, in minimi dettagli. Le ho spiegato perché non avrei giocato KQ dalle prime posizioni ma non ho esitato a rilanciare con la stessa mano da posizione avanzata. le ho mostrato i vantaggi di essere al bottone e perché un solo asso non è una buona mano. Io cercavo accuratamente di individuare la mano realizzata dagli avversari facendo una buona impressione su di lei in tutto il processo di ragionamento. L'ho spaventata molto quando per un po' mi sono lasciato andare ad una serie di all in quando ero "in the money". Ciò nonostante ha funzionato ed io ho giocato una delle partite migliori. Abbiamo concluso al settimo posto incassando anche una somma decente. In nessun momento in tutta la partita ho mai fatto qualcosa che fosse paragonabile al gioco d'azzardo, avevo sempre una mano, la posizione o una buona lettura dell'avversario che mi davano in qualche modo un margine di vantaggio. Lei non era completamente convinta ma avevo cambiato la sua opinione, magari impressionandola un po' e ci eravamo divertiti parecchio.

Piuttosto che distrarre i vostri amati dal poker, portateli al tavolo o almeno offrite loro un assaggio di gioco. Mostrate loro cosa fate e perché lo fate:

Tornei

Se giocate ad entrambi, vi consiglio di mostrare loro un torneo piuttosto che un cash game. In realtà credo che nei cash game sia coinvolto un maggior grado di abilità ma il fatto che potete aggiungere denaro e che il denaro puntato sia reale potrebbe dare un'impressione negativa. Quando caricate un torneo e vi iscrivete pagando l'ingresso, dichiarate chiaramente che QUESTA E' LA SOLA SOMMA CHE POTREI PERDERE, non si può aggiungere denaro e non si possono perdere altri soldi. Questo potrebbe rendere più razionale la vostra spiegazione, se aveste pagato $50 per giocare in un torneo di scacchi nessuno avrebbe probabilmente battuto ciglio.

Potreste anche giocare un freeroll solo per enfatizzare quanto sia difficile andare in bancarotta se si gioca con prudenza.

Gestione del Bankroll

Una delle maggiori preoccupazioni di mia madre è sempre stata in merito a quanto potrei perdere. If Ogni volt ache accenno ad una vincita lei viene fuori con la frase 'si ma cosa ne è di tute le volte che hai perso?'. Io le spiego quindi che il mio bankroll è costituito di denaro che io non avrei altrimenti mai avuto e che quando perdo grosso non sono di certo i soldi dell'affitto o della spesa quelli che lascio ma sono solo quelli provenienti daq vincite precedenti. Le spiego inoltre il mio sistema che comporta il non giocare con più del 5% del mio bankroll in ogni sessione, e di come io scenda automaticamente di livello quando subisco una serie di perdite, portando le possibilità di andare in bancarotta a livello infinitesimale.

Mi piace inoltre mostrare alle persone alcuni dei miei record e risultati soprattutto economici facendo notare come una corretta gestione del denaro sia una componente fondamentale del gioco. Molti si annoiano a queste spiegazioni ma risulta chiaro a tutti che non si tratta di buttare indiscriminatamente denaro sul primo tavolo che capita.

Annoiarli

Mentre spiegate queste cose, mostrate loro tutto ciò che fate lontano dal tavolo per migliorare il vostro gioco. Sono membro di un sito istituzionale, ho montagne di libri sul poker, riviste e DVD, studio le mie hand histories ed utilizzo numerosi software come poker tracker. Un infinità di componenti entrano in gioco prima ancora che io abbia visto le mie carte personali e non credo di aver mai vinto grazie alla fortuna, fato le stesso.

Accendete la TV

C'è così tanto poker in tv in qesti giorni che se trovate il programma giusto rovescerete l'atteggiamento di molti. Qualsiasi programma su WPT o WSOP può attirare le persone grazie al suo glamour. Gus Hansen, Tony G e Daniel Negranu sono anche grandi intrattenitori e rendono il poker più facile da guardare, allo stesso modo ogni show con Barry Greenstein è un must per i propositi caritativi. Se si tratta di una donna che non è convinta della vostra attività, prendete un dvd nel quale è proprio una donna a dominare il gioco contro molti uomini, la stagione 1 degli High Stakes Poker offre spesso Jennifer Harman e Mimi Tram in prestazioni vincenti.

Inoltre il nuovo film di James Bond ha probabilmente contribuito alla nostra causa e con qualche altro film sul poker in programma quest'anno non ci dovremmo più preoccupare della sua accettazione entro pochi anni.

Uno dei problemi che hanno i giocatori di poker è che tengono coloro che non apprezzano il poker al di fuori della loro attività. Noi siamo stati tutti non credenti del poker prima di iniziare a giocarlo quindi perché dovrebbero essere diversi loro. Non sto dicendo che l'obbiettivo sia farli diventare giocatori di poker, solo lascete loro vedere il vostro mondo.

Nella parte conclusiva di questa serie, la prossima settimana, mi occuperò in modo più approfondito di come gestire coloro che vogliono lottare contro la presenza dele carte nella vostra vita.

Ndr: Scarica Full Tilt Poker adesso se vuoi sfidare i professionisti. Inoltre al primo deposito riceverai un bonus del 100% sino a 600$ nonché l'occasione di giocare in otto freerolls per le WSOP

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli