Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Main Event Campionato Pro 2008 - Quarta tappa - Day 2: Ferdinando Caroè guida gli ultimi 11

Main Event Campionato Pro 2008 - Quarta tappa - Day 2: Ferdinando Caroè guida gli ultimi 11 0001

Sono 48 i giocatori sopravvissuti al Day-1 che sono ritornarti in campo ieri per affrontare il Day-2 della quarta tappa del Main Event del Campionato Italiano 2008. In testa alla classifica ad inizio giornata c'era Matteo Fratello (118.600), seguito a breve distanza da Ivan Barbuto (114.000) e Alfredo Cioccoloni (106.800). I primi livelli si sono giocati a ritmi molto alti e le eliminazioni si sono susseguite velocemente fino a quando non si è raggiunta la zona della bolla, in seguito alla quale ci sono volute diverse ore per raggiungere gli ultimi undici giocatori, senza però arrivare al tavolo finale.

Uno dei primissimi giocatori ad abbandonare la sala è Matteo Pecorella, che si è ritrovato presto in all in preflop contro Giovanni Drago. Dopo un'iniziale puntata di Drago, Pecorella ha spostato i resti nel mezzo (circa 30.000 in più) con AQ, mentre Drago aveva 99. Sul board non è arrivato nessun aiuto per il milanese che è uscito a circa metà del primo livello.

Il chip leader Matteo Fratello invece ha continuato a macinare chips per tutta la giornata contribuendo anche lui a mietere parecchie vittime. Una di queste è il campione italiano in carica Francesco de Vivo. Nella sua ultima mano Francesco De Vivo da small blind rilancia a 6.000 primo a parlare. Matteo Fratello dal big blind chiama. Al flop scendono {8-Diamonds} {4-Clubs} {3-Spades} e De Vivo fa check, Fratello punta 5.300 e De Vivo rilancia a 16.000. Fratello va all-in e De Vivo inizia a pensarci, gli rimangono circa 30.000. Non trascorre molto tempo però e alla fine De Vivo decide di chiamare girando {k-Diamonds}{k-Hearts}. Fratello gira {a-Spades}{4-Spades}. Il turn è un 9 ma purtroppo per De Vivo il river è un altro quattro che dà il tris a Fratello che lo elimina incrementando la sua chip lead a 256K.

Non passa troppo tempo che Fratello si fa carico di un'altra eliminazione di peso, quella di Alessandro Longobardi. Quest'ultimo, ormai short stack, va all in dallo small blind per circa 20K e per Fratello questa volta è un call facile dal big blind con {a-Diamonds} {k-Clubs}. Longobardi mostra {q-Hearts}{q-Spades}. Sul board scendono {8-Hearts}{10-Clubs}{9-Diamonds}{k-Diamonds}{4-Diamonds} e per il vincitore dell'ultima edizione de La notte del poker a Venezia il torneo si conclude qui.

E' quindi il turno di Francesco Nguyen di uscire e il mattatore è sempre lo stesso, Matteo Fratello, che non smette un secondo di accumulare chips. Nella sua ultima mano Nguyen chiama, insieme a Fratello, un raise preflop di Esposito a 6.600. Al flop scendono {4-Clubs}{2-Clubs}{3-Diamonds} e tutti e tre i giocatori fanno check. Il turn è un {10-Diamonds} e questa volta Nguyen (BB) punta 15.000. Esposito folda e Fratello dal bottone va all in. Nguyen chiama e gira {a-Diamonds}{9-Diamonds} per un progetto a colore. Fratello gira {5-Clubs}{6-Clubs} per la scala floppata. Il river è un 4 ininfluente che elimina Nguyen e fa volare Fratello a quota 400.000.

Una volta rimasti in 19 i giocatori si accordano per un deal che assegna anche al 19° eliminato, (Carmelo Vasta), un premio da €2.000, ossia il buy-in del torneo. L'uomo bolla ufficiale è quindi Luca Giovannone che esce al 20° posto dopo essere andato all-in ormai short stack con {q-Spades} {7-Spades}. Ancora una volta è Matteo Fratello che si incarica del call e lo fa girando {q-Diamonds}{10-Clubs}. Board bianco e Giovannone è out.

Si prosegue quindi lentamente con le eliminazioni di Fabio Papalia, Stefano Garbarino e Lorenzo Esposito che si sono aggiudicati €3,290. Marco Bertolino, Roberto Masullo e Ivan Barbuto hanno invece portato a casa €3,730. L'ultimo straniero ancora in gara, il francese Foucalt, viene eliminato 12° e l'uomo bolla del tavolo finale purtroppo non arriva.

Matteo Fratello, che ha dominato per gran parte della giornata, ha perso la chip lead nel corso degli ultimi due livelli dopo essersi visto scoppiare gli assi da un river beffardo. Nella mano in questione Fratello ha rilanciato a 20.000 da under the gun e ha poi chiamato l'all in di De Michele che dal bottone ha messo nel mezzo tutto il suo stack (76.500) con {k-Clubs}{k-Spades}. Fratello non ha potuto fare niente quando il board si è completato con {8-Hearts}{10-Clubs}{7-Diamonds}{8-Diamonds}{k-Diamonds} e ha quindi dovuto cedere lo scettro di chip leader a Ferdinando Caroè che un pò alla volta, con l'avvicinarsi della fine della giornata, ha vinto diversi piatti importanti, tra cui un paio di eliminazioni, che lo hanno portato fino a quota 491.000.

Di seguito vi riportiamo il chip count ufficiale rilasciato alla fine del Day-2:

Ferdinando Caroè: 491.000

Matteo Fratello:343.000

Alessandro De Michele 240.000

Alfredo Cioccoloni 172.000

Diego Di Maio 170.000

Gianluca Marcucci: 167.000

Riccardo Lacchinelli 159.000

Marco Pistilli 157.000

Alessandro Lusso 130.000

Claudio Cecchi 123.000

Giovanni Drago 108.000

A risentirci domani alle ore 15 qui in diretta dal Casinò di Sanremo per seguire tutta l'azione del tavolo finale e per scoprire il vincitore di questa quarta tappa del Campionato Italiano Pro.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli