Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Il World Poker Tour Risolve La Causa Dei Giocatori Sulla Liberatoria

Il World Poker Tour Risolve La Causa Dei Giocatori Sulla Liberatoria 0001

WPT Enterprises, Inc., operatore del World Poker Tour, ha annunciato oggi la risoluzione della causa fatta contro di loro da parte di diversi importanti giocatori di poker. La causa, che si focalizza sulla liberatoria dei giocatori usata dal WPT, è stata originariamente presentata da sette giocatori che la avevano annunciata alla conferenza stampa al Rio di Las Vegas durante le WSOP 2006. La risoluzione della causa comporta la modificazione della liberatoria dei giocatori del WPT, senza implicare danneggiamenti economici.

Cinque di questi sette giocatori — Chris Ferguson, Andrew Bloch, Annie Duke, Phil Gordon, e Howard Lederer – hanno aderito alla risoluzione finale della causa; altri due, Greg Raymer e Joe Hachem, inizialmente propendevano per la causa ma hanno poi ritirato il proprio coinvogimento prima della risoluzione.

Nella loro causa originale, i giocatori affermavano che i termini della liberatoria dei giocatori del WPTE li avrebbero forzati a violare gli altri accordi pubblicitari insieme ai diritti d'immagine che i giocatori e i loro sponsor avevano precedentemente concordato e, come risultato, i giocatori sono stati costretti a non partecipare agli eventi WPT. L'azione è stata espressa in termini di antitrust, asserendo che il WPTE e i propri caisnò parner hanno illegalmente cospirato per eliminare la competizione violando i diritti di proprietà intellettuale di questi giocatori. Il WPTE ha rigorosamente negato che la loro liberatoria standard dei giocatori fosse in alcun modo "in violazione dell'antitrust o di altre leggi". La liberatoria dei giocatori modificata, nonstante non venga descritta dal WPTE, parla probabilmente di interessi connessi..

Come la liberatoria WPTE sull'accordo ha messo in evidenza, "WPTE continua a negare ogni responsabilità o errore, ma vuole risolvere le sue divergenze con i giocatori in modo in modo che il tour possa concentrarsi nella sua continua crescita piuttosto che nei litigi." Steve Lipscomb, fondatore e direttore responsabile del WPTE ha detto, "Siamo contenti di esserci messi la questione alle spalle, e non vediamo l'ora di lavorare con tutti i giocatori per far crescere lo sport del poker."

Chris Ferguson, uno dei cinque giocatori, ha detto, "Siamo contenti di aver raggiunto un accordo che è equo per tutti i giocatori, e di aver contribuito ad una nuova liberatoria che ripulisce le ambiguità sul come le immagini dei giocatori potrebbero essere usate. Siamo particolarmente felici in quanto questa nuova liberatoria sarà valida per tutti i giocatori di poker che desidereranno partecipare ad eventi e tornei WPT. WPTE ha dato vita ad alcuni dei migliori eventi di poker al mondo, e siamo entusiasti di poterci partecipare di nuovo."

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli