Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

EPT Varsavia - Finale

EPT Varsavia - Finale 0001

Il tavolo finale qui a Varsavia sembrava destinato a durare in Eterno. Dopo due ore di gioco, nessuno era ancora uscito e gli stack minori riuscivano sempre a gestire la situazione in qualche modo sopravvivendo ai propri all-in. La giornata è cominciata con John Conroy che ha triplicato poi ha raddoppiato e raggiunto la terza posizione. C'è stata una breve pausa. I giocatori si erano a mala pena seduti che già il danese Fredrik Hostrup veniva eliminato da Andrew O'Flaherty quando da UTG è andato all-in con K10 venendo visto da O'Flaherty con una coppia di 10.

Dopo l'eliminazione di Fredrik, lo svedese Patric Martensson è andato all-in con AK contro Farid Meraghni con AQ. Una donna al river ha eliminato Patric al 7° posto. Proprio la mano successiva, anche Andrew è stato buttato fuori da Farid con 22 contro JJ. Ancora la mano sucessiva Katja Thater del team di Poker Stars ha lasciato al 5° posto con 22 contro Peter Jepsen con A8.

COn quattro giocatori rimasti (Peter Jepsen, Farid Meraghni, John Conroy e Marius Torbergsen), la partita si è un po' calmata e si è dovuto attendere 90 minuti per vedere uscire Marius Torbergsen.

In tre. John Conroy trova AK – una grande mano quando si è in tre – ma sfortunatamente per lui, Peter Jepsen aveva AA – ed un altro giocatore doveva lasciare il tavolo. I due sopravvissuti Peter & Farid - avevano realmente bisogno di una pausa per la cena così il direttore del torneo ha ceduto alle loro richieste.

La prima ora dopo la cena ha lasciato un po a desiderare in quanto ad azione. Dopo 40 minuti si erano visti quattro flops e nemmeno un rilancio, ma appena i blinds sono saliti a 15k-30k l'azione ha ripreso ritmo.

I due erano praticamente pari in quanto a chips quando Peter ha rilanciato Farid dal bottone. Il flop da 974 con due carte a picche. Entrambi fanno cip. Il turn è un tre, ancora picche. Peter punta 80k, Farid rilancia grosso a 240k e Peter vede. Il river porta l'asso di picche. Farid punta 280k e, dopo un po' di riflessioni, Peter vede con in mano 76 – con il 6 che gli da il colore. Farid aveva A9. Peter arriva a 2.1 milioni in chips.

Farid poco dopo raddoppia con doppia coppia contro top pair ed erano nuovamente in parità. Quindi il rilancio di Peter dal bottone a 95K. Farid lo rilancia a 170k e Peter vede. Il flop da T52 inducendo entrambi a fare cip. Il turn è un altro cinque. Farid ora punta 100k e Peter rilancia a 300k. In un secondo, Farid va all-in – ma Peter istantaneamente vede. Misteriosamente, Farid aveva solo 23 con la coppia più bassa. Peter mostra 95 per il tris. L'enorme perdita lascia Farid a soli 170k.

Mano successiva, Farid all-in con A5 e Peter vede con 77. Terzo sette al flop e titolo dell'EPT Polish Open a Peter Jepsen che torna a casa con €325'633, il primo posto ed un bellissimo trofeo.

Risultati del tavolo finale dell'EPT Varsavia.

1: Peter Jepsen (Denmark) €325,633

2: Farid Meraghnis (France) €182,063

3: John Conroy (Ireland) €109,238

4: Marius Torbergsen (Norway) €78,027

5: Katja Thater (Germany) €64,502

6: Andrew O'Flaherty (UK) €50,978

7: Patric Martensson (Sweden) €40,574

8: Fredrik Hostrup (Denmark) €29,130

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli