Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Maxim Lykov Vince il PokerStars European Poker Tour Kyiv Main Event

Il campione Maxim Lykov

L’inaugurale PokerStars.net EPT Kyiv ha visto la partecipazione di 296 giocatori provenienti da 33 diversi Paesi del mondo, grandi numeri nonostante un frenetico cambio di sede di undici ore da Mosca all’Ucraina. Solo otto giocatori sono tornati ieri al Palazzo dello Sport per prendere posto al tavolo finale, giocando per il trofeo EPT e il primo premio di ben €330,000. Una folla di spettatori si è presentata per dare il proprio sostegno a questo gruppo multi-nazionale di finalisti, molti dei quali adornati con decorazioni blu e gialle per celebrare il Giorno della Bandiera Ucraino.

Qualche minuto dopo mezzogiorno, è stata servita la prima mano sotto le luci delle telecamere sul palco principale. L’azione è stata fin dall’inizio disinvolta, tanto che nei primi livelli si sono viste grosse puntate e frequenti all-in. Tuttavia, c’è voluta quasi un’ora di gioco per vedere la prima vittima del giorno. Vadim Markushevski, arrivato al tavolo finale al secondo posto in classifica, ha avuto lo sfortunato destino di ritrovarsi con la sua coppia di re contro la coppia di assi del grosso stack Alexander Dovzhenko. Il board non ha aiutato il nativo della Bielorussia che è uscito all’8° posto guadagnando €30,000.

Dopo circa 30 minuti, il corto Torsten Tent (Germania) è stato mandato a casa al 7° posto (€45,000) dopo essere andato all in con un dominante {a-Clubs} {8-Spades} contro Maxim Lykov con {k-Diamonds} {8-Diamonds}. Ma un otto e un re al flop hanno vanificato tutte le speranze di gloria di Tent.

Lykov ha continuato nel suo ruolo di specialista delle eliminazioni. L’unico olandese rimasto, Ad Schaap, è stato la sua vittima successiva; Schaap con {a-Hearts} {q-Clubs} non è riuscito ad avere la meglio su {10-Clubs} {10-Spades} del grosso stack. Schaap si è aggiudicato un premio di €60,000, ma la sua eliminazione ha sancito la fine delle speranze di vincere tre titoli consecutive EPT da parte di giocatori olandesi.

Il gioco a cinque è durato per altre tre ore. Alla fine, un aggressivo Vitaly Tolokonnikov ha aperto con un rilancio a 140,000 seguito da Lucasz Plichta che ha mosso all-in. Tolokonnikov ha subito chiamato mostrando {q-Clubs} {q-Hearts}, Plichta ha girato {8-Diamonds} {8-Clubs} bisognoso di aiuto per sopravvivere. Avrebbe voluto prendere un set al flop, cosa che è accaduta al suo avversario con il board che ha dato {10-Hearts} {8-Hearts} {q-Spades} {9-Spades} {5-Spades}. L’unico giocatore dalla Polonia, Plichta, ha così finito al 5° posto con un notevole profitto di €80,000.

Dopo pochi minuti, Arthur Simonyan è stato il successivo ad uscire al 4°. Il russo si è battuto bene per tutto il giorno, il suo stack non ha raggiunto mai un livello alto, ed è stato chiaro che la sua strategia fosse quella di giocare stretto e resistere cercando di salire nella scala dei premi. Alla fine ha fatto la sua ultima mossa con {q-Clubs} {8-Clubs}, ma la coppia di dieci di Dovzhenko gli è stata fatale eliminandolo. Per la sua posizione finale, giusto un gradino sotto al podio, Simonyan è stato ricompensato con €100,000.

Dovzhenko a quel punto si è ritrovato al comando del tavolo finale, ma i tre giocatori rimasti hanno preferito andare alla pausa cena senza farsi del male, ognuno con uno stack di tre milioni in chip.

Ma tutto è cambiato in una delle prime mani di ritorno dalla pausa. Tolokonnikov ha iniziato l’azione con un rilancio a 220,000, seguito da un controrilancio a 550,000 di Maxim Lykov. Tutte le chip sono andate nel mezzo con la chiamata all-in, Tolokonnikov ha girato {7-Hearts}{7-Diamonds} contro {a-Diamonds}{j-Clubs} di Lykov. Il flop è uscito senza fare danno a Tolokonnikov, ma un drammatico {a-Hearts} al turn ha dato il saldo comando a Lykov. Tolokonnikov non ha avuto la fortuna di prendere uno dei due sette rimasti nel mazzo e il russo è stato eliminato al 3° posto, per un premio di €140,000. Ciò ha lasciato un altro russo (Lykov) ed un ucraino (Dovzhenko) heads-up per il titolo. Lykov, grazie al massiccio piatto della mano dell’eliminazione, si è ritrovato al comando in chip di due-a-uno.

Dall’inizio del gioco haeds-up, è subito apparso chiaro che Lykov sarebbe stato difficile da fermare. Dovzhenko ha retto fin quando ha potuto, ma l’aggressione del suo avversario è stata troppo forte alla fine.

L’ultima mano del torneo ha visto un doppio check al flop che ha dato {4-Spades} {j-Diamonds} {7-Spades} con un piatto di 440,000 già nel mezzo. Il turn ha servito {4-Clubs} mettendo una coppia al board. Dovzhenko ha puntato 400,000 prima che Lykov rilanciasse a 1,000,000. Dovzhenko ha annunciato di essere all-in, e, con una scrollata di spalle, Lykov ha chiamato.

Dovzhenko ha girato {j-Clubs} {10-Hearts} per una doppia coppia, ma ben presto avrebbe scoperto che non sarebbe stata sufficiente. Lykov ha mostrato {4-Hearts} {9-Diamonds} avendo preso un tris di quattro al turn. Un inutile {a-Diamonds} al river è stata una bellissima visione per Lykov che ha portato tutti gli 8,8 milioni in chips nel suo stack.

Dovzhenko ha reso il suo Paese orgoglioso in questa settimana, facendosi largo sul field con un'impressionante fermezza e determinazione. Alla fine, il suo sogno di far rimanere il trofeo EPT in Kiev è svanito, il titolo che fortemente voleva gli è sfuggito. Il russo Maxim Lykov è il campione, la sua implacabile aggressività è stata troppo forte per il suo avversario. Per la sua fantastica performance di questa settimana, è stato ripagato con un bellissimo trofeo inciso in vetro, l’ingresso al Grand Final di Monte Carlo e €330,000 in contanti.

Congratulazioni a Maxim Lykov, il primo campione di sempre del PokerStars.net EPT Kyiv!

Se avete perso qualche azione di questa settimana, potete rimediare visitando il nostro blog Live Diretta. E non dimenticate di visitare PokerNews TV per tutti i video e le interviste da Kiev.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli