Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

   

Alec Torelli: come prepararsi per i tornei.

Alec Torelli: come prepararsi per i tornei. 0001

Alec Torelli é un giocatore di poker professionista che viene dalla California ma che regolarmente é in giro per il mondo. Torelli ha vinto più di 1.5 milioni di dollari in tornei live e più di 500.000 dollari in tornei online. Fra i suoi maggiori risultati: due final table alle World Series of Poker e due final table al World Poker Tour.
Da quest'anno Alec Torelli è anche PokerStars.it Guest per le tappe dell'Italian Poker Tour.

Potete seguire Alec su Twitter, Facebook o attraverso il suo popolare Blog.

Tra un paio di giorni giocherò il Grand Finale dell’IPT a Saint Vincent. Non vedo davvero l’ora! Pagano Events ha messo in piedi una serie di eventi davvero impeccabile che, con PokerStars come sponsor, assumono un sigillo di prestigio ancora più grande.

Nelle ultime due settimane mi sono concesso una pausa dal poker, godendomi un po’ tempo di qualità con la mia famiglia nel sud della Francia. Dietro l’angolo però mi aspetta una forte dose di concorrenza ed è questo il momento giusto per iniziare il rituale pre-tornei.

Il poker è un po' come l’allenamento fisico: provate ad andare a correre dopo tre settimane di riposo, sicuramente vi sentirete un po' fuori forma. E con un torneo che si avvicina, occorre essere al top del proprio gioco per darsi le migliori possibilità di vincere.

Ecco qui di seguito in che cosa consiste il mio rituale pre-torneo:

1. INIZIA DAL PERCHÈ

Simon Sinek, un oratore tanto brillante quanto intelligente, ha costruito la sua carriera sull’aiutare gli imprenditori a trovare risposta ad una domanda fondamentale: "Perché?" Nell'allineare il loro lavoro con uno scopo, hanno potuto aumentare la soddisfazione dei consumatori e, di conseguenza, anche le vendite.

Il poker non è diverso. Nel connettere il proprio gioco ad uno scopo, le ore trascorse al tavolo diventano più avvincenti. E questo obiettivo rende il nostro mindset ancora più forte.

In primo luogo, ci si deve chiedere: ‘Perché sto andando a giocare? Cosa voglio ottenere?’ Trovare risposta a queste domande ci permette di mantenere acceso il fuoco della nostra passione per il poker, anche quando le cose sembrano andare per il verso sbagliato.

2. DEVI VOLERLO

È sempre meglio avvertire un po’ di fame piuttosto che sentirsi troppo pieni. Nel poker è lo stesso. È meglio morire dalla voglia di giocare che farlo per dovere, come fosse parte di una routine. Prima di ogni evento, assicurati di giocare almeno un paio d’ore. Lascia il tavolo prima di sentirti davvero sazio però. In questo modo ti scaldi senza perdere l’eccitazione per il torneo.

3. CINQUE MOTIVI DI GRATITUDINE

Ogni giorno pensa a 5 cose di cui sei grato che non appartengono al mondo del poker. Ne ho già parlato in precedenza qui e qui. Quando si partecipa a un torneo è imperativo presentarsi con gratitudine. È facile scoraggiarsi quando non si vince (…dopo tutto, anche il secondo posto è una sconfitta). Ricordando a me stesso quanto sia fortunato a giocare il gioco che amo come lavoro, affronto ogni evento con rinnovata concentrazione e ritrovo quella passione che mi spinge a puntare sempre più in alto.

Prova a mettere in pratica questi tre consigli prima del prossimo torneo o sessione di cash game e fammi sapere cosa ne pensi. Qual è il tuo rituale pre-gioco? Condividilo in un commento!

Per rimanere sempre aggiornato su tutto quello che accade nel mondo del poker, segui PokerNews Italia su Twitter e diventa fan su Facebook.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli