Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

WSOP 2022: day 7 infinito nel main event,10 giocatori al tavolo finale

final table

44° giorno di WSOP agli archivi.

Il day 7, del $10,000 main event alle WSOP 2022, si chiude dopo 17 ore di maratona e con 10 players left verso il tavolo finale, rispetto ai 9 giocatori previsti.

Due uomini al comando: Matthew Su eEspen Jorstad si dividono il primato con 83.200.000 chips a testa. Insegue Matija Dobric con 68.5 milioni, mentre sul fondo della graduatoria troviamo Philippe Souki con 13.5 milioni, vale a dire 11 big blinds.

In 35 hanno iniziato la giornata e in 10 proseguono l'avventura: il dayoff a separare questa maratona, dal doppio day del final table. Venerdì sera lo start del day 8, da 10 a 4 left, con il day 9 che incoronerà il campione del mondo nella notte tra sabato e domenica.

Vediamo come è andata a Las Vegas.

Niente Bis per Salas

Molti occhi sono puntati su Damian Salas, il campione del mondo del 2020 che cerca il bis a distanza di due anni. L'argentino deve però fare i conti con uno stack non proprio deep e alla prima mano utile va in cerca del raddoppio decisivo. {k-}{10-} è la mano a cui si affida il sudamericano, ma dall'altra parte c'è il call di Aaron Mermelstein con {k-}{q-} . Per Damian nessun aiuto sul board e arrivano 263 mila dollari per il 27° posto.

Damian Salas
Damian Salas

Non fa molta strada nemmeno Brian Kim che vive un crollo totale. In due mani vede scorrere i titoli di coda: con {q-}{q-} perde vs {a-}{7-} di Jimmy Setna che prende un asso grande come una casa al river . Poi, nell'ultima emozione ci prova con {a-}{4-} e perde vs {a-}{q-} di Jeffrey Farnes. Incassa 323.100 dollari per la 23° piazza.

Aaron Mermelstein, a sua volta si trova dalle stelle alla polvere, quando con {8-}{7-} si arrende a {2-}{2-} di Adrian Attenborough che floppa set e saluta la compagnia al 20° posto. Una posizione dopo perdiamo Tzur Levy, il cui {a-}{q-} non può nulla contro le dame di Matthew Su. Con questa eliminazione, i 18 left passano su due tavoli.

Out l'ultima quota rosa

Nel $10.000 Main Event WSOP 2022,Efthymia Litsou rappresenta l'ultimo baluardo femminile sulla strada che conduce al titolo mondiale. La giocatrice americana molla la presa con {a-}{10-} vs {k-}{k-} di Espen Jorstad che inizia la sua scalata verso il primato nel count. Un primato che si materializza poco dopo, quando con {a-}{a-} vince un pot da 45 milioni vs {a-}{k-} di Tom Kunze e il norvegese qualificato online decolla a 90 milioni.

Il main event perde nel frattempo la mina vagante: Karim Rebei. L'algerino di passaporto francese è una scheggia impazzita e dopo mille emozioni esce di scena al 16° posto: {6-}{6-} è superato da {a-}{q-} di Matija Dobric. Tom Kunze rimasto short dopo il suddetto cooler è fuori dai giochi in 14° piazza: parte avanti con {a-}{9-} vs {a-}{2-} del solito Jorstad, ma un due sul board premia lo scandinavo.

Karim Rebei
Karim Rebei

Con il passare delle ore la stanchezza aumenta e anche il ritmo ne risente. Ci prova Matthew Su a scuotere tutti, quando si prende lo scalpo di David Diaz al 13° posto con {a-}{9-} vs {7-}{7-}. Prima della pausa molla la presa Vadim Rozin e alla ripresa dei giochi ecco l'ultima eliminazione dell'infinito day 7. Robert Welch con K-5 tenta il colpo gobbo e il solito Jorstad mostra il disco rosso con A-K. E’ l’ultima emozione della giornata e dopo 17 ore di day 7, i 10 finalisti (rispetto ai canonici nove) torneranno per il final table.

Una poltrona per due

Il dado è tratto nel day 7 del $10,000 Main Event WSOP 2022. Dopo questa infinita maratona, 10 giocatori sbarcano al final table che si giocherà tra 24 ore, dopo il day off.

Abbiamo detto doppio leader alla ripresa dei giochi. La prima posizione se la spartiscono Matthew Su ed Espen Jorstad. L’inglese è cresciuto nelle seconda parte del settimo giorno di gara, mentre il norvegese qualificato online è stato sicuramente più costante, oltre a prendersi diversi scalpi dei rivali.

La quota di partenza del loro comando al tavolo finale corrisponde a 83.200.000 gettoni. Un caso più unico che raro. Più staccato Matija Dobric: il solidissimo croato mette dentro la busta 68.650.000 unità e attende sornione l’attimo ideale per sferrare il possibile sorpasso in testa al count.

In una manciata di chips sono poi raccolti quattro giocatori: da Aaron Duczak che vanta 56 milioni a John Eames che si tiene in scia con 54.950.000 pezzi, passando perAdrian Attenborough che si porta a quota 50 milioni. Infine, il quartetto di metà gruppo è chiuso da Michael Duek con 49.775.000 fiches.

Unofficial Final Table
I 10 finalisti

Con 35 milioni cercherà di risalire la china Jeffrey Farnes: l’americano leader ad inizio day 7 è calato in maniera sensibile nell’ultima parte della giornata. Infine, devono sicuramente cambiare marciaAsher Conniff con 29 milioni e soprattutto Philippe Souki, ultimo con 13.5 milioni di chips.

I 10 finalisti hanno in tasca almeno 675.000 dollari, con il nono classificato che incasserà 850 mila bigliettoni. Dall’ottavo in poi, avremo tutti premi milionari. Prima però, il giorno di riposo e poi tra venerdì e sabato notte (23.00 orario italiano), ecco il primo dei due round nella discesa al titolo di campione del mondo.

Il day 8 si chiuderà con 4 players left, mentre 24 ore dopo sarà assalto al bracciale, con 10 milioni di dollari ad attendere il neo campione. Il gioco riprende dal livello 38, 600.000-1.200.000 big blind ante 1.200.000.

Il count ufficiale

1 Espen Jorstad 83,200,000
2 Matthew Su 83,200,000
3 Matija Dobric 68,650,000
4 Aaron Duczak 56,000,000
5 John Eames 54,950,000
6 Adrian Attenborough 50,800,000
7 Michael Duek 49,775,000
8 Jeffrey Farnes 35,350,000
9 Asher Conniff 29,400,000
10 Philippe Souki 13,500,00

Name Surname
Matteo Felli

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli