Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Giocatori di poker online creano un reality show in tv

Giocatori di poker online creano un reality show in tv 0001

Si ha notizia dall'Inghilterra che un gruppo di rinomati e giovani professionisti del poker, stia lavorando ad un reality show televisivo in cui si seguirà il loro stile di vita e si mostrerà al mondo la loro giovane età, la prematura ricchezza e la loro bravura a guadagnare giocando.

Lo show chiamato in modo creativo " House of Cards" La Casa delle Carte – farà la cronaca delle vite di quattro intraprendenti giocatori di poker che amano il rischio: Krantz, Flawless_Victory, Whitelime e Foxwoodsfiend. Si sono incontrati su internet, sono buoni amici da anni e giocano ad alti livelli da un bel po' di tempo. La puntata pilota, della durata di trenta minuti, seguirà il gruppo nella costosa Las vegas.

Una telecamera li seguirà mentre mangiano nei migliori ristoranti, bevono nei più esclusivi locali notturni e spendono soldi in maniera eccessiva, un inno al divertimento!

Fortunatamente durante la puntata ci saranno molti momenti dedicati al gioco, l'idea iniziale era quella di osservare i quattro giocatori mentre cercavano di raggiungere, entro la fine del periodo di una settimana, uno specifico obiettivo monetario. Il giocatore che, nei sette giorni, sarebbe arrivato alla vincita della quota più bassa sarebbe stato obbligato ad eseguire delle sfide ridicole. Non male come idea, chissà se gli autori rimarranno su questa iniziale ipotesi.

Il mondo del poker online è una vasta subcultura e questi quattro giocatori sono visti come eroi da molti aspiranti giocatori di poker, sarà dunque interessante vedere come lo spettacolo verrà realizzato.

Ci auguriamo che da questa puntata pilota, non emerga solo l'aspetto monetario del poker, ma sia rappresentata al meglio la passione e la bellezza di questo gioco. Per noi il poker ha alla base, una componente sportiva, dove doti come la pazienza, la tenacia, l'attenzione e non solo, fanno la differenza tra i giocatori.

Chissà se anche in Italia, con un'attenzione sempre più alta per il Texas Hold'em e sulla scia della moda del reality, che tanto spopola tra giovani e meno, qualcuno si sta già attivando in questa direzione. E' possibile che tra non molto i nostri nickname avranno finalmente dei volti...

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli