Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

WSOPE Main Event: Gus Hanse in Testa dopo il Day 2a

WSOPE Main Event: Gus Hanse in Testa dopo il Day 2a 0001

Si sono ripresentati ieri i 111 giocatori qualificatisi nel corso del Day 1a per provare ad avanzare alla fase di gara successiva che prevede un gruppo unico (con coloro che resisteranno al Day 2b) destinato a giocare sino alla fine all'Empire. Il day 3 si giocherá venerdí sino a definire i 36 giocatori che si ripresenteranno sabato.

Dato l'elevato costo di accesso, lo abbiamo piú volte sottolineato, sin dall'inizio si é trattato di un torneo quasi esclusivo per le stelle del poker. Il risultato é che sin dalle prime battute di gara di questa seconda giornata di gara gli spettatori hanno potuto godere della vista di quelli che i nostri inviati hanno ribattezzato "tavoli della morte". Eccone qualche esempio: Table 6: Erik Seidel, Jeffrey Lisandro, Dave Colclough; Table 8: Vicky Coren, Hoyt Corkins, Erick Lindgren; Table 9: David "Devilfish" Ulliott, Sorel Mizzi, Beth Shak; Table 12: Bruno Fitoussi, Gary Jones, Thomas Wahlroos; Table 13: Annette "Annette_15" Obrestad, Brian "sbrugby" Townsend.

Proprio nel corso della giornata di ieri la Betfair.com, sponsor ufficiale delle WSOPE, ha annunciato di voler integrare il motepremi con £56,000 portando il totale a £3,676,990 e di conseguenza offrendo un primo premio tondo tondo da £1,000,000 – uno stimolo in piú per i giocatori.

Tra le prime vittime eccellenti Sorel Mizzi Eliminato andato all in pre-flop con {Ad }{9d } scontrandosi contro Neelesh Chudasama con {a-Clubs}{j-Clubs}. Board {7-Spades}{4-Hearts}{3-Clubs}{7-Diamonds}{6-Clubs} e Mizzi è out.

Bella mano un po' piú tardi tra Gus Hansen e Jennifer Harman: Flop {2-Spades}{q-Hearts}{2-Diamonds} e Gus Hansen scommette 1750 venendo chiamato da Josh Gould mentre Jennifer Harman rilancia 14,000. Gus ci pensa a lungo prima di decidere di andare all in. Gould folda e la Harman mette i suoi ultimi 7-8,000 nel pot. Hansen gira {a-Clubs}{q-Spades} mentre la Harman ha {a-Spades}{k-Diamonds}. Al turn Turn {2-Clubs} e river {2-Hearts} che da uno split pot.

Il ritmo delle eliminazioni non sembra inizialmente molto elevato soprattutto tra i grandi, ma improvvisamente si assiste ad uno scontro tra titani quando Hellmuth elimina Chris "Jesus" Ferguson andato all in con A-Q. Phil gira A-10 spillando un 10 al river che lo porta a 90,000.

Bravo ma sfortunato il nostro Marco Traniello che gioca bene ma finisce nel peggiore di quei tavoli della morte di cui si diceva: 18 braccialetti WSOP attorno a lui! Seat 1: Jan Sorenson (2 bracciali);

Seat 2: Humberto Brenes (2 bracciali); Seat 3: Phil Hellmuth (11 bracciali) Seat 7: Farzad Bonyadi (3 bracciali) e al Seat 8: Marco Traniello (ancora a 0 bracciali).

Sherkhan Farnood é la successiva vittima eccellente. Andato all in con {q-Diamonds}{q-Spades} chiamato da Joe Serock con {a-Hearts}{q-Hearts}. Flop {8-Diamonds}{a-Diamonds}{7-Clubs}; Turn {5-Hearts} e River {7-Diamonds}. Farnood è out.

Brutto colpo per Hellmuth: doppio colpo, al suo stack e al suo ego. Flop {j-Diamonds}{7-Diamonds}{2-Clubs}. Mark McCluskey va all in per 22,000. Hellmuth copre e gira {7-Spades}{7-Hearts} mentre McClusky ha {j-Hearts}{j-Spades}. Turn {2-Hearts} e river {a-Diamonds}. McClusky raddoppia e mentre il dealer gli passa il pot pot, Hellmuth si alza ed erutta. "Bella m---a di shuffle in questo posto!" ha gridato. "E' fot----nte incredibile. Ho subito due bad beat nelle ultime dieci mani." Hellmuth con questa mano è scivolato a 5,000.

Gus, rimasto tranquillo per tutta la giornata, improvvisa una doppia eliminazione in un enorme piatto con Josh Gould e Nuno Geraldes. Hansen {6-Clubs}{6-Spades}; Geraldes {a-Spades}{q-Hearts} e Gould {a-Clubs}{8-Spades}. flop {4-Spades}{4-Hearts}{5-Clubs} turn {7-Spades} e river {5-Diamonds} che da a Gus il piatto facendolo salire a 80,000.

Tra gli ultimi eliminati di giornata si elencano Humberto Brenes, Greg Raymer (eliminato da Gus), Bruno Fitoussi e Ram Vaswani anche lui eliminato da Gus. Proprio in questa mano Gus ottine la chip lead con 300'000 chips.

Chip Counts alla fine del Day 2a

Gus Hansen 349400

Janne Lamsa 253800

Pat Scanlan 240000

Annette Obrestad 214400

Annie Duke 191700

Johannes Korsav 148400

Huseyin Yimaz 143500

Jan Sorensen 118500

Terry Cook 117700

Firlisov Sergey 115500

Paul Ephremsen 113700

Erick Lindgren 108800

Dave Colclough 105800

Farzad Bonyadi 102300

Will Durkee 92600

Joe Le 85100

Stephen van Zadelhoff 72800

Tom Dwan 70600

Azzy Ashgar 69200

Hoyt Corkins 61200

Philip Hilm 60200

John Ridge 57000

Robert Stain 50700

Matthew Gilbert 50600

Sergey Rybachenko 48000

Marco Traniello 45700

Krzysztef Gluszko 44200

Jennifer Harman 42200

Victoria Cohen 39500

Matt Kay 38200

Peter Murphy 37500

Neal Pearson 32800

Jeffrey Lisandro 31100

Rehme Pedersen 26000

Gary Jones 21700

Matthew Hankins 21200

Mark McCluskey 16900

Simon Wing 12700

Phil Hellmuth 10500

Jani Sointula 5600

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli