Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

WSOPE, Evento 3 - £10,000 NLHE, Annette Obrestad nella Storia

WSOPE, Evento 3 - £10,000 NLHE, Annette Obrestad nella Storia 0001

La norvegese Annette 'Annette_15' Obrestad é divenuta sia la piú giovane persona a vincere un bracciale delle World Series sia la prima donna nella storia a vincere il titolo in un Main Event delle WSOP imponendosi su 362 giocatori nella prima edizione delle World Series of Poker Europa – per il Main Event da £10'000. Vincendo il bracciale delle WSOP Europe, la Obrestad non solo ha vinto l'evento WSOP con il piú costoso Main Event della storia ma ha vinto contro un gruppo di avversari piú grande di tutti quelli pre-1999. La diciannovenne norvegese ha davvero guadagnato il titolo di campionessa del mondo imponendosi in un durissimo tavolo finale durato anche piú del tavolo finale delle WSOP 2007 di Las Vegas.

La Obrestad aveva iniziato la giornata a metá classifica, con questa situazione al tavolo finale:

Seat 1: Johannes Korsar - 1,134,000

Seat 2: Oyvind Riisem - 664,000

Seat 3: John Tabatabai - 982,000

Seat 4: Annette Obrestad - 697,000

Seat 5: Dominic Kay - 490,000

Seat 6: Matthew McCullough - 1,278,000

Seat 7: Theo Jorgensen - 605,000

Seat 8: Magnus Persson - 1,231,000

Seat 9: James Keys - 172,000

James Keys partiva short stack ed ha subito messo tutte le proprie chips al centro del tavolo quando, alla terza mano di giornata, sedendo come small blind ha ricevuto {q-Hearts}{10-Spades}. Magnus Persson ha optato per il call con {a-Clubs}{9-Clubs} e quando sul tavolo sono apparsi {a-Diamonds}{7-Clubs}{3-Hearts}{10-Clubs}{3-Diamonds} Keys é stato eliminato. Il ventunene inglese si é portato a casa £61,540 per il suo nono posto.

Theo Jorgensen era al tavolo finale l'uomo con piú esperienza potendo vantare un tavolo finale ale WSOP ($5,000 Stud nel 2007) e anche un tavolo finale dell'EPT (Copenhagen). Anche giocatore piú vecchio al tavolo con i sui 35 anni, Jorgensen é stato eliminato ottavo dopo essere stato ridotto male da John Tabatabai. Alla mano #38, Jorgensen é andato all in rilanciando ulteriormente un rilancio di Tabatabai con coppia di dieci in mano e Tabatabai ha subito visto con una coppia di K. Nessun aiuto per Jorgensen che dopo la mano resta estremamente short stack. Il resto delle sue chips sono fiite nel mezzo tre mani piú tardi contro la Obrestad che lo ha eliminato ottavo (£85,070).

Dopo aver cominciato la giornata al secondo posto, Magnus Persson ha visto il proprio stack disintegrarsi lentamente durante i primi livelli. Si trovava giá short alla mano #59 andando all in pre-flop con {k-Spades}{10-Hearts} trovandosi contro Tabatabai che ancora una volta giocava con pocket kings. Alla fine della mano sul tavolo erano stati girati {a-Hearts}{7-Spades}{5-Diamonds}{4-Spades}{3-Hearts} e Persson si é preso £114,030 per il settimo posto.

Ci sono voluti solo pochi minuti perché Dominic Kay prendesse la stessa strada di Persson dopo essersi scontrato con Matthew McCullough alla mano #67. Kay era all in dal big blind con {6-Hearts}{6-Diamonds} e McCullough ha chiamato con {8-Hearts}{8-Spades}. il flop con {8-Clubs}{9-Spades}{5-Diamonds} ha dato a McCullough il tris e nesun aiuto ha salvato Kay che ha ottenuto £154,040 per il sesto posto.

Il ritmo é calat dopo l'eliminazione di Kay con quasi due giri di tavolo prima dell'eliminazione successiva. Ovyind Riisem ha rilanciato preflop e sia Tabatabai sia McCullough hanno fatto call, Johannes Korsar é andato all in rilanciando ulteriormente. Tabatabai ha coprto la puntata ed i due hanno mostrato:

Tabatabai – {6-Spades}{6d

Korsar – {k-Diamonds}{j-Spades}

Il flop ha regalato il tris a Tabatabai e Korsar é stato eliminato quinto (£191,860).

Riisem é stato il succesivo a cadere quando ha deciso di chiamare l'all in di McCullough con una coppia di nove. McCullough ha mostrato {a-Hearts}{a-Spades} e Riisem non ha ottenuto aiuto dal mazzo. Il ventiduenne norvegese si é guadagnato £257,020 per il suo quarto posto.

Quando i giocatori sono rientrati dalla cena, il gioco era a tre mani e cosí é restato sino a che McCullough ha deciso di andare all in dietro a Tabatabai. Su un flop con {j-Clubs}{6-Hearts}{3-Clubs}, McCullough e Tabatabai si sono dati battaglia con rilanci su rilanci che hanno portato McCullough all con {j-Clubs}{8-Clubs} contro Tabatabai con {a-Clubs}{6-Spades}. Un asso al turn ha deciso il destino di McCullough che ha cosí concluso terzo con £381,910.

Dopo un duro testa a testa che é durato quasi quanto il resto del tavolo finale, la Obrestad ha messo tutte le proprie chips nel mezzo con Tabatabai ancora in corsa. Flop {7-Clubs}{6-Clubs}{5-Hearts} che induce la Obrestad a puntare e Tabatabai a rilanciare. Obrestad quindi all in con {7-Hearts}{7-Spades} e Tabatabai ha deciso di vedere con {5-Spades}{6-Diamonds}. Il tris della Obrestad é bastato per garantirle il titolo di campionessa del primo Main Event delle WSOP Europe.

Ecco la classifica finale e il denaro vinto:

1. Annette Obrestad - £1,000,000

2. John Tabatabai - £570,150

3. Matthew McCullough - £381,910

4. Oyvind Riisem - £257,020

5. Johannes Korsar - £191,860

6. Dominic Kay - £152,040

7. Magnus Persson - £114,030

8. Theo Jorgensen - £85,070

9. James Keys - £61,540

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli