Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

EPT Varsavia Day 1A

EPT Varsavia Day 1A 0001

L'EPT di Varsavia si trova un po schiacciato tra la tappa di Dortmund ed il Gran Finale che avrà luogo tra meno di due settimane. Anche se messo in programma all'ultimo minuto e non trasmesso in televisione, l'evento polacco è riuscito a radunare 300 giocatori di poker. Il torneo si disputa nel bellissimo hotel Hyatt Regency nel centro di Varsavia. Due piano sotto alla hall si trova il davvero piccolo casinò che ospita la gara.

La settimana di varsavia è cominciata mercoledì con il party di benvenuto offerto nell'hotel. Qui si sono ritrovati tutti i giocatori che hanno potuto gustare l'ottimo cibo e bevande offerte con tanto di accompagnamento di pianoforte. Dopo alcune ore di vita sociale la maggior parte dei giocatori è andata ai propri letti o giù al casinò per allenarsi ai cash game.

Ogni giocatore ha il suo particolare modo di prepararsi per essere nella condizione migliore la giornata successiva. Il norvegese Sverre Sundbö, ad esempio, ha deciso di farsi una passeggiata nel bel centro di Varsavia. La passeggiata si è conclusa in compagnia della polizia. Dopo aver passeggiato per alcune ore nella serata primaverile ha deciso di tornare all'albergo. Ha provato a fermare qualche taxi ma nessuno si è fermato. Dopo averlo osservato gesticolare per una decina di minuti alcuni poliziotti si sono avvicinati è lo hanno arrestato per aver chiesto l'elemosina. Mendicare è infatti illegale in Polonia. Sverre a questa accusa se è solo messo a ridere svutando le tasche e mostrando loro gli oltre 10'000 slotti (circa 30'000 euro) che portava con se. La polizia ha deciso allora di trattenerlo per sospetto spaccio di droga. Sverre è dovuto andare in commissariato ammanettato e passare in cella qualche ora prima di poter essere rilasciato. Vi basti poi solo sapere che il giorno successivo non è sopravvissuto nemmeno al secondo livello di gioco. Non è stato proprio il suo torneo.

Passando alla gara, dopo la prima mezza giornata di gioco la maggior parte degli scandinavi sembrava avere uno stack più che dignitoso. Fatto strano, quasi tutti gli scandinavi i sono trovati, per un certo periodo, allo stesso tavolo. Al tavolo numero sei infatti sedevano, tra gli altri, Johnny Lodden, Mads Andersen, il vincitore dell'EPT Dortmund Andreas Hoivold, Ken Lennaárd e Ramzi Jelassi. Il piatto maggiore oggi è stato conteso tra Henning Granstad e Andreas Hoivold. Andreas ha rilanciato dal bottone e la sua puntata è stata vista da Henning al controbuio. Il flop ha dato 932 con due fiori. Henning ha fatto cuip ed Andreas ha puntato 2K. Henning check-raise a 7K. Andreas ci ha pensato solo un secondo ed ha rilanciato a sua volta a 19K. Henning istantaneamente all-in subito visto da Andreas. Andreas ha poi mostrato 89 non a colore, solo top pair. Henning aveva 22 per il tris. Si è visto un piatto da oltre 60K quando la media era circa 20K.

E' sempre un piacere vedere giocatori come Johnny Lodden, che non ha paura di nessuno e non esita a giocare forte. E' un giocatore che si fa temere quando ha le chips dato che non ci mette molto a spingerle sul tavolo. La giornata di venerdì presenterà comunque altri nomi interessanti quali quelli di Marcel Luske, Noah Boeken, i fratelli Boatman ed il vincitore dell'EPT Copenhagen Magnus Petersson.

Chipcount dopo il day 1A:

1 Henning Granstad - Norway 80 800

2 Patric Matensson - Sweden 79 000

3 Raymi Sanchez Thorn - Sweden 61 300

4 Thomas Mathiesen – Norway 60 600

5 Leszek Krawczyński – Polska 58 800

6 Thomas Osmun – USA 56 600

7 Ramzi Jelassi – Sweden 55 200

8 Mikael Westerlund – Sweden 54 200

9 Dariusz Paszkiewicz – Polska 53 300

10 Mark Petersen – Denmark 46 200

Ndr: fatti sponsorizzare in quattro tornei per tutto il 2008 grazie a Pacific Poker ed al concorso PokerProForAYear

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli