Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Un Altro Anno Di PokerNews Si Conclude. A Chiuderlo Tre Avventure...

Un Altro Anno Di PokerNews Si Conclude. A Chiuderlo Tre Avventure... 0001

Concludiamo l'anno, dedicando un po' di tempo ai nostri grandi giocatori, con la speranza che venga il tempo di avere anche noi un super team PokerNews.

Ci sono stati ottimi risultati tra molti utenti, la lista sarebbe lunga, non me ne vogliate se non la illustro. Dedichiamo questo articolo a tutte le persone che sono rimaste fedeli alla linea di PokerNews, che hanno dato l'anima per giocare, superando anche tutte le difficoltà che quest'anno ci ha portato (pokeristicamente parlando). Non potendo interpellare tutti quelli che con impegno hanno ottenuto buone prestazioni rendendoci molto orgogliosi, abbiamo deciso di sentire quelli che questo mese hanno dato il meglio. Stiamo parlando di tre nostri valiti utenti e amici: Roberto Rosato nick Roby, Andrea Marcelli nick Ironic e Simone Zullo nick Roesi.

In ambiti diversi hanno tutti e tre hanno avuto delle belle esperienze, ma ora lascio alle loro parole il racconto delle valorose imprese.

Partiamo con Roby, che gioca da tre anni prevalentemente online, spesso succede a chi ha una famiglia. Ci racconta di aver partecipato per caso al Sunday Night: “

Visto che avevo vinto il tkt con un sat da 5€ rebuy, durante la seconda mezz'ora incappo in una mano molto "fortunata" almeno per me ossia una coppia di assi che tiene in un pot a tre che mi permette di portare il mio stack a circa 15K. Continuo a giocare tranquillo e d anche chiuso aspettando il momento giusto. Gioco molto chiuso e per fortuna le mie starting hands tengono ma questo mio attendere la mano buona non fa altro che accorciare il mio stack fino a quando con una coppia di 99 da cut off rilancio 3bb bui 300-600 e trovo il BB che manda la vasca per 16K circa io con uno stack di 15K decido di chiamare e mi trovo di fronte ad unacoppiadi JJ ma jokerstars mi fa chiudere una spendida scala al river a sto punto sopravvivo rubando qualche buio da middle o da button. questo mi permette di arrivare tranquillamente itm e qui due mani fondamentali che mi permettono di andare tra i primi stack: prima da sb raiso con A9s il bb manda la vasca ed io chiamo in base alle info che avevo ed infatti lo trovo con A6o (chiudo poi colore) e poi da BB difendo su un raise dello sb con KTo trovo un T al flop e chiamo l'allin del mio oppo che era in bianco totale con un K3o, (comunque chiudo poker). Rimasti in due tavoli arriva la svolta definitiva, TT da middle con circa 93K e bui 2K-4K rilancio standard a 9999 (mi diverto con i nnumeri) il BB difende dall'alto dellesue 222K chips flop AA2 lui check io check turn 5 check check river 8 lui bet piatto io penso due secondi e vado allin il genio mi chiama con 68!!!

Arrivo al tavolo finale e spillo per ben due volte consecutive AK la prima tribetto un raise standard di 3bb ed ottengo il fol. La seconda raiso io a 19999 con bui 3k-6k ed lo sb mi tribetta ed a sto puntovado allin,siamo pari stack, mitrovo però un callcon JJ flop bianco ma un dolcissimo A al turn mi porta a 400K chips, permettendomi di giocare molto rilassato il mio tavolo finale.

Ci ritroviamo in tre quasi pari stack, giochicchiamo senza mai scontrarci fino a quando mi ritrovo in BB con AA con lo sb che mi rilancio e qui inizia una guerra di raise e reraise che ci porta entrambi in allin dove i miei AA reggono vs i suoi QQ; a questo punto in HU visto che avevo il doppio dello stack del mio avversario, non mi è stato difficile aspettarlo e colpirlo con una coppia di JJ che tengono vs i suoi AKs in una mano da film con flop che mi regala il set ma un progetto di flush al mio oppo che non si concretizza ne al turn ne al river regalandomi cosi la vittoria dopo circa 8h e 30 minuti di gioco. Un Torneo giocato diciamo in maniera accorta e con buone letture sugli avversari ma anche con una buona dose di fortuna nei momenti cruciali! L'avvento di PokerStars.it ci ha regalato si una room che è il top come grafica supporto e quant'altro ma che da un punto di vista puramente pokeristico altro non è che la figlia "moron and retard" della .com. Ho sempre criticato, questa chiusura nel quale il ghetto Italiano .it, si è ritrovato.

Nonostante la mia visione, devo ammettere che su Ps.it ho ottenuto dei buoni risultati: vinto un Night on Stars, vinto un Sunday Night e ancora un terzo posto al Night on Stars, questi sono i piazzamenti migliori per questo anno.”

Mentre Roby è impegnato on line, tra le mura domestiche, a San remo gli impavidi Roersi e Ironic erano impegnati ad un tavolo televisivo Poker Stars, di grande eccezione sentiamo da loro che succedeva...

Partiamo da Roesi che ha conosciuto PN cercando qualcuno che partecipasse come lui alla All stars of poker. Lui gioca sia on line che live. Ecco come è andata la sua serata:

“A San remo mi ha accompagnato la mia ragazza, Arrivati nella sala principale di registrazione televisiva i tecnici Endomol ed il registra ci hanno dato qualche dritta sul da farsi.
In quel momento ho scoperto che il vip al mio tavolo era Karina Cascella mentre il PRO era Luca Pagano. Giro di chiamate a tutti i miei amici per comunicare la mia immensa felicità nel giocare contro Pagano, che sinceramente è il giocatore che ammiro di più.

Sinceramente avevo un freddo porco e sicuramente era per l'agitazione, visto che nella sala erano presente due "veline" praticamente nude. Primo piatto floppo 4/5 a fiori e penso dentro di me: uaooooo si inizia bene, invece il turn ed il river nulli che pena ho perso il primo piatto un 600 su 10000 chips che avevo. Dopo di che decido di giocare cauto, ho rovinato Karina Cascella in un piatto cosi: io di BB non guardo le carte e checko al flop Q 8 2, Karina punta 1000, allora decido di guardare le carte. Aahaha avevo AA, riraise da parte mia Karina call, esce al turn . Ancora Karina check io bet 1500:al river un 10 Karina chech k ed io punto 2000 Karina ci pensa 10 minuti io le dico che non ho visto le carte prima del flop, ma lei ha voluto vedere lo stesso la mia puntata. Le ho girato i due assi ed è rimasta leggermente male.

Arrivati in tre, ero il chip leader ma purtroppo la troppa voglia di vincere mi ha fatto alla fine perdere. Peccato, ma è stata comunque una grande soddisfazione. Per tutto torneo ho tenuto sopra le fiches e sopra le carte un babbo Natale in miniatura che mi ha portato molta fortuna.

Al momento di uscire ho lasciato il mio portafortuna a Luca Pagano che mi ha fatto i complimenti e che mi ha ringraziato per il portafortuna. Alla fine Luca Pagano ha vinto il torneo e mi ha ringraziato personalmente, promettendomi che al prossimo Ept lo terrà in tasca...
CHE SODDISFAZIONE. Luca è veramente oltre che un ottimo giocatore è un ottima persona.”

Il primo approccio con il Texas Hold’Em, Ironic l'ha avuto circa 3 anni e mezzo fa, ad una manifestazione estiva a Roma, sponsorizzata da Everest. In quell’occasione gli regalarono il cd d’installazione del software. Da li è iniziato il tutto, ma come è andata la sua avventura?

“L'esperienza a Sanremo è stata davvero bella. Sinceramente credevo di sentire di più l’emozione, soprattutto per il fatto di giocare al tavolo con Dario Minieri e per la situazione del tutto assurda (per me) di trovarmi ad un tavolo televisivo. Il fatto che tutti potranno vedere le tue carte e le tue giocate credevo mi condizionasse molto di più. Sia questo aspetto, che l’emozione di cui accennavo prima, sono svanite del tutto una volta seduti al tavolo.

La “parte giocata” di questa esperienza non è andata come speravo. Ma in un tavolo shootout (vince e avanza al round successivo solo il vincitore del tavolo) le carte la fanno da padrona quando i bui si alzano. Ed io ho visto mani buone nel momento sbagliato, cioè all’inizio. Poi con la fortuna che mi contraddistingue J da short ho provato a rubare i bui andando all-in da bottone e ho trovato l’instant raise dello small blind che mi gira KK contro la mia misera mano Q6 di fiori. Eliminato in 5^ posizione si è conclusa la mia esperienza sanremese. Giocare con Dario è stato un onore, sono riuscito a vincere all’inizio del gioco l’unica mano che ho giocato vs di lui. Lui è come lo si vede, anche al tavolo. Un gran parlatore, ti incasina con i suoi ragionamenti ad alta voce e gioca ogni tipo di mano allo stesso modo. Un avversario davvero difficile.”

Non ci rimane che augurare a tutti gli amici di PokerNews un fortunato e avventuroso anno nuovo.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli