Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Grecia e Olanda Attirano le Ire dell'UE per le Restrizioni Imposte all'Internet Gambling

Grecia e Olanda Attirano le Ire dell'UE per le Restrizioni Imposte all'Internet Gambling 0001

Altri due stati membro dell'Unione Europea hanno attirato indesiderata attenzione su se stessi per le restrizioni imposte al mercato del gioco d'azzardo online, pratica contraria al trattato sul commercio che costituisce la base dell'unione stessa. Giovedì scorso, l'UE ha inviato "un'opinione ragionata " diretta a Grecia e Olanda, affermando ancora una volta che le due nazioni devono diminuire la pressione contro gli operatori stranieri che offrono servizi di gioco ai loro cittadini.

Le "opinioni" sono il secondo passo nel procedimento contro le due nazioni, procedimento avviato nell'Aprile 2006 nei confronti dell'Olanda e nel giugno del 2007 per la Grecia. Come per le altre opinioni ragionate emesse in passato, è stato offerto un periodo di due mesi durante il quale le due nazioni dovranno rispondere in modo soddisfacente alla missiva oppure modificare le proprie pratiche in merito a questo settore del mercato.

Per quanto riguarda l'Olanda, si tratta solo di problemi legati all'offerta e promozione dei servizi di scommesse sportive, ed è collegata al progetto per l'Holland Casinò - online poker room gestita direttamente dallo stato. Progetto ora fallito a causa del voto contrario in senato. le preoccupazioni nei confronti della Grecia si riferiscono alle restrizioni imposte ai cittadini greci che non possono usufruire dei servizi di gioco esteri ma sono indirizzati esclusivamente verso i gestori statali.

L'European Gaming & Betting Association (EGBA), un gruppo che rappresenta gli interessi di otto dei maggiori siti di gioco europei, ha subito applaudito alla notizia. Il segretario generale della EGBA, Sigrid Ligné, ha rilasciato una dichiarazione alla stampa nella quale afferma "le opinioni ragionate inviano un chiaro segnale che le leggi monopolistiche sul gioco d'azzardo, che non sono al servizio del cittadino e non contribuiscono alla sicurezza dei consumatori, non hanno futuro."

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli