Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Poker in Facebook

Poker in Facebook 0001

I due "fenomeni" del web, targati 2008, si sono incontrati: Facebook e Poker. Il primo con oltre 4 milioni di italiani che lo utilizzano, il secondo con movimenti di denaro superiori ai 240 milioni di euro. Si sa che il nostro Paese si innamora appassionatamente delle tecnologie, è successo con la tv e con il telefonino, ed è accaduto anche con internet.

Facebook fa impazzire gli italiani, che negli ultimi mesi sono corsi a registrarsi in massa. All'inizio dell'anno erano 100 mila, prima dell'estate poco più di mezzo milione, in settembre erano raddoppiati e in altri due mesi sono raddoppiati di nuovo. Un vero e proprio fenomeno sociale.

Facebook conta 57 milioni di membri in tutto il mondo, di cui 16 milioni in Europa. E' il social network del momento e attraverso il suo utilizzo gli utenti possono unirsi tra di loro. Gli argomenti di discussione sono tantissimi, come numerosissimi i gruppi presenti. E tra i tanti temi di discussione, non poteva mancare il gioco dell'anno: il poker, che su questa community raccoglie oltre 500 gruppi di appassionati.

In genere, i gruppi più diffusi sono quelli che racchiudono varie pubblicità ai tornei o siti di poker on line. Curiosando si può osservare che, ad esempio, gli utenti del gruppo Everest Poker sono circa 1.500 e 4.500 quelli iscritti al Full Tilt Poker. Quello che vanta più iscritti, circa 10 mila, ha invece un nome che non lascia dubbi: Texas Hold'em Poker. Anche in questo caso, all'interno ci sono pubblicità a vari tornei e siti. Navigando qua e là, ci si imbatte in gruppi impensabili, come i 430 iscritti legati ai "videopoker" oppure si può aderire ad un gruppo di protesta, formato da 76 iscritti, contro l'oscuramento dei siti legati a giochi e scommesse. Il suo nome: "campagna per l'abolizione dell'Aams". La spiegazione: "dite anche voi no al ricatto dell'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, che oscura predatoriamente i siti di gaming on line". Utilizzando questo facile e veloce strumento si possono raccogliere informazioni e fare amicizia con i migliori giocatori italiani di poker.

Salvatore Bonavena sembra incarnare un personaggio sospeso tra i vecchi e i nuovi tempi. Si fa chiamare Salvo e dopo aver vinto a metà dicembre l'Ept di Praga ha dichiarato che impiegherà i soldi della vincita per rimettere in sesto e rilanciare la sua attività di piccolo imprenditore. Nel suo profilo si può vedere un video divertente: "la giocata barbara". E' una clip di una sua celebre giocata. A dimostrazione che partecipando con lo spirito giusto, anche a grandi livelli, si può sempre sorridere alle beffe che il poker riserva. Il più famoso anche su Facebook è sicuramente Luca Pagano che ha oltre duemila amici virtuali e aggiorna di ora in ora il suo profilo discutendo con i suoi fan. In queste ore ha fornito le ultimissime notizie del primo torneo della settimana pokeristica del Casinò di Sanremo, da 550 €.

Sul profilo di Max Pescatori, sono oltre mille gli amici, si leggono dialoghi interessanti tra il giocatore e altri virtuosi del poker come Alessio Isai e Claudio Rinaldi. Alle ore 04 e 21minuti del 2 gennaio lancia il suo fan club, e scrive: "facendo varie ricerche mi sono accorto che tutti i più grandi professionisti del poker hanno un fan club su Facebook, mancava però quello del Pirata italiano e così ho deciso di creargliene uno".

Anche noi di Pokernews siamo presenti sul social network e tra i nostri iscritti ci sono già alcuni tra i giocatori più famosi, come Alessandro Pastura e Daniele Pazzia".

Sviluppando il concetto di amicizia, Facebook ha superato nei numeri altri celebri social network come MySpace, Twitter, Flickr e YouTube. Ha riassorbito innovazioni create da altri - video, foto, chat, posta, status update, condivisione di link - e sviluppato una piattaforma che offre spazio ad applicazioni divertenti e utili, dalla segnalazione di eventi agli strumenti di aggregazione sociale, dai giochi ai test, dalla pubblicità all'e-commerce.

Il successo, in questi casi, è figlio di altro successo. E Facebook sta volando sulle ali dell'effetto rete. Per rimanere con i piedi per terra il pokerista anziano consiglia di tenersi sempre aggiornati sulle novità della rete ma di non dimenticare che solo pokernews.it riesce a darvi il meglio delle notizie sul poker.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli