Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Il regno di Trinacria: Sicilia in Poker

Il regno di Trinacria: Sicilia in Poker 0001

Il panorama pokeristico della Sicilia è molto vivace. In pochi anni la Federazione Nazionale del Poker Sportivo conta nella regione già più di 1500 tesserati, la seconda in Italia. Una passione per il gioco del poker che punta al riconoscimento ufficiale come disciplina sportiva da parte del Coni, liberandosi dall'etichetta di gioco d'azzardo.

Non riuscendo ad avere cifre precise dagli altri organi, ci limitiamo al dato della F.I.G.P, ma sicuramente i circoli e le associazioni che appartengono ad altre federazioni o sono libere, sono senz'altro moltissime; difatti da quando questa nuova disciplina ha preso campo, attirando a se molti molti appassionati, il numero sta aumentando. Il grande consenso tra i nuovi giocatori siciliani, contribuisce alla veloce diffusione del Texas Hold'em come una vera e propria disciplina sportiva. Anche gli organi di stampa regionali, abbiamo notato che stanno dando una certa rilevanza agli eventi che si disputano nell'isola.

Scendono con entusiasmo sul campo siciliano associazioni o circoli di poker sportivo come Etnapoker, Holdemsicilia, All in Palermo, Palermo in Poker, Hold'em Club, e Poker D'assi l'associazione Reale di Cuori, Nuova Patti e Badbeat poker , solo per citarne alcune.

Queste istituzioni organizzano tornei interni, tornei satelliti per i "Main Event" nazionali ed internazionali e corsi per coloro che vogliono iniziare il viaggio in questa nuova disciplina. Dietro questa vivacissima realtà, c'è la opera paziente e appassionata di persone come Ettore Corona di Palermo in Poker, Gherardo Gioè di All In Palermo, Gaetano Bauso di Etnapoker, Antonio Parlavecchio di Nuova Patti , Giuseppe Rossini di Badbeat poker, Paolo Guagliardo e Giuseppe Lanzetta di Holdemsicilia.com, un portale informativo che aggiorna i suoi utenti su tutte le realtà siciliane, gli eventi, le manifestazioni regionali. Non si offendano tutti quelli che non abbiamo segnalato, sappiano che sono moltissime le persone che partecipano a rendere attivo il palinsesto pokeristico siciliano. Questo ambiente ricco di idee e propositivo in termini di tornei è terreno fertile per buoni giocatori. Difatti si stanno distinguendo nelle varie manifestazioni nazionali e internazionali: Paolo Guagliardo che ha ottenuto il sesto posto al Main Event Italian Championship di Venezia l'anno scorso. Dario Alioto, vincitore dell'evento WSOPE Pot-Limit Omaha alle World Series of Poker Europe 2007 . "Ryu" quest'anno è ritornato prepotentemente sulla scena chiudendo in quarta posizione l'evento PL Omaha/rebuys da 1.500 $ nelle WSOP e ancora Pierino Conti uno dei più forti giocatori di Heads Up online e molti altri ancora.

La Sicilia, vanta moltissimi tornei, ne segnaliamo alcuni: le Sicilian Poker championship, il campionato regionale organizzato dalla F.I.G.P. Sicilia, già attivo da un anno. Un torneo riservato ai tesserati F.I.G.P., diviso in tappe ognuna delle quali produce un punteggio individuale che concorre alla classifica Regionale e che come premio al primo classificato offre l'accesso ad una tappa del WPT e premi anche per i primi dieci classificati. Nato ancora dalla trinacria un progetto molto interessante il MPT Mediterranean Poker Tour. Un idea ben sviluppata da Etnapoker di Gaetano ed Enrico Bauso, da Texas Hold'em Catania di Alfonso Amendola in collaborazione con il Casinò di Venezia. Grazie alla sinergia tra la sala da gioco maltese e due circoli siciliani, l'Hold'em trova un nuovo punto di riferimento per gli eventi 'live'. L' esordito in maggio, ha avuto una suggestiva cornice offerta dalla città di Malta, presso lo splendido Casinò di Venezia.

Il 1st Mediterranean Poker Tour è stato un imperdibile evento nel cuore del Mediterraneo. Quattro giornate dedicate al poker, nel sontuoso Captain's palace Vittoriosa Waterfront.. Un palazzo da mille e una notte, residenza patrizia veneziana, dalle meravigliose sale decorate, quella indimenticabile dei cuori "d'oro", quella del "camino", la sala "regia" e tutte le altre che si schiudono alla meraviglia degli ospiti del Casinò. L'esclusiva e magica terrazza del ristorante Venezia situato al secondo piano, dona una vista è mozzafiato, uno tra i piu affascinati belvedere dell'isola. L'evento è stato interamente ripreso da Galaxy Tv (canale 873 di Sky) e trasmesso nel rispettivo palinsesto. Lo scopo del tour è stato quello di creare un circuito che possa coinvolgere i giocatori siciliani e i vicini del mediterraneo a cospetto dei tornei organizzati a 2.000 km di distanza. Con questo Tour, si riconosce una centralità del mediterraneo, il suo statuto di confine e si compie la sua antica e rinnovata missione: quella di ponte tra le terre, di mediazione tra vari popoli. È positivo che questo si possa esplicare anche attraverso il gioco del poker, un'altra possibilità di raggruppare sempre più persone, appassionati di questa disciplina. Un ulteriore intento è stato quello di organizzare in location confinanti al mar mediterraneo, un evento che potesse coniugare la passione per questo sport, con piacevoli occasioni di vacanza. Senza alcun dubbio il piacere del Texan Hold'em, bene si abbina con una gita fuori porta in compagnia della famiglia o di amici.

Questo gioco, ci dice il presidente di Etnapoker Gaetano Bauso, deve essere occasione di aggregazione tra giocatori ma anche tra i membri della stessa famiglia. Ecco perché la formula paghi il torneo ed hai alloggio e vitto gratis per te e per il tuo accompagnatore, rispondeva proprio a questa esigenza. La famiglia quindi, come centro del divertimento. Giocare di sera ma il resto della giornata trascorrerlo con amici o e moglie e figli. Per questo nelle prossime edizioni saranno anche organizzate escursioni nei luoghi sede del tour.

Non ultimo per importanza il torneo Derby. I circoli di ASD Etnapoker Catania e ASD Palermoinpoker Palermo, hanno deciso di mettere in piedi un campionato approfittando del fatto che Catania e Palermo hanno sempre avuto una rivalità calcistica e possono essere centri facilmente raggiungibili dalle province vicine. Il Derby nasce come metafora calcistica e si pone l'obiettivo di stabilire da dove provengono e dimorano i giocatori più forti della Sicilia, nella parte orientale o in quella occidentale? Tecnicamente si tratta di 2 gironi che portano i primi 12 per ogni circolo ad affrontarsi in un torneo da 24 players. 8 tappe indipendenti e un Main Event comune, il torneo cioè si svolge in contemporanea a Catania e a Palermo La struttura di ogni singola tappa è stata studiata per favorire più possibile l'abilità di ogni singolo giocatore con l'obiettivo di raccogliere in queste città i migliori giocatori di poker. Negli ultimi periodi la scuola di Texan Hold'em siciliana, ci racconta Gaetano Bauso di Etnapoker, è notevolmente migliorata, denotando comunque differenze tra la parte orientale e quella occidentale di questa meravigliosa isola. Oggi è sempre più facile leggere di un Siciliano ITM nei tornei nazionali e internazionali. Questa disciplina, approdata da pochissimo sull'isola, ha ottenuto così tanto successo. La voglia di aggregazione e di competizione ha subito portato questo gioco alla ribalta nelle serate siciliane.

Per l'occasione si sono riuniti molti giocatori provenienti da molte province della Sicilia i migliori 12 piazzati per circolo (per un totale di 24) si scontreranno in territorio neutro nella zona di Enna. I 24 finalisti si contenderanno un montepremi (jackpot) che verrà capitalizzato nel corso delle tappe dei rispettivi circoli. I premi che verranno erogati al Main Event saranno calcolati in base al jackpot accumulato. Verrà premiato l'intero final table (6 giocatori). Il jackpot da contendersi il giorno della finale, darà come premi ingressi nei migliori tornei internazionali tipo World Series of Poker (Wsop) o European Poker Tour (Ept) per la stagione 2008/2009. Insomma sembra proprio che la Sicilia possa concorrere ad un possibile torneo, tra le regioni più attive dello stivale.

Noi attendiamo con curiosità, gli eventi prossimi, per non perderci le importanti gare e l'emozionanti gite, alla scoperta del meraviglioso mediterraneo.

Insomma, per chi vorrà unire il piacere di una vacanza nella terra del sole ad un appassionante torneo sappia che ogni sera, a Palermo, c'è la possibilità di potersi confrontare in tavoli da gioco competitivi e allettanti e che il capoluogo siciliano presto sarà anche terra di fiori, di cuori, di quadri e di picche.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli