Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

WSOP November Nine 2013: Jay Farber, il re della nightlife di Las Vegas

Jay Farber

Nel corso di queste ultime due settimane stiamo passando in rassegna i 9 giocatori del tavolo finale del Main Event World Series Of Poker del prossimo novembre. Prima di cominciare con il protagonista di oggi, seduto al posto 9 ed ultimo della nostra analisi, ecco dove potrete trovare i suoi compagni di avventura:

Sylvain Loosli in Seat 1.
Michiel Brummelhuis in Seat 2.
Mark Newhouse in Seat 3.
Ryan Riess in Seat 4.
Amir Lehavot in Seat 5.
Mark McLaughlin in Seat 6.
Chip leader JC Tran in Seat 7.
David Benefield in Seat 8.

Jay Farber, amatore di Doylestown, Pennsylvania, è un veterano della nightlife di Las Vegas e lavora come VIP Host e promoter di eventi per tutti i maggiori locali di Sin City. Al suo secondo anno alle WSOP è riuscito a diventare November Nine ed al final table partirà da 4° in chips.

Farber sarà un po' la carta a sorpresa del tavolo finale, questo perchè il ragazzo laureato in business alla UC Santa Barbara gioca a poker solo per hobby (e sembra voler continuare a farlo). I $733,224 che si è garantiti per essere diventato November Nine sono il suo primo cash di sempre alle WSOP, mentre qualche anno fa aveva ottenuto un 12° ed un 14° posto alle 2010 Deep Stack Extravaganza per $2,155 totali.

"E' divertente, non mi sento un vero e proprio giocatore" ha raccontato Farber, che ha imparato a giocare a poker grazie ad alcuni amici. “Quando mi sono trasferito a Vegas volevo diventare un professionista. Giocavo tantissimo cash game, poi ho trovato lavoro nella nightlife e questo mi ha "rubato" tutto il tempo che dedicavo al poker. Ora sono invece arrivato ad un punto in cui posso prendermi tutto il tempo che mi serve ad esempio per giocare il Main Event...e sono stato davvero fortunato a ritrovarmi dove sono ora”.

Il low profile di Farber e le poche informazioni sul suo gioco potrebbero essere un'arma a suo favore a Novembre. Mentre su JC Tran e David Benefield si possono reperire tante informazioni importanti in giro, gli altri giocatori non troveranno molto circa Farber. Inoltre la posizione al tavolo sarà la migliore, con tutti i big stacks alla sua destra e gli short stack alla sua sinistra, quindi Farber potrebbe sorprendere tutti. A tifare per lui ci saranno probabilmente in curva Vanessa Selbst, Ben Lamb e Chance Kornuth, già presenti al Rio per incitarlo nelle fasi finali del pre final table.

Farber è stato l'unico giocatore diventato November Nine ad aver chiuso il suo day 1 oltre i 100K (104,400). La sua buona run è continuata fino al day 5 concluso in average, mentre una delle prime mani giocate al day 6 è stata probabilmente quella decisiva per il suo torneo, quando Farber è finito ai resti preflop per poco più di 3 milioni con {a-Hearts}{a-Spades} coolerando il povero Noah Schwartz che nulla ha potuto con {k-Hearts}{k-Clubs} dopo aver visto scendere un board {10-Diamonds}{3-Diamonds}{5-Hearts}{3-Clubs}{j-Hearts} bianchissimo. Questa mano ha permesso a Farber di trovare il "monster double" che gli ha praticamente consegnato le chiavi per l'atto finale.

Ecco l'intervista a Jay Faber della nostra Sarah Grant:

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli