SU PokerNews.IT PUOI GIOCARE SOLO SE HAI ALMENO 18 ANNI. IL GIOCO PUÒ CAUSARE DIPENDENZA. GIOCA RESPONSABILMENTE.

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 18+

Notizie Flash: Full Tilt fa Causa, Gioco Online in Florida e Altro

Kara Scott

Nell’edizione di oggi delle Notizie Flash vi parliamo dell’ultima causa in cui è coinvolto Full Tilt (come querelante), del futuro del gioco online in Florida e molto altro.

Nel Caso lo Aveste Perso

Non solo i giocatori di poker hanno invaso Melbourne per il 2010 Aussie Millions, ma ormai il primo giorno del primo evento della serie è nei libri e potete trovare il riassunto qui.

Anche se il PokerStars Caribbean Adventure Main Event è finito, l’evento High Rollers è ancora in corso. Il tavolo finale è stato definito e se volete sapere chi vi siederà, basta leggere il nostro riassunto.

La Causa di Tilt

Full Tilt Poker è di nuovo coinvolto in un'altra causa legale, ma questa volta, è il sito ad averla intentata. Il gigante del poker online ha chiamato in giudizio Clonie Gowen in una corte federale. Tale atto non è stato presentato per richiedere un risarcimento economico, a parte le spese legali, ma si vuole ottenere un attestato in cui lei dichiari di non possedere l’un percento di proprietà della società come precedentemente affermato.

Se non avete seguito le vicende legali di Full Tilt, Gowen aveva fatto causa alla società perché secondo lei esisteva un accordo orale secondo cui lei era titolare dell’un percento della compagnia, ma tale accordo non era stato rispettato in quanto Tilt non le aveva pagato i dividendi. L’udienza è prevista per il primo di febbraio, come sempre, se ne sapremo di più vi terremo aggiornati.

Leggete di più circa la causa su Pokerati.

La Florida Online?

La prossima settimana, il Florida Office of Program Policy Analysis and Government Accountability presenterà il proprio giudizio sul gioco online alla commissione del senato che si occupa del settore. La Florida è uno dei tanti stati che stanno considerando la legalizzazione del gioco si internet per aiutare l’economia locale.

Gambling911.com vi dice di più.

Kara Scott con Party

Kara Scott ha raggiunto un accordo con Party Poker. Come membro del Team Party, giocherà negli eventi live in giro per il mondo e continuerà a fare da presentatrice televisiva per gli eventi PartyPoker.

“È fantastico aver firmato un contratto per far parte del Team Party. È perfetto per me, così avrò la possibilità di migliorare il mio gioco nel circuito live e potrò continuare a presentare. Sono davvero eccitata per quello che mi aspetta," ha detto Scott.

Molti di voi sanno che Scott ha rimpiazzato AJ Benza ad High Stakes Poker recentemente e sarà la presentatrice della PartyPoker Premier League a Las Vegas nel prossimo febbraio.

“Kara è un ottimo acquisto e non vediamo l’ora di iniziare a lavorare insieme. Lei ha ormai un rapporto storico con PartyPoker.com dopo aver conquistato lo Sports Stars Challenge III e siamo davvero impressionati dai suoi progressi da allora. Oltre a essere una grande presentatrice, Kara è anche una fantastica giocatrice con ottimi risultati e ha il potenziale per migliorarsi ancora. Siamo contenti di questa collaborazione," ha detto un portavoce di PartyPoker.

Congratulazioni Kara!

Operatori di Gioco Online Attenti nel Regno Unito

Il Dipartimento della Cultura, Media e Sport nel Regno Unito sta discutendo di cambiare la regolamentazione del gioco online.

“Il gioco su internet è cambiato significativamente negli ultimi anni e ormai sono tanti i paesi europei che stanno avendo un nuovo approccio verso la regolamentazione. Sarebbe un errore per noi mantenere tutto invariato quando molte cose stanno cambiando intorno a noi – specialmente quando si tratta della protezione dei consumatori britannici," ha detto il ministro dello sport britannico Gerry Sutcliffe.

Una delle novità sarebbe la richiesta per le società di gioco offshore di avere una licenza per pubblicizzare e operare sul mercato britannico. Corrono anche delle voci secondo cui il governo abbia intenzione di aumentare le tasse a riguardo, ma un portavoce del Tesoro ha subito smentito dicendo, “L’obiettivo del Dipartimento della Cultura, Media e Sport (DCMS) è quello di rivedere la regolamentazione – non la tassazione.”

Scoprite di più su OnlinePoker.net.

Non dimenticate di seguirci su Facebook.

Name Surname
Elaine Chaivarlis

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli