Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Dietro le Quinte di PokerStars.net Big Game

the big game

Forse non sarà una cosa così interessante sentire che un altro poker show televisivo è in onda, ma potete stare sicuri che The Big Game presentato da PokerStars.net è ben lontano dall’essere un “altro poker show.” PokerNews ha avuto l’accesso in esclusiva a dietro le quinte durante la registrazione del programma per capire di cosa si trattasse.

La registrazione ha avuto luogo tra il 5 e il 10 maggio 2010 al South Point Hotel, Casino & Spa dove ogni giorno alcuni dei migliori giocatori di poker hanno dato vita a sessioni di six-handed cash-game. Ogni sessione è durata 150 mani con diverse pause concesse ai partecipanti e alla squadra televisiva. È stata davvero una esperienza importante guardare l’azione dietro la lente di una telecamera.

Durante tutto il tempo, circa 30-40 membri della squadra di produzione erano situati in due camion separati dove centinaia di schermi televisivi catturavano le immagini da ogni possibile angolazione. La squadra ha lavorato senza segni di fatica per non perdere un singolo momento o suono da montare e presentare nei diversi episodi della serie. In un camion c’erano dozzine di persone che fissavano i piccoli schermi per assicurarsi che i cameramen filmassero le persone giuste.

I membri della squadra nel camion indossavano auricolari per comunicare tra loro e per coordinare gli uomini nella sala da gioco. Stazioni separate erano pronte per guardare le carte coperte e controllare che le somme puntate dai vari giocatori fossero corrette mentre il mazziere era in contatto con un microfono. Le carte coperte e le somme puntate venivano riportate da un gruppo di persone presente nell’altro camion. È un lavoro noioso premere dei bottoni per inserire le carte, il loro seme e il valore delle puntate per ogni mano, ma è un lavoro che deve essere fatto per rendere il prodotto finale meritevole di essere visto.

Guardando all’interno del camion, un particolare schermo richiamava l’attenzione. Questo schermo mostrava le statistiche di ogni giocatore ed includevano il fattore aggressività, VPIP% (Voluntarily Put Into Pot), percentuale di 3-bet, PFR% (Pre Flop Raise), percentuale vincita preflop, percentuale donk-bet, piatti vinti, showdowns vinti, percentuale di steal, percentuale di fold alle 3-bet e altre ancora. Qualcuno ci ha spiegato che il motivo di raccolta di questi numeri sui giocatori coinvolti è servito a costruire un database con le statistiche del giocatore che potranno essere rivelate in ogni momento. Ciò di sicuro attirerà l’attenzione degli spettatori e di quelli che hanno un approccio più calcolato al gioco. Se volete vedere quante volte Daniel Negreanu 3-betta Lex veldhuis, le statistiche ve lo mostreranno sul numero totale di mani giocate insieme dai due.

Dietro le Quinte di PokerStars.net Big Game 101

Sul set numerosi uomini erano situati dietro le telecamere per riprendere tutta l’azione. Amanda Leatherman è la presentatrice di The Big Game ed è stata presente sul set per tutto il tempo, spesso mescolandosi ai giocatori ogni volta ne vedeva l’utilità. A differenza di molti altri poker show televisivi, Amanda ha avuto la facoltà di interagire con i giocatori quanto e ogni qualvolta lo vuole. Conosce tutti i partecipanti molto bene e ormai è dentro il settore da così tanto tempo che rappresentava la persona perfetta per questo ruolo. Scherzava con i giocatori, gli chiedeva come andava il gioco e addirittura li riprendeva quando giocano male. Infatti, Leatherman ha mostrato così tanta attenzione ai giocatori durante le riprese che è stata soprannominata “The Shitster” perché rendeva le cose sempre emozionanti. Avere lei intorno ad interagire con i giocatori porterà davvero il programma ad un altro livello.

Un altro elemento interessante dello show è il “Loose Cannon” implementato da PokerStars.net. Il Loose Cannon è un giocatore che si è qualificato per partecipare al programma e per lui si tratta di un totale freeroll per vincere denaro. PokerStars.net da al giocatore $100,000 con cui giocare e nel caso di vittoria, lui o lei terranno i profitti meno i $100,000 che Stars ha concesso come stack. Con ogni sessione six-handed, un Loose Cannon è presente all’inizio del gioco. Se il giocatore viene eliminato molti altri sono pronti a prendere il suo posto.

Oltre ad avere la possibilità di giocare con alcuni dei più grandi nomi del poker e conservare gli eventuali profitti, tutti i Loose Cannons concorrono per un ulteriore premio. Il Loose Cannon che vincerà più soldi riceverà un passaporto PokerStars.net per il North American Poker Tour. Ci è stato riferito che il passaporto offre al giocatore il viaggio, la sistemazione e il buy-in per cinque eventi del tour. Ciò aiuterà i giocatori qualificati ma che non possono sfruttare l’occasione perché non possono lasciare il lavoro o la famiglia, per esempio, in caso di vittoria.

Inoltre l’azione non è totalmente -limit hold’em. Preflop, le puntate sono limitate a quelle pot-limit. Negreanu ha caldeggiato questo cambiamento ed ha menzionato quando in alcuni programmi ci sono momenti in cui un giocatore rilancia preflop e dopo la chiamata da parte di alcuni avversari, un altro giocatore squeeza vincendo il piatto con un enorme controrilancio. Restringere le puntate a pot-limit preflop non permetterà più questo atteggiamento, Negreanu dice, “Non puoi farlo in questo programma, se controrilanci, gli altri possono ancora chiamare.”

Dietro le Quinte di PokerStars.net Big Game 102

Phil Laak è stato uno dei partecipanti che si è innamorato della struttura del gioco pot-limit preflop e poi no-limit. È andato oltre dicendo, “Le World Series hanno bisogno di un evento così; è il massimo per il poker e permette a chi ha maggiori abilità di mettersi in luce.”

C’è un'altra novità nello show che potrebbe avere grossi effetti. Negreanu ha implementato una regola per cui ai giocatori non è permesso indossare occhiali da sole e cappucci quando sono in azione. Devono essere completamente visibili alle telecamere presenti al tavolo.

Quando gli è stato chiesto a proposito di questa regola e del perché l’ha voluta Negreanu ha detto, “Ecco il punto. Una delle cose che mi piacciono di questo show che lo differenziano dagli altri è che devi riuscire a giocare a poker e allo stesso tempo guardare gli altri. Non puoi nasconderti dietro gli occhiali da sole. Mi piace perché porta maggiore drammaticità ed è meglio per la televisione.” Ha sostenuto la bontà della regola per la televisione dicendo, “Immagina se tutti indossassero un cappello e degli occhiali da sole in tv e un cappuccio e una sciarpa, sarebbe come giocare a poker online.” Ha concluso affermando che si dovrebbe differenziare il poker online da quello live il più possibile.

Anche Phil Hellmuth ha espresso la sua opinione sull’uso di occhiali da sole, cappucci e cappelli nel poker ed era più favorevole. Infatti lui stesso indossa spesso occhiali da sole e cappelli, ma comprende che il fatto di giocare dietro o sotto questi oggetti sia un aiuto per molti giocatori, specialmente gli amatori. “Forse dovrei giocare solo contro tutti questi amatori senza che siano ammessi occhiali e cappelli, così da poterli leggere facilmente. Potrebbe essere meglio per me,” ha commentato.

The Big Game ha fatto il suo debutto ieri sulla Fox. Ma potete guardare tutti gli episodi su PokerStars.tv.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli