Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Pokerstars Asia Pacific Poker Tour Auckland Day 2: Jason Brown Saldamente al Comando

Jason Brown

Il Day 2 del PokerStars.net Asia Pacific Poker Tour Auckland Main Event doveva determinare i 32 giocatori finali che avrebbero conquistato un premio garantito. La giornata è iniziata dopo mezzogiorno orario della Nuova Zelanda con i 130 giocatori provenienti dai due round del Day 1 pronti a lottare per aggiudicarsi una parte del montepremi.

Due storie da segnalare dalla sessione di gioco. La prima è stato il passaggio di Emad Tahtouh da chip leader con un massiccio vantaggio all’eliminazione in così breve tempo che la gente presente e i media non si sono nemmeno accorti della sua uscita.

Infatti, Tahtouh aveva iniziato il giorno in testa con 162,900 chips e circa a metà giornata il gioco per il pro australiano ha preso decisamente una cattiva piega.

Sembra che Tahtouh avesse rilanciato a 10,000 dal grande buio e quando la mano è passata al giocatore locale, Jason Brown, dal piccolo buio ha rilanciato ancora a 25,000. Tahtouh è andato all-in e subito Brown ha chiamato girando una coppia di re contro la coppia di sei di Tahtouh.

Brown ha floppato un set per un piatto da 250,000 chips. Nella mano successiva, Tahtouh ha mandato di nuovo i resti con {k-}{9-} ad un flop con re carta alta ma si è ritrovato contro {k-}{q-}. Tahtouh è stato eliminato e Jason Brown ha cominciato il suo dominio sul field, per finire con 632,000. Sempre lui è stato il protagonista di una delle mani più intriganti dell’intero giorno dopo aver fatto un grosso call in un piatto di quasi 500,000 chip.

Brown ha aperto da posizione intermedia ed è stato chiamato da Sean Wilson dal grande buio. Il flop ha servito {j-Diamonds}{4-Clubs}{2-Diamonds} e Wilson ha fatto prima check e poi ha visto la puntata di 20,000 chip di Brown. Il turn ha dato {j-Hearts} e ancora una volta Wilson ha prima fatto check e poi ha chiamato la puntata di 50,000 di Brown.

Il river è sceso {2-Hearts} e Wilson è andato all-in con solo un progetto di colore. Brown non si è lasciato intimorire e ha fatto il grande call aggiudicandosi l’enorme piatto con {k-Spades}{4-Spades} per solo una doppia coppia.

Il premio per la singolarità del giorno è andato a Assadour ed Eric Assadourian. Questi padre e figlio sono entrambi andati a premio nel torneo, dimostrando che se Eric è un Team PokerStars Pro, suo padre non è certo una schiappa. Sarà interessante vedere se si arriverà ad uno scontro in famiglia al tavolo finale.

Ovviamente, mentre 32 giocatori sono arrivati a premi, molti sono usciti prima della bolla e alcuni tra i grandi nomi sono stati eliminati tra cui i membri del Team PokerStars, Celina Lin, Grant Levy e Tony Hachem, insieme ai neozelandesi Graeme Putt e James Honeybone, al giocatore di poker e scrittore americano Dennis Waterman. Infine, anche il proprietario di PokerNews, Garry Gates non è riuscito a sopravvivere al Day 2.

Il gioco è ripreso a mezzogiorno locale per il Day 3 in cui i 32 giocatori rimasti, con un premio garantito di almeno $5,523 NZD, si affronteranno per arrivare al tavolo finale. Come sempre, rimanete in contatto su PokerNews per tutti gli aggiornamenti da Auckland.

Non dimenticate di diventare nostri fan su Facebook.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli