Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

La Corte di Giustizia Europea si Batte Contro il Gioco d'Azzardo Monopolizzato dallo Stato

La Corte di Giustizia Europea si Batte Contro il Gioco d'Azzardo Monopolizzato dallo Stato 0001

La Corte di Giustizia Europea, il braccio legale dell'Unione Europea ha preso oggi la decisione di supportare i diritti dei siti online di poker e scommesse permettendo loro di offrire i propri prodotti e servizi in tutte le nazioni parte dell'unione europea. La decisione va contro le recenti mosse di alcuni stati membri che hanno adottato provvedimenti protezionistici contro alcune forme di gioco d'azzardo online e stabilirà probabilmente un importante precedente in favour del poker online per le future dispute legali.

Il caso in questione era la battaglia tra l'Italia e la compagnia di Liverpool Stanley Leisure Plc, che aveva aperto e gestito punti scommessa in Italia. I tre gestori di questi punti, Massimiliano Placanica, Christian Palazzese ed Angelo Sorrichio Placanica, erano stati incriminati per non essere in possesso di una licenza italiana. Accusa alla quale hanno risposto fornendo la loro, assolutamente valida, licenza fornita dal Regno Unito per la gestione del gioco d'azzardo. Licenza che garantiva loro il diritto di fornire i loro servizi anche in Italia sulla base della 'libera fornitura di merci e servizi' in tutti i paesi membri dell'Unione, clausola sottoscritta da tutte le nazioni che sono entrate nell'Unione Europea.

La decisione dell'Unione Europea ha confermato la posizione dei gestori dei punti scommessa, con una affermazione chiave sottoscritta dagli undici giudici della commissione che riportiamo di seguito: Le sanzioni penali italiane per aver raccolto scommesse per mezzo di intermediari che agivano nell'interesse di società estere sono contrarie [alle leggi dell'Unione].'

La decisione ha inoltre relazione con alcune nazioni dell'unione quali Francia e Germania, che hanno attaccato il gioco online e le società collegate in modo analogo a quanto fatto in Italia. Una di queste società, l'austriaca Bwin, ha affermato che questa decisione può essere considerata "una pietra miliare verso l'apertura dell'Europa al gioco d'azzardo."

Mentre gli uffici stampa dei vari gestori dei monopoli di stato hanno immediatamente emesso messaggi contorti per minimizzare la cosa, le azioni della maggior parte delle società britanniche nel settore dell'online gambling sono subito salite dopo l'annuncio. L'Italia è una delle circa dieci nazioni dell'Unione attualmente sotto inchiesta per aver infranto gli accordi sui commerci in merito alle società di gioco con regolare licenza.

Ndr: scarica Titan Poker e riceverai $50 in regalo al tuo primo deposito!

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli