Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

WSOP-C Caesars Palace, Day 3: Vince Justin Bonomo

WSOP-C Caesars Palace, Day 3: Vince Justin Bonomo 0001

Justin "ZeeJustin" Bonomo ha portato a termine un'importante rimonta che gli ha permesso di vincere il World Series of Poker Circuit Main Event al Caesars Palace di Las Vegas - il suo maggiore successo in un torneo dal vivo. Con un tavolo finale che includeva Michael "The Grinder" Mizrachi, Men "The Master" Nguyen ed i già vincitori di bracciale WSOP Matt Graham e Robert Cheung, il Day 3 garantiva in partenza grande divertimento con 16 giocatori ancora in gara per decidere il campione. Alla fine il testa a testa decisivo si è giocato tra Bonomo e Mizrachi in un'epica battaglia che è durata quattro ore.

Michael "The Grinder" Mizrachi ha iniziato il Day 3 con lo stack più grande ed ha subito fatto quello che ogni chipleader dovrebbe fare: eliminare giocatori. La sua prima vittima è stato Matt LaGarde che è andato all-in con {a-Hearts} {q-Spades} rialzando ulteriormente il rilancio di Mizrachi. Mizrachi ha riflettuto qualche istante per poi chiamare scoprendo {k-Hearts} {10-Clubs}. Mizrachi ha realizzato al flop la top pair: {k-Diamonds} {j-Hearts} {2-Spades} ma a LaGarde bastavano un qualsiasi asso o dieci. L'{8-Spades} del turn non gli è stato d'aiuto e quando il river ha dato {9-Diamonds} per LaGarde il torneo era finito. Il suo sedicesimo posto gli è valso $15'697.

Anche Justin Bonomo ha da subito iniziato con eliminazioni facendolo in grande stile sbarazzandosi di Woodley (15°, $17'939) e Jeff Sluzinski (14°, $17'939) in rapida successione. Ha quindi continuato la serie con l'eliminazione di Matt Brady al 13° posto($17'939) giocando una coppia di dieci contro quella di sette servita a Brady. Il chipleader del Day 1 Jeremiah DeGreef ha quindi eliminato Manuel Adel al 12° posto ($20,181) e Nashaat "Tony" Antonious ha eliminato Robert Cheung all'11° ($20,181) definendo così il tavolo finale.

Appena seduti tutti attorno all'ultimo tavolo in gara, lo short-stacked Bert Fujisaki ha spinto al centro le proprie ultime chips preflop con {a-Clubs}{10-Diamonds}. Jack Schanbacher ha chiamato immediatamente con {a-Diamonds}{a-Hearts} e Fujisaki è stato eliminato al decimo posto ricevendo $20'181.

Con quasi una dozzina di anelli di campione del circuito, una buona dose di bracciali WSOP ed altre innumerevoli vittorie tra i giocatori ancora in gara, il tavolo finale di questo evento è stato certamente uno dei più duri nella storia del circuito. Evgeny Serebryakov è stato il primo eliminato da tavolo finale ufficiale (quello a nove giocatori) quando il suo squeeze non ha funzionato come previsto. Il suo nono posto finale vale $24'666.

Pochi istanti più tardi, Nashaat "Tony" Antonious ha perso il coinflip con il quale aveva messo a repentaglio la propria sopravvivenza in gara quando il suo {a-Hearts}{k-Spades} non è riuscito a recuperare sulla coppia di jacks servita a Schanbacher. Antonious ha ricevuto $29'151 per l'ottavo posto. Schanbacher stesso è stato eliminato al settimo posto da Bonomo ricevendo un premio da $35'878.

Dwyte Pilgrim era arrivato al tavolo finale con la speranza di ottenere la seconda vittoria consecutiva nel Circuito dopo il recente successo a Rincon. I suoi sogni di gloria si sono però spenti con un sesto posto da $44'848 causa un altro confronto in coin-flip tra pocket jacks e A-K.

Mizrachi si è quindi messo nuovamente in mostra eliminando Matt Graham e Jeremiah DeGreef in rapida successione. Graham è caduto con {a-Hearts}{9-Hearts} contro l'{a-Diamonds} {k-Clubs} di Mizrachi ricevendo un premio da $56,059 per il quinto posto. Pochi istanti più tardi Mizrachi ha vinto un'altra mano decisiva con {a-Hearts}{q-Clubs} contro Jeremiah DeGreef che è stato così eliminato al quarto posto.

Nguyen era arrivato al tavolo finale di questo evento con ben quattro anelli di campione a proprio credito ma le speranze di vincere anche il quinto si sono spente al terzo posto. Dopo le due eliminazioni precedenti, per la terza volta di fila un giocatore è andato all-in e per la terza volta un giocatore è stato eliminato. Nguyen è andato all-in preflop con {a-Hearts}{6-Hearts} venendo chiamato da Justin Bonomo che giocava con {a-Diamonds}{q-Clubs}. Non è accaduto nulla di straordinario ed il {j-Clubs}{j-Spades}{j-Hearts}{4-Spades}{7-Diamonds} calato sul board ha eliminato Nguyen al terzo posto ($91'937).

Dopo una rapida serie di eliminazioni che hanno portato al testa a testa finale, questo è durato per ben quattro ore. È stato infine Bonomo ad avere la meglio su Mizrachi che trovatosi short è andato all-in preflop con {j-Diamonds}{9-Spades}. Bonomo non ha avuto problemi a chiamare con lo stack più grande e {k-Spades}{q-Diamonds}. Il flop non è stato buono per Mizrachi dando {k-Clubs}{10-Diamonds}{9-Diamonds}, ma un progetto di scala ad incastro gli si è offerto con l'{a-Diamonds} del turn. Il river ha però dato {3-Diamonds} e Mizrachi è stato eliminato al secondo posto ($143,512). Justin Bonomo ha ricevuto un primo premio da $237'692, un posto a sedere al Main Event delle WSOP ed un anello d'oro di campione.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli