Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

La Tavola Rotonda del Poker 2009, Vol. 5

La Tavola Rotonda del Poker 2009, Vol. 5 0001

Prefazione dell'editore: PokerNews da il benvenuto all'anno nuovo chiedendo ad alcuni esperti dell'industria del poker di condividere le loro opinioni su passato, presente e – cosa più importante – futuro del poker. Attraverso questa serie, le opinioni di questi esperti servono a delineare la condizione dell'attuale mondo del poker e a fornire un'indicazione di ciò che il 2009 e oltre potrebbe riservare. PokerNews chiarisce che le opinioni di questi esperti non rappresentano necessariamente i punti di vista di PokerNews.

Risponderanno alla domanda di oggi: Matthew Parvis, redattore capo di Bluff Magazine; Nat Arem, presidente del PokerDB; Brian Balsbaugh, presidente dell'agenzia di rappresentanza-giocatori Poker Royalty; il celebre giocatore di tornei e di cash high-stakes Barry Greenstein, membro del Team PokerStars Pro; Pauly "Dr. Pauly" McGuire, autore del blog Tao of Poker ed editorialista di Bluff Magazine; e Jeffrey Pollack, Commissario delle World Series of Poker.

La domanda di oggi: se potessi attuare un cambiamento alle WSOP 2009 - quale sarebbe?

Nat Arem: Mi piacerebbe molto vedere modi che rendano davvero facile la registrazione alle persone. Intendo online, ma non solamente online; mi sembra stupido non poter fare una cosa del genere online. Non è così difficile per loro mettere su un sito web sicuro in cui tu possa inserire il tuo numero di conto bancario e permetterti di registrarti semplicemente online. Ci deve essere qualche sistema di verifica elettronico. Non so esattamente cosa dovrebbero fare da un punto di vista di regolamentazione o simili. Non so se sia possibile una cosa del genere, ma credo solo che sarebbe una gran cosa per l'affluenza se la gente potesse farlo.

Matthew Parvis: Un tavolo finale live. Questa è la cosa più importante nella produzione del poker, da come la vedo io, ciò cambia il gioco in modo drammatico.

Brian Balsbaugh: Harrah's ha fatto davvero molti cambiamenti positivi e le WSOP sono molto meglio di quello che erano qualche anno fa, ma se potessi cambiare qualcosa ridurrei il numero di eventi con braccialetto. Parlando con i giocatori che rappresento, vincere un braccialetto non ha più lo stesso valore di una volta. Io capisco perchè Harrah's lo fa, ma ciò crea anche un enorme drenaggio monetario nell'economia del poker. Talmente tanti soldi vengono risucchiati via dal poker in tasse su 55 eventi che non torneranno mai più in circolazione.

Barry Greenstein: sono appena venuto fuori da una riunione a riguardo e attueremo molti cambiamenti. Ciò che abbiamo fatto ogni anno per rendere migliori le World Series è stato affrontare le lamentele che abbiamo avuto gli anni passati. Lo scorso anno, ci furono molti meno reclami rispetto agli altri anni. Abbiamo reso i payout più ragionevoli e un pò più spalmati in modo che le persone non debbano aver la senazione di dover fare dei deal e quindi abbiamo risolto molti problemi. Di fatto, mi ricordo che a metà World Series, Jeffrey Pollack mi ha detto che il più grosso reclamo è stato riguardo al cibo nella VIP room. Quello fu il più grosso reclamo che abbiamo avuto. Ciò vi mostra che abbiamo fatto un buon lavoro e ci sono ancora molte cose che stiamo cercando di risolvere.

Dr. Pauly: Niente 9 di Novembre. Fu un bene solo per i poteri in carica, ossia Harrah's e ESPN. Credo che una pausa di una settimana come il Super Bowl sarebbe più appropriato, ma credo che ammazzi comunque l'intero momento di ciò che è grande del Main Event, iscriversi un giorno e due settimane dopo essere il campione mondiale.

Jeffrey Pollack: Stiamo ancora lavorando ai nostri piani per il 2009, quindi alcuni cambiamenti stanno arrivando, ma niente di cui siamo pronti a rilasciare con specificità per ora. Detto ciò, credo che abbiamo bisogno di una soluzione migliore per permettere agli agenti dei giocatori di condurre i loro affari alle WSOP. C'è troppo lavoro di agenzia che si sviluppa entro i confini del torneo di gioco. Vogliamo che gli agenti compiano dei buoni affari. Noi vogliamo, ancora più importante, che i giocatori facciano dei buoni affari. Tuttavia, la conduzione di questi affari non deve interrompere il flusso di gioco o la continuità delle nostre trasmissioni ESPN. Il cambiamento è in arrivo sicuramente.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli