Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

World Poker Tour LA Poker Classic Day 2: Negreanu e Rousso tra i Migliori Dieci

daniel negreanu

Un’altra giornata si è conclusa al Commerce Casino dove si gioca il World Poker Tour LA Poker Classic e il field si è ridotto dai 400 iscritti a soli 186 giocatori. Anche se Salvatore Deluca è ora il chip leader con 431’000 due Team PokerStars Pros sono al suo inseguimento. Daniel Negreanu occupa la terza posizione nella classifica provvisoria con 316’500 e Vanessa Rousso ha concluso la giornata al sesto posto con 221’000.

Due mani in particolare hanno contribuito all’ascesa di Negreanu. Stando a quanto racconta nel suo blog, Negreanu nella prima mano ha rilanciato da una delle prime posizioni con {3-Clubs} {4-Clubs}. Due giocatori lo hanno chiamato per vedere il {2-Clubs} {3-Diamonds} {5-Clubs} del flop che ha trasformato la mediocre mano di Negreau in una possibile monster. È stato così lui ad aprire con una puntata da 3’500 inducendo al fold uno degli avversari ma quello al big blind ha rilanciato di altre 6’000. Negreanu ha così alzato la posta ancora una volta per altri 15’000 ottenendo in risposta l’all-in dell’avversario. Negreanu ha chiamato per scoprire il suo avversario in vantaggio con {3-Hearts} {8-Diamonds}. Il quattro al turn è però stato tutto a favore di Negreanu così come il {k-Spades} del river.

Negreanu ha fatto lo scalpo ad un altro giocatore quando si è trovato su un board che leggeva {q-Spades} {10-Clubs} {8-Diamonds} {a-Spades} {8-Hearts} ed un piatto che valeva circa 50’000. È stato ancora una volta lui a puntare altri 40’000 e il suo avversario, Benjamin Zamani ha chiamato solo per vedersi girare in faccia il poker vincente di Negreanu.

Inoltre, ancora a caccia del primo premio da $1.7 milioni ci sonoEugene Katchalov, Mark Seif, Masa Kagawa, Steve Sung, Vivek Rajkumar, Howard Lederer, Johnny Chan, Erica Schoenberg, Prahlad Friedman, JP Kelly e Gavin Griffin.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli