Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

WSOP 2008 Day 8, Main Event Final Table: Demidov ed Eastgate Duelleranno per il Bracciale

WSOP 2008 Day 8, Main Event Final Table: Demidov ed Eastgate Duelleranno per il Bracciale 0001

Una grande folla si è radunata ieri al Penn & Teller Theater del Rio per il primo giorno del final table del Main Event delle World Series of Poker. Dopo una pausa di quasi quattro mesi, i "November Nine" sono tornati a Las Vegas per tentare l'assalto finale al più prestigioso bracciale delle WSOP. Tutti riprendevano posto al tavolo con la certezza di un premio garantito da $900'670 (pagato loro già a luglio) ma tutti avevano gli occhi puntati sul primo premio da $9.1 milioni. Dennis Phillips arrivava in finale come chip leader inseguito da vicino da Ivan Demidov. Kelly Kim si presentava invece in modalità "sopravvivenza" con meno del 10% dello stack di Phillips. A fine giornata si delineava un testa a testa internazionale, degno di una vera serie mondiale: il danese Peter Eastgate ed il russo Ivan Demidov si scontreranno questa notte per contendersi il titolo di campione del mondo.

Dopo aver conquistato il tavolo finale la scorsa estate, molti dei finalisti si sono presentati anche alle WSOP Europe ed in numerosi altri tornei internazionali per mantenere la forma, ma nessuno ha fatto meglio di Ivan Demidov, che ha conseguito il secondo tavolo finale WSOP ancora prima di giocare il primo. Demidov ha infatti concluso al terzo posto al Main Event delle WSOP Europe, ed è tornato a Las Vegas sperando di migliorare il risultato.

Tutti i posti disponibili nel Penn & Teller Theater sono stati affollati da tifosi, famiglie e amici ai quali non è certamente mancato il tempo per organizzare viaggio e soggiorno. Si dice che Dennis Phillips abbia riservato oltre 300 stanze al Rio per i suoi amici e familiari.

Ad inizio gara, questi erano assegnazione dei posti ed i chip counts:

Seat 1: Dennis Phillips (26,295,000)

Seat 2: Craig Marquis (10,210,000)

Seat 3: Ylon Schwartz (12,525,000)

Seat 4: Scott Montgomery (19,690,000)

Seat 5: Darus Suharto (12,520,000)

Seat 6: David Rheem (10,230,000)

Seat 7: Ivan Demidov (24,400,000)

Seat 8: Kelly Kim (2,620,000)

Seat 9: Peter Eastgate (18,375,000)

Il chip leader Phillips è arrivato al tavolo finale con un leggero vantaggio sul giovane russo Ivan Demidov, ma si è presto trovato nei guai. Il suo stack ha subito un duro colpo nelle prime fasi a causa di un confronto con Ylon Schwartz, quindi una grossa mano persa poco dopo contro Ivan Demidov ha dato il colpo di grazia. Phillips è entrato sul piatto con un limp da under the gun e Demidov ha rilanciato da late position. Phillips ha rapidamente portato a tre le puntate e Demidov ha riflettuto a lungo prima di giocare un altro grosso rilancio mettendo a sua volta pressione a Phillips. Phillips ha chiamato ed i due hanno potuto vedere il flop pagando quasi un terzo dei propri stack. Al {8-Diamonds} {10-Clubs} {j-Spades} del flop Phillips ha riflettuto al lungo prima di aprire con una puntata relativamente piccola - un quarto del piatto. Demidov ha rapidamente rilanciato all in e l'ex chipleader si è trovato a dover prendere una decisione difficile che metteva a repentaglio la sua permanenza in gara poiché Demidov poteva coprire il suo stack. Dopo una lunga riflessione Phillips ha passato cedendo il primo posto in classifica a Demidov e ritrovandosi tra le ultime posizioni.

Kelly Kim era arrivato al tavolo finale come più short degli short stacks, ma ha trovato un fondamentale raddoppio su Ivan Demidov. Demidov ha rilanciato preflop abbastanza da mettere Kim all in, e Kim ha istantaneamente chiamato con {k-Clubs} {k-Hearts}. Demidov era dominato con il suo {k-Spades} {10-Diamonds}, ma ha trovato un progetto di scala ad incastro al turn quando sul board c'erano {7-Spades} {7-Clubs} {6-Clubs} {9-Spades}. Il river ha dato un innocuo {3-Spades} e Kim ha raddoppiato sul chip leader potendo così restare in gara.

Dennis Phillips ha fatto altrettanto raddoppiando dopo essere andato all-in con {q-Spades} {q-Diamonds} per rilanciare ulteriormente il rilancio preflop di David "Chino" Rheem. Rheem ci ha pensato qualche istante prima di chiamare con {J} {j-Clubs} e scoprirsi in svantaggio. Nessuna sorpresa dal board che ha dato {k-Clubs} {5-Diamonds} {3-Spades} {9-Diamonds} {6-Hearts} e Phillips ha raddoppiato.

Nel complesso, sono servite oltre 50 mani per assistere alla prima eliminazione. Craig Marquis è stato la prima vittima quando è andato all in preflop con {7-Diamonds} {7-Hearts} venendo chiamato da Scott Montgomery che giocava con {a-Diamonds} {q-Hearts}. I due sono andati in testa a testa al flop ed il coin flip è sembrato deciso al calare dell'{a-Hearts} come prima carta del flop, ma la seconda era il {7-Clubs} che ha dato a Marquis il tris mettendolo in buona posizione per il raddoppio. Sul board {10-Spades} {a-Hearts} {7-Clubs} {j-Diamonds} al turn e il {k-Spades} del river ha dato a Montgomery la scala runner-runner che ha eliminato Marquis al nono posto ($900'670).

Kelly Kim è rientrato dalla prima pausa con $300,000 di premio in più del previsto grazie all'eliminazione di Marquis e non ha perso tempo prima di spingere tutto il proprio stack al centro del tavolo in un piatto multi-way contro Ylon Schwartz, Darus Suharto ed Ivan Demidov che erano tutti partiti con un limp e che hanno chiamato in gruppo i resti di Kim che sedeva al big blind. Demidov ha aperto le puntate per il side pot quando ha visto il {9-Hearts} {6-Spades} {2-Spades} del flop e Schwartz si è fatto da parte. Suharto ha chiamato ed l'{a-Hearts} è stato servito al turn. Demidov ha fatto check e Suharto lo ha seguito per vedere il {q-Diamonds} calare al river. Ancora check dei due e Demidov ha mostrato {9-Diamonds} {5-Spades} per la coppia. Suharto ha tirato a se il side pot con {9-Clubs} {10-Clubs} e Kim ha spinto la propria mano nel muck felice di poter tornare a casa con un ottavo posto che vale $1'288'217.

David "Chino" Rheem ha perso un paio di i,portanti piatti nelle prime fasi trovandosi poi short stack nonostante un raddoppio. Quando gli sono stati serviti {a-Spades} {k-Clubs}, è andato all in senza esitare. Lo ha chiamato Peter Eastgate che sembrava pronto a concedere il raddoppio con il suo {a-Hearts} {q-Diamonds}. Il flop non ha però cooperato dando un {q-Spades} come door card. Quando il board è stato completato con {q-Spades} {5-Spades} {7-Diamonds} {9-Diamonds} {4-Hearts} Rheem si doveva alzare dal tavolo per andare a riscuotere il suo $1,772,650 per il settimo posto.

Darus Suharto è stato eliminato al sesto posto ($2,418,562) rilanciando all-in Scott Montgomery preflop con {a-Hearts} {8-Clubs}. Montgomery ci ha pensato a lungo prima di chiamare ed il suo {a-Spades} {q-Diamonds} era in buon vantaggio. Il {k-Spades} {j-Spades} {2-Spades} del flop è stato per Montgomery ottimo presagio ed il {4-Spades} del turn gli ha dato il colore nut. Un inutile {4-Clubs} del river ha solo confermato l'eliminazione del canadese.

Montgomery non è comunque restato a lungo tra i chip leaders perdendo un grosso piatto contro Ivan Demidov subito dopo aver eliminato Suharto. Rimasto ormai estremamente short, Montgomery è andato all-in preflop poche mani dopo con {a-Diamonds} {3-Diamonds} dopo un rilancio preflop di Peter Eastgate. Eastgate ha chiamato con {6-Hearts} {6-Spades} e Montgomery ha subito trovato un punto con l'{a-Clubs} {q-Spades} {4-Diamonds} del flop. Il turn ha dato {a-Spades} e quando Dennis Phillips ha rivelato di aver passato un asso, ad Eastgate restava un solo out. Out che si è però prontamente materializzato con il {6-Diamonds} del river per il full che ha eliminato Montgomery al quinto posto ($3,096,768). Questa mano ha rilanciato Eastgate saldamente al secondo posto dietro al chip leader Ivan Demidov.

Il gioco a quattro mani è durato quasi due ore durante le quali la maggior parte delle mani sono state decise preflop. Infine, Ylon Schwartz e Peter Eastgate si sono scontrati per l'ultima volta e Schwartz ha avuto la peggio chiudendo al quarto posto ($3,774,974). Eastgate ha rilanciato preflop con {5-Clubs} {5-Spades} e Schwartz ha chiamato. Entrambi i giocatori hanno fatto check al {k-Hearts} {8-Hearts} {2-Spades} del flop ed è stato servito il {k-Diamonds} del turn. Schwartz ha optato ancora una volta per il check e Eastgate ha aperto le puntate venendo comunque chiamato. {5-Diamonds} al river e altra puntata di Eastgate. Schwartz decide di rilanciare all-in con {a-Hearts} {10-Clubs} ed Eastgate non ha avuto esitazioni nel chiamare con il full chiuso al river.

A fine serata è stato l'ex-chipleader Dennis Phillips a trovarsi nei guai mentre i due giovani giocatori europei si contendevano la testa della classifica. La coppia finale di contendenti è stata decisa dall'eliminazione proprio di Phillips al terzo posto ($4'517'773) ad opera di Peter Eastgate. Eastgate ha rilanciato preflop con {3-Diamonds} {3-Clubs} e Phillips ha chiamato. Flop - {j-Clubs} {4-Diamonds} {3-Spades} e Eastgate ha puntato quanto aveva rilanciato preflop. Phillips dopo una breve riflessione ha deciso di rilanciare all-in con {9-Hearts} {10-Clubs}. Eastgate ha chiamto istantaneamente con il suo set. L'{a-Spades} del turn ha messo fine alla suspense e Phillips si è diretto tra il pubblico a raccogliere il sostegno degli oltre 300 supporters.

Dopo aver aspettato per 117 giorni, Peter Eastgate e Ivan Demidov potranno giocare il testa a testa finale del Main Event WSOP. I due partiranno da questa situazione domattina alle 7:00 ora italiana

Ivan Demidov - 79,500,000

Peter Eastgate - 57,725,000

Peter Eastgate potrebbe battere il record di Phil Hellmuth come più giovane campione del mondo. Segui la diretta con PokerNews.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli