Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Il World Poker Tour si Trasferisce alla GSN per la Stagione Sei

Il World Poker Tour si Trasferisce alla GSN per la Stagione Sei 0001

Quando la società del World Poker Tour ha inizialmente fatto squadra con Travel Channel nel 2003 per mandare in onda la prima stagione del WPT è diventata una delle principali promotrici della crescita vertiginosa del poker. Ieri però la WPTE ha annunciato ufficialemente la conclusione formale dell'allenaza con Travel Channel. Un comunicato della SEC – Commissione di controllo sulla borsa valori e sui titoli – datato 5 aprile 2007, la WPTE ha annunciato che Travel Channel non ha esercitato la propria opzione per la stagione sei. Gli spettatori non saranno però privati dello spettacolo della prossima stagione visto che la WPTE ha anche annunciate il raggiungimento di un accordo con la GSN per la stagione 6 ma con l'opzione per due ulteriori stagioni.

Durante gli anni del boom del poker, Travel Channel era pronta ad esercitare la propria opzione per il WPT anche prima della scadenza. Già dall'inizio dell'anno molti stavano però speculando sul possibile passaggio dato che la data di scadenza per il rinnovo del contratto era stata spostata dal 10 marzo 2007 al primo aprile 2007. A complicare ulteriormente i programmi di quest'anno è intervenuta l'acquisizione di Travel Channel dap arte della Cox Communications, annunciate il 29 marzo 2007. Con la stagione sei in rapido avvicinamento ed un mercato televisivo del poker più saturo, la possibilità del WPT di trovare un nuovo accordo è stata più volte messa in dubbio. Ieri mattina è comunque arrivata la risposta ai dubbi e stando al comunicato della SEC, la GSN ha accettato di pagare $300'000 a per episodio per i prossimi 23 episodi della stagione che sta per prendere il via. Come parte dell'accordo la GSN si è anche impegnata ad investire $3'000'000 in costi per il marketing per ogni stagione.

Mentre il costo per episodio è leggermente inferiore a quello degli anni passati è stato comunque dimostrato che il marchio WPT è ancora tra i più ambiti del mercato perchè in grado di garantire i maggiori incassi con le pubblicità legate al poker. L'accordo inoltre, sempre stando al comunicato della SEC, prevede la possibilità di entrate extra per la WPTE. Se la GSN dovesse esercitare la propria opzione dopo la stagione sei, pagheranno un extra del 5% a episodio per ogni stagione futura. La WPTE ha inoltre la possibilità di aumentare il costo ad episodio grazie ad una clausola si dovessero superare i valori pattuiti per la prossima stagione.

Sembra ovviamente un accordo adatto ad entrambe le società; qualcosa che diventa ancora più ovvio ascoltando le parole di Steve Lipscomb, amministratore delegato della WPTE e di Rich Cronin, presidente e amministratore delegato della GSN che parlano entusiasticamente dell'accordo. Da questo si capisce che si tratta medo di un accordo tra network e più di un a partnership basata su una visione comune e sulla condivisione di una stessa filosofia.

Lipscomb ha descritto la loro relazione come un "accordo che cambierà il settore," ed ha affermato che assieme, GSN e WPTE sono impegnate nella promozione e nella crescita della nostra comunità.

Ndr: qualificati subito per i maggiori eventi live al mondo per mezzo dei numerosi tornei satellite attivi in ogni momento su Poker Stars!

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli