Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

PokerStars.net APPT Sydney, Day 3: Antonio Fazzolari Chip Leader del Tavolo Finale

PokerStars.net APPT Sydney, Day 3: Antonio Fazzolari Chip Leader del Tavolo Finale 0001

Dopo un lunghissimo Day 2 giocatosi fino a determinare tutte le posizioni a premio, i 48 giocatori ancora in gara al PokerStars.net Asia Pacific Poker Tour Grand Final non hanno perso tempo dandosi battaglia definendo rapidamente i nove finalisti. Frank Saffioti arrivava al Day3 da chipleader ma a fine serata l'ambito titolo era detenuto da Antonio Fazzolari.

Jimmy Wong non ha fatto nemmeno in tempo a sedersi prima di essere eliminato. Alla prima mano di giornata, ha rilanciato da under the gun con {a-Diamonds} {q-Diamonds} e Antonio Fazzolari ha rilanciato ulteriormente. Wong ha chiamato quindi è andato all in all'{8-Spades} {a-Clubs} {9-Spades} del flop. Fazzolari ha chiamato rapidamente con {a-Hearts} {9-Hearts}. Wong è stato eliminato al 48° posto quando turn e river hanno dato {6-Spades} e {8-Diamonds} rispettivamente. Per lui un premio da AU$8,400.

Uno dei fattori che ha maggiormente contribuito alla rapida conclusione del Day 3 è stato quello delle eliminazioni multiple. In due occasioni, più giocatori sono stati eliminati simultaneamente su tavoli distinti proprio al cambio di livello dei premi. Nel primo caso tre giocatori si sono equamente spartiti i premi per 41°, 40° e 39° classificato: George Lind, David Gorr e Graeme "Kiwi G" Putt. Ognuno si è portato a casa AU$9,333 per il proprio impegno. Poco dopo, la stessa cosa è accaduta tra Roel Pijpers ed Anthony Rafter entrambi eliminati al 32° posto (AU$11,200).

Con il ridursi del numero dei contendenti, i confronti tra grossi stack si sono fatti sempre più frequenti. Il più grande scontro è stato certamente quello finale tra Tom Rafferty e Antonio Fazzolari. Rafferty ha giocato un grosso rilancio preflop e Fazzolari ha chiamato dal bottone. Il flop ha dato {7-Spades} {6-Spades} {2-Diamonds} e Rafferty ha puntato ancora una volta. Fazzolari ha chiamato per vedere il {10-Diamonds} del turn. Rafferty ha puntato ancora una volta vedendosi però rilanciare da Fazzolari e trovandosi a dover prendere una decisione difficile. Dopo qualche istante, Rafferty ha optato per il fold permettendo a Fazzolari di avvicinarsi ai due milioni di chips conquistando la vetta della classifica provvisoria.

Michael "TheBigSiCkO" Guzzardi è stato lo sfortunato giocatore ad essere eliminato ad un passo dal tavolo finale chiudendo al decimo posto per AU$28,000. Ha dapprima perso un grosso coin flip contro Tim English quando il suo {a-Diamonds} {q-Clubs} non ha legato alcun punto su un board che leggeva {j-Spades} {8-Clubs} {3-Hearts} {6-Clubs} {j-Hearts}. La coppia di sette servita ad English ah retto lasciando Guzzardi malconcio. Questi è stato costretto all-in poco dopo venendo chiamato sia da Tom Rafferty sia da Timothy English. English e Rafferty hanno fatto check ad ogni street su board che leggeva {5-Spades} {a-Spades} {6-Clubs} {k-Spades} {j-Hearts}. Rafferty ha scoperto {j-Spades} {2-Hearts} per la coppia; Guzzardi non aveva nemmeno guardato le proprie carte per poi scoprire di aver giocato con {a-Diamonds} {j-Diamonds} che gli danno il triple up. Guzzardi però continuava ad essere short e poche mani dopo si è trovato nuovamente all-in contro Hai Bo Chu ed Antonio Fazzolari. Su board con {7-Clubs} {a-Diamonds} {4-Diamonds} {j-Clubs} {2-Spades} Chu' giocava con un {8-Diamonds} {6-Clubs} che bastava ad eliminare Guzzardi che aveva {10-Diamonds} {3-Hearts}. Il tavolo finale veniva così definito:

Seat 1: Martin Rowe - 995,000

Seat 2: Jason Gray - 1,188,000

Seat 3: Tony Basile - 863,000

Seat 4: Timothy English - 945,000

Seat 5: Daniel Kowalski - 959,000

Seat 6: Frank Saffioti - 790,000

Seat 7: Tom Rafferty - 1,101,000

Seat 8: Antonio Fazzolari - 1,775,000

Seat 9: Hai Bo Chu - 781,000

Scoprite come è andata a finire leggendo il blog della nostra diretta.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli