Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

PokerStars European Poker Tour Kyiv Day 4: Lykov Ancora al Comando al Tavolo Finale

Maxim Lykov

Il field iniziale di 296 giocatori si è ridotto a soli otto al primo PokerStars.com European Poker Tour Main Event a Kiev, Ucraina. Dopo quattro giorni di gioco al Palazzo dello Sport di Kiev, Maxim Lykov dalla Russia si siederà al tavolo finale di oggi come chip leader con quasi 2.6 milioni – un milione avanti all’avversario più vicino.

Lykov ha iniziato il gioco sabato al comando, tuttavia Torsten Tent dalla Germania glielo ha sottratto nelle fasi iniziali. Ma Lykov lo ha riconquistato ancora una volta, costruendo uno stack di 1.5 milioni – con ben mezzo milione di vantaggio su Tent. Nel frattempo i giocatori corti hanno cominciato ad essere eliminati a passo regolare, iniziando con una doppia eliminazione in cui sia Artem Litvinov (Russia) che Michele Limongi (Italia) sono stati mandati a casa perdendo uno scontro all-in contro il russo Nikita Lebedov.

All’inizio del Livello 20 rimanevano solo 20 giocatori. Altri giocatori corti hanno continuato a cadere, sebbene alcuni compresi Michael Meyburg (Germania), Bernard Boutboul (Francia) e Volodymyr Pilyavskyy (Ucraina), hanno avuto una sorte migliore rimanendo in gioco. Un paio di grossi stack, invece, non sono sopravvissuti così a lungo e le loro mani sono state tra le più avvincenti del giorno.

Prima Waldemar Kopyl (Germania) si è ritrovato coinvolto in un grosso piatto contro Vadim Markushevski (Bielorussia). Quasi 250,000 nel mezzo quando il turn ha dato un board di {q-Diamonds}{k-Clubs}{7-Hearts}{a-Diamonds}. Kopyl ha fatto check, Markushevski ha puntato 100,000 e Kopyl ha rilanciato all in. Markushevski ha chiamato immediatamente girando {j-Clubs}{10-Clubs} per una scala. Kopyl, invece, aveva fatto un bluff con {5-Clubs}{4-Diamonds}, ed è stato eliminato al 17° posto.

Poco più tardi, mentre i giocatori corti facevano il loro dovere rimanendo in gioco, un'altra grossa mano è stata offerta dall’americano Andrew Malott e l’ucraino Alexander Dovzhenko. Malott, che aveva eliminato il suo connazionale Alex Fitzgerald al 14° posto qualche orbita prima, ha aperto con un rilancio da under the gun di 31,000 e Dovzhenko lo ha chiamato dal cutoff. Il flop ha dato {9-Hearts}{4-Spades}{q-Clubs} e Malott ha continuato con una puntata di 45,000. Il turn ha portato {a-Hearts} e un check da Malott. Dovzhenko ha puntato 100,000 e Malott ha rilanciato a 240,000. Dovzhenko ha risposto andando all-in, chiamato subito da Malott, creando un’enorme piatto di circa 1.4 milioni. Malott ha fatto una doppia coppia con {a-Diamonds}{4-Diamonds} ma si è ritrovato nei guai contro il set di regine di Dovzhenko con {q-Diamonds}{q-Spades}. Il river ha dato {9-Diamonds} e nell’ultima mano prima della pausa cena Malott è uscito al 13° posto.

Boutbol sarebbe poi uscito al 12° posto nella prima orbita di ritorno dalla pausa. Pilyavskyy poco dopo all’11° posto. Il successivo a lasciarci è stato il russo Alexey Maslov che ha chiamato un rilancio preflop del suo connazionale Lykov, per poi entrambi fare check al flop di {a-Clubs} {5-Clubs} {9-Spades}. Il turn è sceso {j-Diamonds}. Maslov ha fatto check, Lykov ha puntato 52,000 – metà del piatto – e Maslov ha risposto con un sostanzioso rilancio. Lykov allora è andato all-in e Maslov in modo entusiasta ha fatto il call con le sue ultime chips. Maslov ha mostrato {a-Spades} {8-Spades} ma è stato sconfitto da {a-Diamonds} {j-Clubs}, uscendo al 10° posto.

I restanti nove giocatori sono stati risistemati e disposti intorno al tavolo televisivo, situato sul palco all’estremità dell’Arena dello Sport di Kiev. A questo punto, Dovzhenko aveva il commando con oltre 2.2 milioni, seguito da vicino da Lykov e Markushevski, entrambi con oltre 2 milioni. Una combinazione di gioco stretto e qualche mano fortuita per gli short stack ha fatto si che il gioco si protraesse per altre diverse ore.

Durante l’ultima ora di gioco, un paio di grosse mani hanno visto ingenti spostamenti di chips intorno al tavolo. In una di queste, Lykov ha fatto al river una scala Broadway battendo il set di otto di Tent, accaparrandosi un piatto di 2 milioni. In un'altra, Dovzhenko ha usato la sua coppia di regine per prendersi un bel pezzo del grosso stack di Lykov.

Alla fine, dopo circa tre ore e mezzo dall’inizio del gioco a nove, Meyburg è andato all-in di 316,000 con {7-Diamonds}{7-Clubs} contro Tolokonnikov con {a-Diamonds}{10-Spades}. Un dieci è uscito al flop e Meyburg, dopo essere stato corto per tutto il giorno, è uscito al nono posto.

Lykov ancora una volta ha passato la notte al comando con 2.597 milioni, seguito da Markushevski con .652 milioni e Dovzhenko con 1.59 milioni. Un montepremi di oltre €1,000,000 sarà diviso tra gli otto finalisti, tutti che mireranno a conquistare però il primo premio da €330,000 e il trofeo EPT.

Seat 1: Vadim Markushevski (1,662,000)
Seat 2: Lucasz Plichta (731,000)
Seat 3: Adrian Schaap (520,000)
Seat 4: Arthur Simonyan (531,000)
Seat 5: Torsten Tent (264,000)
Seat 6: Maxim Lykov (2,597,000)
Seat 7: Alexander Dovzhenko (1,590,000)
Seat 8: Vitaly Tolokonnikov (1,019,000)

Non perdetevi tutta l’azione del tavolo finale di oggi su PokerNews.

Name Surname
Martin Harris

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli