Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

WSOPE £10,000 NLHE Main Event, Day 3: Juanda e Negreanu In testa agli ultimi 24

WSOPE £10,000 NLHE Main Event, Day 3: Juanda e Negreanu In testa agli ultimi 24 0001

L'Empire Casino di Londra a Leicester Square ha continuato ad ospitare molte delle facce più note del poker quando il Day 3 delle World Series of Poker Europe è iniziato. Andy Bloch ha cominciato la giornata con la chip lead, seguito da vicino da Brian Townsend, Erik Seidel e John Juanda. I chip leaders del Day 1 Justin "BoostedJ" Smith e Daniel Negreanu erano anch'essi tra le prime posizioni dei 67 giocatori ancora in gioco mentre la bolla dei premi si avvicinava e il braccialetto delle WSOP Europe Main Event diventava un obiettivo più vicino.

Justin Smith si è presentato all'evento meglio conosciuto per la sua abilità online piuttosto che per i suoi successi live. Il fenomeno online ha reclamato la chip lead presto nel Day 3 alle spese di due avversari. Jean Thorel ha rilanciato preflop dal cutoff, e Smith ha controrilanciato. Karl "Mantis" Mahrenholz ha chiamato l'all in dallo small blind, e anche Thorel ha chiamato. Thorel non ha perso tempo nell'andare all al flop di {6-Spades}{q-Spades}{6-Clubs} e Smith ha chiamato istantaneamente con {a-Spades}{a-Diamonds}. Mahrenholz ha mostrato A-K, e Thorel ha mostrato una coppia di jack. Nessun aiuto al turn e al river, e Smith manda a casa due avversari prendendo il comando della classifica.

Con soli 30 giocatori rimasti prima della zona premi, non c'è voluto molto per raggiungere la bolla nel Day 3. Stephen Ladowsky si è guadagnato lo sfortunato titolo di bubble boy in questo evento dopo essere andato all in con una coppia di donne dal bottone. Peter Turmezey ha chiamato e Toni Hiltunen ha pensato per un momento prima di foldare. Turmezey con {a-Spades}{k-Spades} ha vinto il coin flip, grazie ad un {k-Clubs} subito al flop. Ladowsky non ha trovato aiuto lungo la strada su un board con {k-Clubs}{6-Spades}{4-Diamonds}{3-Diamonds}{2-Spades}, e la bolla è stata scoppiata.

James Keys è stato eliminato la mano successiva, diventando il primo giocatore ad andare a premio £25,340. E' andato all-in con {10-Spades}{2-Diamonds} scontrandosi contro il big stack Erik Seidel che ha chiamato con {q-Clubs}{q-Diamonds}. La mano di Seidel ha tenuto aggiungendo ancora chips alla sua montagna.

E' stato poi il turno di Josh Arieh che è andato all in con {9-Spades}{9-Diamonds} trovando il call di Perttu Bergius con {a-Clubs}{q-Clubs}. Il flop lascia subito Arieh quasi drawing dead, in quanto è sceso con {10-Clubs}{k-Clubs}{5-Clubs}. Il {k-Spades} al turn ha dato qualche out ad Arieh per un full house, ma la {q-Spades} al river non era uno di questi e Arieh ha chiuso 33° {£25,340).

Daniel Negreanu ha avuto un altro buon giorn alle WSOP-Europe, finendo con uno degli stack più grandi. Ha eliminato Harri Pehkonen al 27° posto {£25,340) quando i suoi {j-Diamonds}{8-Diamonds} hanno scoppiato la coppia di re di Pehkonen al flop {j-Spades}{8-Spades}{5-Spades}. Nessun re al turn e al river e Pehkonen è stato eliminato.

Con l'avvicinarsi della conclusione, Johnny Lodden, un altro big stack del torneo, ha aumentato le sue chips di un altro pò a spese di Panicos Panagi. Lodden ha rilanciato preflop da early position, e Panagi è andato all in over the top dal big blind. Lodden c'ha pensato per un pò prima di chiamare con {a-Hearts}{10-Diamonds}. Panagi era messo bene con {q-Diamonds}{q-Clubs}, ma il flop ha aiutato Lodden con {2-Diamonds}{a-Diamonds}{10-Spades}. Turn {6-Diamonds} e river {8-Spades} non sono d'aiuto a Panagi, che viene eliminato 26°{£28,960).

A fine giornata grossi nomi tra i 24 sopravvissuti affollavano la cima della classifica con Juanda davanti a tutti, seguito da vicino da Daniel Negreanu, Justin Smith, Philippe Rouas e Johnny Lodden. Questa la top ten degli stack a conclusione del Day 3:

John Juanda - 657,500

Daniel Negreanu - 653,000

Justin Smith - 650,000

Philippe Rouas - 573,000

Johnny Lodden - 478,000

Brian Townsend - 424,500

Bengt Sonnert - 346,500

Toni Hiltunen - 321,500

Soren Kongsgaard - 316,500

Ivan Demidov - 316,000

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli