Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Schede Professionisti: Ryu, piccolo Cid Era Il Paladino Della Giustizia, Dario Ryu Alioto Il Judoka Del Poker

dario alioto

Biografia

Accanto a Max Pescatori, Luca Pagano e Dario Minieri, Dario Alioto “ Ryu”è senz'altro tra le figure più apprezzate nel mondo del poker. Siciliano, nato il 18 luglio 1984 a Palermo, Dario è inizialmente una giovane promessa del mondo della lotta libera e del judo su scala nazionale ma ad un certo punto decide di intraprendere una nuova via: quella del poker. Lui stesso racconta nell'intervista rilasciata a PokerNews:

“Ho sempre amato i giochi di carte e qualunque gioco in generale. Sono sempre stato molto competitivo fin da piccolo e il vantaggio delle carte era che potevi portarle sempre in giro agevolmente ed era praticamente possibile giocarci ovunque, bastava solo avere un avversario. Da quando imparai le regole del poker intorno agli undici anni, qualunque altro gioco di carte sembrava una noia mortale a confronto”.

Per Dario la disciplina e la caparbietà sono doti che ha sviluppato prima di intraprendere la carriera pokeristica. Per praticare le arti marziali, bisogna avere molta determinazione e pazienza; a Dario sono bastati sette mesi di impegno a livelli di base, per affrontare da giocatore capace tornei più prestigiosi e impegnativi.

Il giovane Ryu ha dato il suo primo grande segnale all'EPT di Barcellona nel settembre 2005, la possibilità di arrivare ad un evento così importante l'ottiene vincendo on line. Lo si vede in azione accanto ai più famosi giocatori di poker nel tavolo finale, un biglietto da visita che gli ha offerto la chiave del mondo dei Pro. In questa occasione in Alioto si è riconosciuto uno specialista e il suo primo torneo dal vivo si conclude con un ottimo 7° posto e con 52.000 euro in attivo.

Nell'estate del 2007, Dario si è lanciato nella grande avventura delle WSOP. Non solo premi in denaro per due tornei, ma perfino un posto al tavolo finale nell'evento PLO Hi/Lo Split 8 or Better da 1500 dollari.

Un giocatore poliedrico, anche se la sua passione e il suo miglior risultato è stato per la specialità Omaha. Nel 2007 arriva ad ottenere il primo posto alle World Series of Poker Europe; l'evento dove ha anche vinto l'ambito braccialetto.

Continuando con le gesta del nostro siciliano, una grande richiesta da Full Tilt Poker nel 2008 lo porta ad accettare con orgoglio di far parte del team. Caparbio più di sempre arriva all'evento 34 delle WSOP Omaha con limite del piatto di 1,500$ di Buy-in, si siede al tavolo finale uscendo 4º e vincendo 180,534$.

Ottimo anno anche il 2009 per Dario, nuovo ingaggio per lui con Sisalpoker. Buoni i risultati riportati sia nell'evento 5 delle WSOP Omaha, che in quello che si può definire uno dei più grandi tornei di PLO della storia del poker, con limite del piatto di 1,500$ di Buy-in; l'italiano arriva al tavolo finale uscendo 7º e portandosi a casa 29,881 $, dopo una agguerrita selezione del campo di partenza, composto da ben 809 giocatori, tutti a contendersi l'ambito braccialetto, vinto dal francese Jason Mercier.

Sempre nel 2009 all'evento 42 delle WSOP Mixed Event di 2500$ di Buy, altro tavolo finale, per lui un 8º posto e la vincita di $25,860 $, al torneo partecipavano 412 giocatori, con nomi del calibro di Daniel Negreanu, Marcel Luske, Todd Brunson. Lui stesso racconta nel suo blog: “Queste Worlds Series sono state positive per me sotto il punto di vista dei piazzamenti, forse pero' analizzando altri aspetti sarebbe potuta andare decisamente meglio. La preparazione non è stata ottimale, per me le Wsop sono arrivate in un lampo. I mesi che le precedevano sono stati sobbarcati di una miriade di impegni portati dalla nuova sponsorizzazione di Sisalpoker, ma anche dovuti alla formazione del Team Pro di cui sono orgogliosamente capitano. Questo non mi ha permesso di esercitartarmi - come sono solito fare - in quelle varianti di poker che formano i vari eventi Wsop, che pero' non mi capita' spesso di giocare durante l'anno. Anche durante lo svolgimento delle stesse ho avuto molto da fare con cose che avevano poco a che vedere con il poker giocato, dovevo spianare la strada ai miei compagni di Team i quali si accingevano tutti ad esordire alle Wsop e dovevo rendere possibile il progetto della Sisal Poker House che altrimenti non sarebbe stato realizzabile.”

Nonostante tutte queste "interferenze" come le definisce Alioto, il giovane siciliano è riuscito non solo a proporsi come imprenditore con il suo nuovo sponsor, ma ad integrare al suo palmares ben due final tables che l'hanno equiparato al grande Pescatori, in testa agli italiani che hanno partecipato a più final tables alle Wsop. Purtroppo non bene il Wpt a Venezia in maggio che lo vede out al secondo giorno.

Si riprende in settembre sempre a Venezia confermando un secondo posto all’H.O.R.S.E Poker Grand Prix. Poi Londra gli porta fortuna e per Dario inizia una sessione molto positiva la magica vittoria a Londra al Pot Limit Omaha hi/low nel torneo con 1000 Pound di buy-in, durante gli European Chemapionship of poker (Campionato Europeo), un quarto posto all’europeo di PLO 6-handed ed un secondo posto al PLO Shootout. “Unico rammarico - racconta Dario - e’ stata l’eliminazione in bolla all’evento Holdem/Omaha delle Wsope, che e’ stata un po’ traumatica perché si e’ sviluppata in una mano dove giocavo con una monster hand, che però e’ stata crackata da un avversario che pur avendo la certezza di partire in svantaggio ha deciso di tentare la sorte.”

Altri punti a favore del giovane palermitano:
− Leader della Europen Omaha all time money list - classifica che racchiude tutti i risultati di Omaha dei giocatori europei in territorio europeo, quindi giocatore più vincente di tutti i tempi in quest'ambito.
− Miglior giocatore di Pot limi Omaha hi ( hi-low ) delle World Series of Poker nel periodo 2007-2009 per i seguenti risultati conseguiti: 1 vittoria/braccialetto , 3 Final tables e 2 In the money.
− Ottavo classificato nella All time Wsop Omaha money list.

Stile di gioco

Dario inizia a giocare e a perdere e si racconta così: “All'inizio non ero nulla più che l'ultimo arrivato, ovvero il pollo di turno e nell'arco della prima settimana di gioco persi meritatamente l'importo equivalente che ricevevo con la paghetta in due mesi. In realtà il problema principale era che avevo cominciato subito a giocare delle partite troppo difficili e troppo costose per un giocatore che ha appena iniziato a cimentarsi col Texas Hold'Em on-line. Dopo questa prima settimana traumatizzante dietro consiglio di giocatori più esperti cominciai a giocare le partite più basse che erano disponibili a quell'epoca ( 0.25-0.50 Fixed ) dopo aver depositato cinquanta euro e da allora non ne ho mai più avuto bisogno”.

Con questo inizio un po' burrascoso il nostro siciliano si è distinto per uno stile molto deciso e spesso aggressivo, soprattutto nell'Omaha, dove ha moltissime occasioni di bluffare con successo. Questa specialità Ryu la reputa più divertente, più tecnica del THN e a parità di stakes il livello medio è più basso che nell'Hold' em. Queste le sue considerazioni: “ è un gioco divertente, che da azione, ogni carta può cambiare la winning hand e il check-raise è sempre in agguato. Inoltre è un gioco dove è molto facile commettere degli errori; insomma era una grande sfida per me. Mi rendevo conto che specializzandomi in questo gioco avrei potuto sviluppare un elevato margine di abilità rispetto ai miei avversari e ciò mi avrebbe permesso di massimizzare i profitti, divertendomi e continuando ad imparare strada facendo.”

Ha super capacità analitiche e di autocritica che lo hanno sempre spinto a cercare di curare lo stile nei minimi particolari. Dario essendo un giocatore iper calcolatore, riesce volutamente a impostare uno stile conservativo cercando di dare l'immagine di giocatore molto tight/rock, cioè di un giocatore che seleziona accuratamente le mani da giocare e abbandona facilmente la mano a fronte di rilanci, insomma l'estremo tipo tight. Altra tecnica che Ryu ha imparato da due grandi giocatori come Phill Hellmuth e Pescatori spesso è quella di prendersela comoda volutamente, rinunciando a qualcosa nei primi minuti gioco, ma potendo sfruttare a fine giornata il fatto di essere più riposati facendo leva sul fatto che gli avversari hanno due ore di sonno in meno e saranno senz'altro più stanchi.

Risultati

07-Ott-2009 £ 500 Pot Limit Omaha – Shootout EPT Londra, 2° £ 880
03-Ott-2009 £ 1,000 Pot Limit Omaha Hi/Lo EPT Londra, 1° £ 22,000
01-Ott-2009 £ 1,000 Pot Limit Omaha EPT Londra, 4° £ 6,850
17-Sep-2009 € 2,000 H.O.R.S.E Poker Grand Prix, Venezia 2° € 11,800 $ 17,329
21-Giu-2009 $ 2,500 Mixed Event 40th World Series of Poker (WSOP) 2009, Las Vegas 8° $ 25,860
01-Giu-2009 $ 1,500 Pot Limit Omaha 40th World Series of Poker (WSOP) 2009, Las Vegas 7° $ 29,881
29 Giu-2008 $ 10,000 World Championship Pot Limit Omaha 39th World Series of Poker (WSOP) 2008, Las Vegas 19° $ 28,651
22-Giu-2008 $ 2,500 2-7 Triple Draw Lowball 39th World Series of Poker (WSOP) 2008, Las Vegas 12° $ 9,579
18-Giu-2008 $ 1,500 Pot Limit Omaha 39th World Series of Poker (WSOP) 2008, Las Vegas 4° $ 180,534
09-Jun-2008 $ 5,000 No Limit 2-7 Draw Lowball 39th World Series of Poker (WSOP) 2008, Las Vegas 9° $ 34,700
29-Feb-2008 € 200 Pot Limit Omaha 2008 CAPT Bregenz Open, Bregenz 9° € 1,790 $ 2,653
08-Sep-2007 £ 5,000 Pot Limit Omaha World Series Of Poker - Europe, Londra 1° £ 234,390
25-Aug-2007 € 300 Pot Limit Omaha Campionato Italiano di Poker Quarta Tappa, Sanremo 1° € 5,000
01-Lug-2007 $ 10,000 World Championship Pot Limit Omaha 38th World Series of Poker (WSOP) 2007, Las Vegas 35° $ 22,137
25-Giu-2007 $ 1,500 Pot Limit Omaha Hi/Lo Split 8 or Better 38th World Series of Poker (WSOP) 2007, Las Vegas 6° $ 33,759
02-Dic-2006 $ 5,000 No Limit Hold'em Ongame Network Poker Classic, Barcellona 36° $ 11,280
29-Apr-2006 € 1,000 Main Event - No Limit Hold'em 15th Annual Torneo di Poker, Nova Gorica 8° € 3,492
30-Ott-2005 € 150 No Limit Hold'em The Irish Winter Festival of Poker 2005, Dublin 13° € 600
19-Ott-2005 € 100 No Limit Hold'em The King Solomon's 1st Amalfi Open, Maiori 3° € 2,175
16-Sep-2005 € 4,000 EPT Main Event - No Limit Hold'em Barcellona Open 2005, 7° € 52,000

Brevi Chicche

Dario e l'immagine dell'atleta sia fisicamente che mentalmente. La sua giovinezza passata alla ricerca dell'equilibrio attraverso il judo si è poi spinta verso il gioco, non abbandonando le caratteristiche che adoperava in modo magistrale anche nello sport: “Per essere un buon atleta la disciplina è fondamentale, senza di essa è impossibile riuscire a reggere dei ritmi di allenamento massacranti tutti i giorni dell'anno compresi festivi, riuscire a mantenere uno stile di vita sano, portare a termine delle diete necessarie al raggiungimento del peso prefissato dalla categoria di appartenenza, ma anche riuscire a rispettare i giusti tempi di recupero seguendo le terapie dopo un infortunio. La disciplina paga sempre, questo l'ho imparato quando ancora combattevo e da allora l'ho sempre tenuto a mente, basti pensare che ancora mi porto dietro degli infortuni che non ho curato come dovuto e che mi hanno anche forzato a smettere quel tipo di carriera.”

Anche Alberto Russo per tutti Grandealba sostiene che Dario Alioto rappresenti appunto la disciplina che ogni vero giocatore dovrebbe avere: “ha scelto l'Omaha in tempi non sospetti e si è dedicato a quello anima a corpo fino a diventarne il campione del mondo.”

Come molti vip del poker, anche Dario Alioto esporta in tutto il mondo una parlata che lo contraddistingue. L'accento prettamente palermitano lo contraddistingue anche nella coniazione di neologismi come il celeberrimo "il Cartante"

Per ulteriori approfondimenti:

Intervista PokerNews
Il blog di Alioto La pagina Wikipedia di Dario Alioto

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli