Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

World Series of Poker 2010: Le Scommesse Valgono di più dei Braccialetti

Tom Dwan

La storia più significativa finora alle World Series of Poker 2010 non riguarda la vittoria di un braccialetto. Ma qualcuno che non ne ha vinto uno.

Per la maggior parte di noi mortali vincere un torneo significa ottenere un grosso premio. Con un settimo posto potreste comprarvi un auto di lusso ma con un terzo posto una casa è assicurata. Per la maggior parte dei pros che hanno fatto del Rio la propria base questa estate, le WSOP significano più braccialetti che denaro, ma questa settimana nell’Amazon Room, la conquista del suo primo braccialetto da parte di Tom “durrrr” Dwan sarebbe entrata nella storia delle WSOP per un premio il cui valore non si trova nella lista ufficiale delle vincite.

Il secondo posto all’Event #11, $1,500 NLHE ha pagato $381,885 e il primo $614,248, una differenza di $232,363. Per dare la giusta proporzione, è l’equivalente di un piatto decente ai regolari pot-limit Omaha game a cui Dwan gioca su Full Tilt. Ma come Erik Seidel ha scritto su Twitter quella notte, “durrrr è stato ad un giocatore dal vincere il Main Event delle WSOP 5 mesi prima.”

Ho sentito la cifra di $9 milioni ripetersi molte volte quella notte come la somma che Dwan avrebbe vinto per le scommesse sul braccialetto contro un gruppo di high-limit pros. Il giorno successivo, Mike Matusow ha detto in un intervista che la cifra esatta era vicina a $12.5 milioni. Quindi avrebbe potuto portare alla bancarotta dell’economia del poker? Davvero ci siamo andati vicini.

Le WSOP si evolvono costantemente come il poker stesso. È sempre stato un terreno di prova, un posto per tutti dove presentarsi e mostrare le proprie abilità e per alcuni entrare a far parte dell’elite dei vincitori di braccialetto. Con la massiccia presenza di amatori nell’era post-Moneymaker, le WSOP hanno acquistato anche un grosso valore per i giocatori professionisti. Non solo per la caccia ai braccialetti ma anche per gli enormi montepremi, specialmente nei vasti field degli eventi no-limit. Anche la televisione ha fatto la sua comparsa. Dal 2004 al 2006, ESPN ha trasmesso molti eventi preliminari. Molti giocatori di high-stakes cash game hanno deciso di abbondare per un po’ le loro sedie nella poker room del Bellagio e prendere più sul serio le WSOP con la speranza di arrivare ad un tavolo finale televisivo. Per alcuni ci sono state le sponsorizzazioni, ma per altri come i Chip Reese, si voleva apparire per farsi vedere dai figli giocare in televisione.

Nel corso degli ultimi tre anni le WSOP si sono evolute ulteriormente, specialmente per i regolari ai nosebleed-stakes e Bobby’s Room e per i pros sponsorizzati. Molti di loro che sono arrivati ai tavoli finali televisivi hanno ricevuto una sponsorizzazione. Alcuni hanno investito negli affari e hanno guadagnato così tanto che possono evitare di giocare se non lo vogliono. Altri ancora hanno fatto fortuna online. Un braccialetto World Series of Poker ha ancora un grande significato; ogni pro senza ne desidera uno e ogni pro con uno ne vuole vincere un altro. Ma la cosa che li spingeva ad entrare in azione ora è andata. Quella sensazione di camminare sull’orlo di un precipizio non si avverte più. Il denaro ha sempre la sua importanza. Perdere fa sempre male.

L’inizio delle scommesse sui braccialetti.

Phil Ivey non vuole sedersi e lottare ad un evento $1,500 no-limit con un field di 3,000-player. Probabilmente non vuole giocare nemmeno un evento $2,000 Omaha eight-or-better il cui primo premio è inferiore al buy-in dei suoi games regolari. Ma quando ci sono tanti milioni in palio, ci potete scommettere che lo farà. L’estate scorsa, i $96,367 vinti da Ivey oltre al suo settimo braccialetto all’evento $2,500 2-7 Lowball sono rimasti non reclamati nella cassa del Rio per settimane. Una stima dai tre ai sei milioni è la vincita in scommesse ottenuta per il successo in quell’evento, milioni che probabilmente sono stati riscossi molto più velocemente.

Le WSOP 2010 hanno visto le scommesse sui braccialetti andare alle stelle. Non so se per giocatori come Ivey e Dwan assistere alle imprese di “Isildur1” lo scorso autunno gli abbia fatto aumentare l’appetito, ma le somme di denaro in gioco per le scommesse sui braccialetti quest’anno hanno superato ogni immaginazione. Oltre alla somme a otto cifre che attende Dwan in caso della conquista di un braccialetto, Howard Lederer ha una scommessa con Phil Ivey secondo cui lui non riuscirà a vincere altri due braccialetti per la fine delle WSOP 2011. Il prezzo da pagare? $5 milioni.

Non c’è dubbio, le puntate sono oscene. Sicuramente, è assurdo pensare che per questa gente decine o addirittura centinaia di migliaia di dollari non sono abbastanza per fargli sentire il brivido. Ma ero nell’Amazon Room quella notte. Ho visto 170 giocatori sedersi ai propri posti all’evento $10,000 Seven-Card Stud Hi-Lo e una buona percentuale di loro non aveva nessun interesse nella mano davanti a loro. Tutta la scena era per Dwan. Facevano attenzione a ogni singola parola del supervisore della sala Robbie Thompson quando venivano chiamate le puntate e i rilanci di Dwan. Tutti loro si alzavano in piedi e allungavano il collo per vedere le carte sul monitor sopra il palco. Non ho sentito questa sorta di elettricità in un torneo da poker da quel momento in cui Phil Ivey salì sul palco dei November Nine l’anno scorso.

Per me, la cosa più impressionante della sconfitta di Dwan non è stata la somma di denaro che l’economia del poker ha risparmiato. Non è stata la vista dei salti di gioia di Mike Matusow e Daniel Negreanu per l’Amazon Room visto che hanno salvato i propri bankroll. È stato il fatto che alle 3 di pomeriggio del giorno seguente, Dwan si è seduto con davanti i 17,000, quasi metà dello stack iniziale, che gli erano rimasti la notte precedente al $10K Stud 8. Meno di 12 ore dall’aver mancato una vincita di $12 milioni ed era di nuovo in corsa. Era sorridente, scherzava con tutti ed era semplicemente determinato.

Ancora un volta era nel suo posto preferito. A camminare sull’orlo di un precipizio.

Le WSOP ti hanno fatto venire voglia di entrare in azione? BetClic Poker ti offre un bonus di benvenuto fino a 300€, registra un nuovo account e approfitta dell’offerta. E ricorda di seguirci su Twitter per tutte le notizie in tempo reale.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli