Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

I Profili di PokerNews: Liz Lieu

I Profili di PokerNews: Liz Lieu 0001

La chiamano la "Poker Diva" — un soprannome attribuito a Lieu per la sua propensione per gli abiti di Roberto Cavalli e gli accessori di Chanel. Nonostante il guardaroba di Lieu faccia invidia a qualsiasi star di Hollywood, le sue priorità in questi giorni hanno più a che fare con il supporto della sua famiglia e con frequenti viaggi in Vietnam, sua terra natia, dove si occupa di volontariato in larga scala — visitando gli anziani, esaudendo gli ultimi desideri dei bambini malati, e distribuendo cibo nei villaggi più poveri e remoti dove non c'è neanche l'elettricità—non esattamente attività che ci si aspetterebbe da chi indossa Jimmy Choos. Tutto quello di cui Lieu si occupa in Vietnam è reso possible dai suoi successi ai tavoli di poker dove è una temuta giocatrice cash e una minaccia in qualsiasi torneo a cui partecipa.

Liz Lieu è nata il 2 Agosto 1974 nella città di Ho Chi Minh, in Vietnam. Quando era soltanto una bambina, la sua famiglia si è trasferita negli Stati Uniti e si è stabilita in Colorado. L'amore di Lieu per le carte è cominciato quando aveva 13 anni e alcuni amici le hanno insegnato a giocare al poker cinese, ma ci sarebbero voluti altri cinque anni prima che imparasse l' hold'em. Quando Lieu raggiunse i 18 anni, cominciò a partecipare ad alcune partite private giocando a pai gow ed in tavoli di $20-$40 hold'em. Lieu trascorreva molte ore giocando, ma la cosa si trasformò presto in un affare fruttuoso. Quando il padre di Lieu ebbe un attacco cardiaco, lei faceva già abbastanza soldi da poter consigliare ai suoi familiari di andare in pensione e permettersi di aiutarli. Le partite continuarono per circa due anni e mezzo prima di "diventare un affare scottante" e Lieu decidesse di smettere temporaneamente.

Da allora, Lieu comprese che il poker era la vocazione della sua vita e quando raggiunse i 21 anni, decise di accettare un lavoro come dealer in un casino per acquisire maggiore esperienza. Nei due anni in cui lavorò in qualità di dealer, si ritrovò a spiegare una grande quantità di mani e spesso a illustrare ai giocatori il modo corretto di giocare le proprie carte una volta mostrate. A 23 anni divenne una professionista e aumentò i suoi livelli di gioco, facendo dell' $80-$160 limit hold'em il suo gioco preferito al Commerce Casino ed al Bellagio di Las Vegas. Grazie ad un istinto acuto e ad un incauto stile aggressivo, il bankroll di Lieu si gonfiò in fretta e presto cominciò a giocare a livelli fino a $400-$800, con punte occasionali di $600-$1,200 quando le occasioni la allettavano realmente.

Dopo aver finito in bolla alcuni eventi dell' L.A. Poker Classic, una frustrata Lieu si rivolse al suo migliore amico, John Phan, per avere consigli in modo da migliorare il suo gioco nei tornei. Phan le diede alcune dritte e le suggerì di provare a partecipare a qualche evento delle World Series of Poker in arrivo, per migliorare alcune tecniche. Lieu fu d'accordo, e viaggiò verso Las Vegas con l'intenzione di giocare soltanto due eventi, il primo dei quail era un $1,500 no-limit hold'em event. Lieu finì per farsi strada poco per volta in un campo di 2,305 giocatori fino ad arrivare al tavolo finale. Al fianco di Allen Cunningham, Scott Fischman, C.K. Hua, David "Devilfish" Ulliott e An Tran, Lieu finì per arrivare 5° con un premio di $168,590. Nonostante avesse deciso in passato di concentrarsi sul gioco cash, ora Lieu si era appassionata ai tornei. Quella estate, finì a premio altre due volte nelle WSOP, nel $3,000 NLHE event e nel $5,000 NLHE event, dove si è piazzata al 12° posto.

Quell'autunno, Lieu si piazzò a premio in tre eventi NLHE preliminari alla Festa al Lago IV del Bellagio, arrivando ad un tavolo finale. Il circuito l'ha poi portata a Foxwoods, dove è arrivata al tavolo finale del $5,000 NLHE event alle World Poker Finals, ed a Tunica, dove si è piazzata al 5° posto nel $2,000 NLHE event al Gold Strike Poker Open ed ha vinto il suo primo premio del WPT nel $10,000 main event. E' stato a casa a Los Angeles, tuttavia, che Lieu avrebbe raccolto la sua prima vittoria in un torneo importante. Ha infatti vinto il $1,000 Limit Hold'em event nel L.A. Poker Classic del 2006 per $40,453 e poi, un anno dopo, il $1,000 NLHE event, sempre nel LAPC, per oltre $148,000.

Nell'estate del 2007, Lieu ha fatto i bagagli ed ha attraversato l'oceano, facendo di Londra la sua casa, e aprendosi la strada negli affari in Europa. Ha firmato un contratto di sponsorizzazione con Chili Poker ed ha cominciato a viaggiare in giro per il mondo per rappresentare il marchio negli eventi più importanti. Quell'anno è apparsa in televisione nella Party Poker Premier League (dove si è piazzata 4°), si è piazzata a premio altre due volte alle WSOP, ed ha giocato due tavoli finali nella stessa settimana all'evento inaugurale dell'Asian Pacific Poker Tour a Macau. Lieu si è recentemente piazzata 7° nel main event con $2,500 di buy-in ed 8° nell'"high roller" event con $15,000 di buy-in. Solo una settimana fa, si è fatta riconoscere alla grande nell'APPT, giocando nel tavolo finale dell'APPT Manila, dove si è piazzata 7°. Come ha sempre fatto, a partire dalla sua prima grande vincita nel 2005, Lieu continua a donare il 20% di tutte le sue vittorie ai tornei in beneficenza.

Quando non viaggia o trascorre del tempo in Vietnam, Lieu divide il suo tempo tra Londra, Los Angeles e Las Vegas.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli