Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

World Series of Poker 2010: Intervista a Joe Sebok

Joe Sebok

Abbiamo incontrato Joe Sebok per discutere di World Series of Poker, giocare allo stesso tavolo di suo padre e degli sport a Chicago.

Qual è il tuo evento preferito alle World Series of Poker?

Mi piacciono molto gli eventi limit. Mi sono sempre divertito a giocarli e molti dei ragazzi no-limit non sono forti a questa specialità, quindi posso avvantaggiarmi sugli altri. Mi piacciono anche i no-limit, ma ti annoi un poco dopo aver giocato costantemente a no-limit.

Chi ti piacerebbe vedere al tuo tavolo?

A essere onesto non mi importa di avere qualcuno in particolare al mio tavolo. L’unica persona che di solito non mi piace avere è Bear e l’unica ragione è che per noi rappresenta uno svantaggio in quanto non ci rilanciamo contro con spazzatura. Non proviamo a darci fastidio e quindi permette agli altri al tavolo di trarne vantaggio. Se siamo in una mano e lui rilancia e qualcun altro chiama e io faccio un grosso rilancio, significa che ho una buona mano, quindi ciò aiuta molto gli altri giocatori.

Ciò mi porta alla prossima domanda: com’è giocare con Barry?

È cambiato. All’inizio quando ho cominciato a giocare a poker nel 2005, si è trattato di educarmi. Quando giocavamo durante le pause veniva a parlarmi. "Sei un idiota, cosa hai fatto. È terribile, che problema hai? Sei sicuro di essere mio figlio? Ora va bene. È solo uno svantaggio per noi come ho detto prima. Non mi importa di giocare con lui. Parliamo sempre nelle pause, ma non è più un esperienza così educativa, è più un passare del tempo insieme e divertirci. Ma come ho detto, il nostro gioco ne soffre.

Qual è la cosa che preferisci fare a Las Vegas?

Prima uscivo parecchio, ma ora sono diventato vecchio. Faccio molto bikram [yoga]. Guardo molti film. Specialmente perché quando sono qui, fa sempre caldo e quindi provo a sfuggirlo andando al cinema, che è noioso, ma è la verità.

Hai sentito parlare o sei coinvolto in qualche folle scommessa a queste WSOP?

Non ne ho sentito parlare di molte. Ne ho vinta una contro Rafe Furst. Dovrà vestirsi da donna al Day 1 del Main Event. Poi l’abbiamo trasformata in qualcosa per sostenere Bad Beat on Cancer, ma dovrà vestirsi da donna lo stesso. Quindi sono stato abbastanza fortunato da aver vinto questa scommessa. Non ne ho fatto altre. Sono stato molto occupato e ogni volta che propongo queste scommesse, sembra che nessuno voglia accettare quindi, credo si possa chiamare paura. Hanno paura di me.

Qual è il tuo posto preferito dove andare a mangiare a Las Vegas?

Quando sei qui e stai nel casinò per tutto il tempo, l’unica cosa che vuoi fare è uscire dalla poker room. Tutti parlano sempre del Naked Fish. Io ho appena scoperto un nuovo posto, Kobe Sushi e sono anche un grande fan di Dairy Queen.

Hai qualche superstizione prima di un torneo?

Non è proprio una superstizione, è piuttosto una cosa bizzarra che faccio sempre, finché gioco in un torneo, devo sempre tenere il ticket del buy-in nella tasta di dietro dei pantaloni. Chiaramente non è una superstizione, perché non è che abbia vinto molti braccialetti e cose simili, ma per qualche ragione, lo tengo sempre nella tasca di dietro. Anche al Day 2 o al Day 3. Come l’anno scorso durante il Main Event, ho avuto il ticket nella tasca ogni giorno. Quindi non è esattamente una superstizione, è più una di quelle cose bizzarre che non so perché ma devo farla.

Dopo aver visto l’impressionante impresa di Phil Laak che è entrato nel Guinness dei primati per il maggior numero di ore consecutive giocate a poker, quale record ti piacerebbe battere?

[Ride] Non lo so. Non credo di essere proto per battere un record, non necessariamente. Sono piuttosto felice di quello che faccio, quindi lascio i record a gente come Phil che vuole fare queste cose pazze. Sono una persona piuttosto calma.

Cosa ti piace fare nei giorni di pausa dalle WSOP?

Niente in particolare. Andare a correre o stare sdraiato in piscina. Tutte le normali cose che la gente fa. Quando ero più giovane, ero molto più attivo, ma questa andatura mi portava in brutti posti, quindi ho messo la testa a posto ora che sono più vecchio. [Ride]. Quindi faccio cose normali. Penso che sia molto importante rilassarsi e le cose che fanno parte delle WSOP come uscire, fare feste e non dormire, sono tutte cose che ho fatto in passato per molti anni. Quindi ora provo ad andarci piano facendo una vita più regolare.

Dov’eri quando i Blackhawks hanno vinto e quanto è stato eccitante per te?

Molto eccitante! Ho visto la partita a casa di un amico con altri che amano i Blackhawks e sono dei professionisti di Chicago. È stato un grande momento per noi. Le squadre di Chicago di solito non vincono molto, quindi è stato molto emozionante. Specialmente perché i Blackhawks non vincevano dal ’61, per cui è stato piuttosto incredibile.

Preferiresti vedere i Cal vincere il campionato nazionale o i Cubs vincere le World Series?

Questa è brutale. Vuoi dire il campionato di football? [Si.] È veramente brutale. Credo i Cubs, ma amico, poi ci sono i Cal. Non si può rispondere. Ok, dico i Cubs. Ho sempre detto che ci sono poche cose nella mia vita che considero eventi unici, sai, avere un figlio, sposarsi. I Cubs che vincono le World Series è una di queste cose, non avrei mai pensato che i Cal avrebbero vinto il campionato nazionale così. E sarebbe una cosa fantastica, e piangerei di felicità, se i Cubs vincessero mai le World Series. Quindi dico i Cubs.

Cosa faresti per poter cantare il Take Me Out to the Ball Game al campo di Wrigley?

Forse vincere il [WSOP] Main Event e potrei avere una possibilità. Sarebbe incredibile cantare Take Me Out to the Ball Game durante il settimo inning. Ovviamente i Cubs sono super famosi per farlo a metà del settimo inning. Sarebbe divertente. Poche selezionate persone hanno potuto farlo.

Preferiresti arrivare a sette tavoli finali o vincere il braccialetto Main Event?

Non c’è paragone. Il braccialetto Main Event. Potresti togliermi tutti i tavoli finali che ho giocato, tutto quello che ho vinto e darmi solo quello. Se mi offrissi di farmi vincere quello e non vincere mai più nient’altro, accetterei al volo.

Registra un account PokerStars e oltre ad avere la possibilità di giocare ai più grossi tornei online riceverai un bonus di benvenuto fino a €400 - cosa aspetti prendi i soldi ed entra in azione.

Name Surname
Elaine Chaivarlis

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli