Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

PokerStars EPT Kyiv Day 2: Lykov al Comando, 68 Rimasti

Max Lykov

E’ stato un giorno pieno di azione il Day 2 del PokerStars.com European Poker Tour Kyiv Main Event. Le eliminazioni si sono succedute rapidamente mentre i giocatori cercavano di consolidare le proprie posizioni in vista del primo premio di €330,000. Quando il gioco si è concluso, il russo Max Lykov è risultato al comando, con uno stack di quasi 400,000 in chips sarà il chip leader del Day 3.

Erano presenti i 203 sopravvissuti dal field originario di 296 giocatori, tutti con la speranza di ben figurare per i cinque livelli da 75 minuti del Day 2. All’inizio del gioco, Viktor Ivanov dalla Russia aveva il comando con 153,825 – circa 3,5 volte lo stack medio. A seguire da vicino c’era l’ucraino Mihalyo Demidenko, con Jason Kudron dagli Stati uniti e Bernard Boutbol dalla Francia non troppo lontani.

Di questo gruppo, Ivanov e Demidenko hanno conservato la posizione nei primi livelli, per poi terminare il giorno con uno stack sopra quello medio. Anche Boutbol ha tenuto alta la pressione, incrementando costantemente lo stack e rimanendo per tutto il giorno tra quelli al comando.

Altra storia per Kudron che non ha avuto un Day 2 altrettanto positivo. Il suo stack si è ridotto rapidamente durante i primi livelli. Essendo ormai corto, Kudron ha trovato un raddoppio fortuito su Katja Thater, che è rimasta con poche chips. Un paio di mani più tardi Thater ha messo il suo piccolo stack all in con {8-Diamonds}{7-Diamonds} contro il nostro Luca Falaschi con {q-Hearts}{q-Spades}. Due sette al flop, ma la sfortuna di Thater è continuata quando una regina è uscita al river, eliminandola dal Main Event. Kudron è durato ancora grazie alle chips di Thater, ma poi anche lui è stato eliminato a metà pomeriggio.

Tra gli altri giocatori, noti che non sono sopravvissuti a giovedì, ci sono i vincitori di braccialetto WSOP Vitaly Lunkin e Alex Kravchenko, così come Cristian Dragomir, Ivan Demidov, Faraz Jaka e Nicolas Levi. Il numero di eliminati è stato alto fin dall’inizio del giorno. Più di 40 sono usciti durante il primo livello da 75 minuti. Altri trenta sono stati eliminati al Livello 9 e all’inizio del Livello 11 c’erano già meno di cento giocatori rimasti.

Jonas Kronwitter (Germania) ha avuto anche lui una buona giornata. Ha iniziato appena sotto gli stack più grossi, ma ben presto è riuscito a metterli alle spalle, costruendo uno stack da un quarto di milione. Tra le vittime di Kronwitter c’è stato l’americano Shaun Deeb che ha avuto la sfortuna di essere spostato alla destra di Kronwitter nel tardo pomeriggio. I due si sono scontrati di frequente e la loro battaglia è culminata alla fine con l’ultima mano di Deeb. Deeb ha rilanciato prima del flop, Kronwitter ha controrilanciato e Deeb ha chiamato. C’erano circa 30,000 nel mezzo quando il flop è sceso {6-Diamonds}{2-Clubs}{j-Spades}. Deeb ha fatto check, Kronwitter ha puntato 17,000, Deeb ha rilanciato all in a 80,000 e Kronwitter ha chiamato, girando {q-Hearts}{q-Diamonds} mentre Deeb ha mostrato {3-Hearts}{3-Diamonds}. Nessun tre è poi uscito e Deeb è stato eliminato.

Kronwitter ha continuato ad accumulare chips, finendo il giorno con un gaudio 365,400. Vitaly Tolokonnika (Russia) ha avuto anche lui un livello finale particolarmente buono, salendo al secondo posto in classifica con 371,100. Tutti battuti però da Lykov, che ha finito con 397,900.

Solo 68 giocatori sopravvissuti, che ritorneranno oggi per il Day 3. Più di metà di questi andranno a premi al Kyiv Main Event, visto che i primi 40 saranno pagati. La bolla dei premi scoppierà oggi, con l’intento di giocare fino a raggiungere i 32 giocatori finali.

Rimanete in contatto su PokerNews per seguire la copertura in diretta del torneo.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli