Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

WSOP 2022: Gala accende il Monster, Ivey sfiora il bracciale

phil ivey

Tredicesimo giorno di WSOP 2022 agli archivi.

Le speranze azzurre vertono tutte su Domenico Gala: si tratta dell'unico italiano che accede al day 3 del $1,500 Monster Stack No-Limit Hold’em, mentre il resto della truppa alza bandiera bianca.

Nel $10,000 Seven Card Stud Championship, Adam Friedman riscrive la storia: vince il quinto bracciale in carriera, con Phil Ivey che si ferma al terzo posto ad un passo dall'undicesimo trionfo in carriera alle World Series.

Infine, nel $25,000 Pot-Limit Omaha High Roller, brilla la stella di Tong Li.

Vediamo cosa è successo alleWSOP 2022.

Domenica Gala deep nel Monster

Il day 2 del $1,500 Monster Stack No-Limit Hold’em, alle WSOP 2022, ha le sembianze di una caporetto azzurra, con il buonDomenico Gala che salva il bilancio. Il player italiano è l'unico della nostra truppa che approda alla terza giornata e con 2.380.000 gettoni che lo collocano al 18° posto nel count di giornata.

10 azzurri ai blocchi di partenza: a comandare la truppa italica ci pensaMustapha Kanit. Come vedremo però non saranno tutte rose e fiori, visto che ben 7 giocatori del Bel Paese mollano gli ormeggi prima dell’ingresso “In the Money“, fra cui lo stesso Musta. Ci riescono in tre a centrare l’obiettivo, con Giovanni Petroni out al 766° posto e Piero Alioto che si ferma poco dopo in 759° piazza. Per entrambi c’è una ricompensa di 2.625 dollari.

L'evento#21 ha visto la partecipazione di 6.501 paganti che hanno dato vita ad un montepremi di8,678,835 dollari. Una cifra pazzesca e che viene spartita in 976 posizioni a premio. In2.947 sono tornati ad inizio day a caccia della zona ricompense: cash minimo di 2.400$ e al campione sono destinati ben 966.577 bigliettoni.

Sono 271 coloro che completano il giro di boa e il comando delle operazioni è nella mani di un big comeCalvin Anderson che abbatte il muro dei 4 milioni. Sulle tracce del fuggitivo John Simonian staccato solo di 20 mila unità, con 4.020.000 gettoni. Joao Simao riparte dalla quinta casella con3.490.000 unità e tallonato da Josh Weiss che accumula 4.465.000 pezzi.

La top 10

1 Calvin Anderson Las Vegas, NV, US 4,040,000
2 John Simonian Pasadena, CA, US 4,020,000
3 Sebastian Toro Medellin, CO 3,520,000
4 George Abi-Zeid Miller Place, NY, US 3,495,000
5 Joao Simao BR 3,490,000
6 Josh Weiss LA JOLLA, CA, US 3,465,000
7 Joseph Bartholdi Las Vegas, NV, US 3,340,000
8 Aditya Agarwal Kolkata, IN 3,240,000
9 Nishant Sharma Clermont, KY, US 3,135,000
10 Rahul Deevara ATLANTA, GA, US 3,065,000

Ivey terzo e Friedman nella storia

Un trionfo che vale oro per Adam Friedman. Il player americano vince il $10,000 Seven Card Stud Championship, alle WSOP 2022, mettendo al polso il quinto bracciale in carriera. Un numero di trionfi che in pochi possono vantare e per di più solo nelle varianti. Insomma se già è difficile vincere, figuriamoci quanto lo sia ripetersi e per di più in giochi assai complicati.

Il player americano negli ultimi anni ha fatto davvero il bello e il cattivo tempo, fra cui il pazzesco tris nel $10,000 Dealer’s Choice 6 Handed Championship vinto per tre edizioni di fila, tra il 2018 e il 2021. Non si vince mai per caso un numero così alto di bracciali e non è un caso vederlo troneggiare nei giochi misti, così come nelle varianti. Un autentico fuoriclasse.

Mastica amaroPhil Ivey che a lungo ha sognato l'undicesimo bracciale in carriera, per poi fermarsi al terzo posto. L'americano ha dominato la scena e solo nelle battute finali si è arreso al verdetto del tavolo: altri 108 mila dollari in cascina e l'eliminazione per mano di Jean Gaspard. Ivey mostra {k-}{k-}/{j-}{8-}{6-}{3-}/{5-} e dall’altra parte Jean ha avuto la meglio con {7-}{2-}/{a-}{6-}{2-}{7-}/{q-}: la doppia di Jean ha la meglio.

Adam Friedman
Adam Friedman

Friedman chiude i giochi con {k-}{k-}/{q-}{7-}{6-}{5-}/{x-} e Gaspard ha mostrato {a-}{q-}/{4-}{8-}{5-}{2-} : al river ha bisogno di un secondo asso per migliorare la coppia, oppure di un 3 per la scala. Un Jack però lo condanna alla resa. Il cinque volte campione WSOP, oltre a mettere al polso il bracciale, porta a casa una prima moneta da 248.254 dollari, mentre il secondo classificato si consola con 153.433 dollari.

Payout

1 Adam Friedman United States $248,254
2 Jean Gaspard United States $153,433
3 Phil Ivey United States $108,233
4 Yuval Bronshtein Israel $78,348
5 Ben Diebold United States $58,239
6 Marco Johnson United States $44,487
7 James Paluszek United States $34,939
8 Yueqi Zhu China $28,258

Il PLO High Roller parla cinese

Niente rimonta e di conseguenza niente terzo bracciale in carriera per Scott Ball. Il $25,000 Pot-Limit Omaha High Roller parla cinese alle WSOP 2022, con Tong Li che si prende il successo nell’evento#19. A Las Vegas c’era grande attesa per il quarto ed ultimo giorno di gara, con 5 players in corsa per il successo.

Scott Ball ultimo nel count prova a rimettere in piedi un torneo che lo ha visto a lungo chipleader, ma per l’americano i titoli di coda arrivano proprio in quinta piazza. Sul flop {q-}{10-}{7-} Scott mette le ultime chips al centro del tavolo con {a-}{a-}{q-}{5-} e dall’altra parte Fabian Brandes chiama con {10-}{9-}{8-}{8-}.

Un {4-} al turn lascia tutto in bilico, ma un {9-} al river consegna la doppia coppia all’austriaco e per Ball arrivano 342.590 dollari a rendere meno amara l’eliminazione. Fuori dal podio ci resta anche Sam Stein, con Josh Arieh che si assicura il terzo posto. Il duello finale è tutto un discorso tra Li e Brandes, con il primo che vola con 30 milioni di pezzi e il player del Vecchio Continente che deve rimontare da quota 9 milioni.

Una rimonta che non ci sarà mai, considerando che al cinese bastano pochissime mani per far calare il sipario sull’evento#19. Nell’atto conclusivo, il flop {10-}{10-}{7-} scatena la battaglia di pot, con Fabian che finisce in allin e il call del futuro campione.

Brandes: {a-}{q-}{9-}{8-}
Li: {a-}{k-}{10-}{3-}

L’austriaco spera di chiudere il progetto di scala contro il trips di Tong, ma un {7-} al turn e un {k-} al river certificano il successo di Li che per la prima volta mette al polso un bracciale delle World Series. Il cinese intasca 1,467,739 dollari e succede nell’albo d’oro di questo evento, al due volte campione Shaun Deeb.

Il payout

1 Tong Li China $1,467,739
2 Fabian Brandes Austria $907,132
3 Josh Arieh United States $644,365
4 Sam Stein United States $465,717
5 Scott Ball United States $342,590
6 Jonathan Depa United States $256,582
7 Emmanuel Sebag United States $195,713
8 Gregory Shuda United States $152,091

Name Surname
Matteo Felli

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli