Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

WSOP 2022: Phil Ivey manca l'11° bracciale, Negri show nel Freezeout

phil ivey

Alle WSOP 2022, il 21° giorno finisce agli archivi.

Phil Ivey sfiora l'undicesimo bracciale in carriera e chiude secondo nel $100.000 High Roller: vince Aleksejs Ponakovs per 1.8 milioni. Resta la grande amarezza per il 10 volte campione che non mette al polso il bracciale da ben 8 anni.

Intanto si parla italiano nel $500 Freezeout No-Limit Hold'em, con Lorenzo Negri al comando del count, quando restano in corsa 218 players: assieme a lui sono promossi Fabrizio Petroni, Marco Bognanni e Nelio Gatta.

Vediamo cosa è successo alle WSOP 2022.

Phil tramortito ad un passo dal trionfo

Una vittoria che avrebbe avuto un valore infinito per Phil Ivey alle WSOP 2022, nel 100K High Roller. Il 10 volte campione si arrende a pochi centimetri dal successo: non che la seconda piazza sia un risultato pessimo, intendiamoci. Ma vincere, avrebbe avuto tutto un altro peso per un giocatore che non mette un bracciale al polso dal 2014. 8 anni lunghissimi per Phil.

Invece, tra lui e l’undicesima prodezza della sua carriera (il primo nel No Limit) a Las Vegas, si inserisce l’outsider di turno:Aleksejs Ponakovs. Il lettone è stato fin dalla prima giornata la mina vagante del$100.000 High Roller e lo ha confermato anche nella discesa al titolo. Nella mano conclusiva il board {j-}{7-}{3-}{9-} vede Phil muovere allin con {8-}{6-} e dall’altra parte arriva il call con {a-}{9-}.

Progetto di scala bilaterale per Ivey che invece vede scendere un beffardo {8-} al river. Secondo posto per 1,172,659 e tanti saluti a quello che sarebbe stato il suo 11° bracciale in carriera. Il neo campione può quindi festeggiare e nelle sue tasche piovono la bellezza di 1,897,363 bigliettoni a coronare una cavalcata perfetta.

Il final day dell’evento#42, alle WSOP 2022, si è aperto con le ultime registrazioni e altri 10 giocatori si sono lanciati nella mischia. Il totale dei paganti recita 62 unità, per un montepremi di 5,998,500 dollari. “In the Money” ci andranno i primi 10 classificati: cash minimo di 162.623 dollari e l’ultimo a mancare la zona premi è Koray Aldemir.

Mikita Badziakouski
Mikita Badziakouski

Eliminato il tedesco, esce di scena fra gli altri Nick Petrangelo al nono posto, quando {j-}{j-} non basta vs {q-}{q-} di Ben Heath. Poco dopo, capolinea anche perMikita Badziakouski che saluta la compagnia in settima piazza: non basta la top pair vs colore del solito Heath. L’inglese a lungo domina la scena, ma poi è fuori dai giochi sul gradino più basso del podio.

Il britannico prima vede deplodere i suoi assi dal colore di Phil Ivey e infine si gioca il tutto per tutto con {a-}{8-} e ancora Phil mostra il semaforo rosso con {q-}{j-}. Ben incassa 805 mila dollari e la sua eliminazione apre il duello finale. Ivey parte con un vantaggio di 2:1 in termini di chips sul lettone, ma quest’ultimo a poco a poco ricuce il gap e dopo aver piazzato il sorpasso chiude i giochi con la mano che vi abbiamo raccontato in precedenza.

Il payout

1st Aleksejs Ponakovs Latvia $1,897,363
2nd Phil Ivey United States $1,172,659
3rd Ben Heath United Kingdom $805,024
4th Gregory Jensen United States $571,896
5th Micahel Moncek United States $420,944
6th Talal Shakerchi United Kingdom $321,437
7th Mikita Badziakouski Belarus $255,001
8th Masashi Oya Japan $210,485
9th Nick Petrangelo United States $181,068
10th Eric Worre United States $162,623

Italia forza 4

Quattro azzurri si fanno largo nell'evento#43. Il $500 Freezeout No-Limit Hold'em vede Lorenzo Negri chiude al comando del count. Il player di Parma mette assieme 1.860.000, con un discreto vantaggio sul resto della truppa. Assieme a lui decollano verso la seconda giornata Fabrizio Petroni, Marco Bognanni e Nelio Gatta.

Fabrizio si porta a metà del gruppo con 670.000 pezzi e Marco Bognanni si tiene poco sotto media con 405.000 gettoni. Gatta invece dovrà cambiare passo, considerando le sue 175.000 fiches. Tutti e quattro hanno raggiunto la zona premi e dunque giocare con la consapevolezza di avere ricompense monetarie in tasca, sarà un vantaggio non da poco per i nostri giocatori.

Marco Bognanni
Marco Bognanni

Il torneo è stato scelto da4786 giocatori, con 718 posizioni a premio: cash minimo di 801$ e prima moneta da 241.729 dollari ad attendere il campione: in 202 staccano il pass per la seconda giornata e con almeno 1.552 dollari in tasca. Tra coloro che si avviano al day 2 spiccano le presenze di Anthony Ribeiro (985.000) e Chris Moorman scatenato con 880.000 fiches.

La top 10

1 Lorenzo Negri 1.860.000
2 Roberto Pettit 1.590.000
3 Peter Schneider 1.570.000
4 Alan Gendelman 1.550.000
5 Carol Filipski 1.505.000
6 Jared Ward 1.465.000
7 Michael Suggs 1.420.000
8 Muratore Hinkle 1.325.000
9 Matteo Biafore 1.290.000
10 Connor Daynard 1.285.000

Name Surname
Matteo Felli

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli