Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Tornei di Poker: Giocare A-K nei Piatti Grossi

Tornei di Poker: Giocare A-K nei Piatti Grossi
Sharelines
  • Jonathan Little analizza una mano da torneo in cui deve decidere se giocarsi o no un piatto grosso con A-K suited contro due avversari.

Ecco una mano di poker divertente che ho giocato durante un torneo di no-limit hold'em da $3.500, in cui ho ricevuto una mano premium di partenza e ho dovuto decidere pre-flop se giocare un piatto grosso contro due avversari o no.

I bui sono 200/400 e con un ante da 50. Ricevo {A-Spades}{K-Spades} da hijack e con 50.000 chip di partenza apro a 1.100. Un giocatore loose-aggressive da cutoff con circa 25.000 rilancia a 2.800.

Nel video qui sotto parlo un po' di cosa avrei fatto se tutti avessero foldato fino a me, discutendo i pro e i contro di un call, di una four-bet e di uno shove. Tuttavia qui abbiamo il big blind che controrilancia all-in per 18.000.

A questo punto, se decidessi di giocare vorrebbe dire che sarei pronto a giocarmi tutto lo stack, quindi la domanda diventa: continuare o foldare? Date un'occhiata e ascoltate la mia analisi della situazione e com'è andata a finire:

Questo è uno spot difficile, ma in generale A-K suited è troppo forte per foldare. Bisogna essere disposti a correre rischi per accumulare chip in un torneo di poker. Se foldiamo sempre in queste situazioni, ci ritroveremo con lo stack sempre più piccolo e avremo maggiori difficoltà a fare deep run e vincere i tornei. A volte bisogna azzardare!

Jonathan Little è un giocatore di poker professionista e autore, che nei tornei live ha vinto oltre $6.700.000. Ogni settimana scrive sul suo blog e produce un podcast all'indirizzo JonathanLittlePoker.com. Potete seguirlo anche su Twitter @JonathanLittle.

Per rimanere sempre aggiornato su tutto quello che accade nel mondo del poker, segui PokerNews Italia su Twitter e diventa fan su Facebook.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli