Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

PokerStars.net EPT Varsavia Day 3: Michael Schulze al Comando per il Tavolo Finale

PokerStars.net EPT Varsavia Day 3: Michael Schulze al Comando per il Tavolo Finale 0001

Sono passati meno di 20 minuti di gara per assistere alla prima eliminazione del Day 3 del PokerStars.net European Poker Tour Polish Open, e questo ritmo si è mantenuto per tutta la giornata qui all'Hyatt Regency di Varsavia. Ci sono volute nel complesso meno di tre ore perché dai 26 giocatori ancora in gara emergessero i 9 finalisti. Raul Paez Corral è stato il primo ad essere eliminato quando ha spinto tutto il proprio denaro sul piatto con {5-Hearts}{5-Spades} contro Kenny Hicks Jr., che ha chiamato con {a-Hearts}{3-Hearts}. Il flop con {7-Diamonds}{k-Diamonds}{10-Diamonds} non ha dato problemi a Corral, ma l'{a-Diamonds} del turn ha sancito per lui la fine del torneo al 26° posto ($12,268).

Andreas Hagen è stato il successivo giocatore ad essere eliminato quando il suo {a-Clubs}{q-Clubs} si è imbattuto nel {a-Spades}{k-Hearts} di Michael Schulze. Andy Black Era partito forte del Day 2, ma ieri è stato presto eliminato al 24° posto con un {q-Diamonds}{j-Clubs} non in grado di recuperare su Craig Hopkins che giocava con {a-Diamonds}{5-Clubs}. Hopkins ha chiuso il tris di assi al turn ed a Black sono andati $18'942 di premio. Dan Pedersen, Henrik Gwinner, Piergiorgio D'Ancona e Kenneth Hicks Jr. sono caduti in rapida successione. E' stato poi il turno di Janusz Petlic, fino a quell momento ultimo polacco ancora in gara.

Ricardo Sousa ha iniziato la sua scalata alla vetta a spese di Craig Hopkins. Sousa ha vinto un grosso coin flip contro Hopkins quando i suoi pocket hanno retto alla distribuzione della board eliminando Hopkins al 18° posto ($18,942) immediatamente dopo alla rassegnazione dei posti agli ultimi due tavoli. Michael Schulze ha provato a risalire la classifica passando per l'eliminazione di Christoffer Sonesson al 17° posto ($18,942).

Seppo Parkkinen è divenuto la successiva vittima di Sousa quando ha deciso di andare all-in preflop. Sousa e Christian Öman hanno entrambi deciso per il call, ma Öman si è presto fatto da parte alla prima puntata di Sousa quando il flop dava {q-Clubs}{3-Spades}{8-Diamonds}. La coppia di nove servita a Sousa era ancora in vantaggio su Parkkinen che giocava con {a-Diamonds}{6-Clubs} e turn e river non hanno cambiato la situazione. Sousa è quindi divenuto il chipleader quando ha chiuso un set di quattro al flop grazie ad una board che dava {4-Diamonds}{q-Spades}{8-Spades}.

Claus Nielsen è stato il final-table bubble boy, eliminato al decimo posto ($53,657) per mano di Schulze. Juan Maceiras ha rilanciato preflop venendo chiamato da Schulze. Nielsen ha quindi deciso di rilanciare all in inducendo Maceiras al fold. Schulze ha chimato con {j-Hearts}{j-Diamonds} e Nielsen ha scoperto sul tavolo {a-Hearts}{k-Hearts}. Il flop ha messo fine ad ogni speranza di colore per Nielsen: {q-Diamonds}{9-Diamonds}{4-Diamonds}. Il {j-Spades} del river ha solo contribuito a definire l'eliminazione. Schulze ha concluso la giornat al secondo posto dietro Sousa, ed i due assieme hanno oltre metà delle chips in gioco. Il chip count del tavolo finale e l'assegnazione dei posti sono questi:

Seat 1: Trond Erik Eidsvig - 220,000

Seat 2: Christian Öman - 110,000

Seat 3: Mehdi Ouakhir - 360,000

Seat 4: Niclas Svensson - 174,000

Seat 5: Daniel Woolson - 164,000

Seat 6: Juan Maceiras - 437,000

Seat 7: Michael Schulze - 1,162,000

Seat 8: Ricardo Sousa - 756,000

Seat 9: Mathias Viberg - 229,000

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli