Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

EPT Londra: Brandi terzo nel Bounty e Musta accende High Roller

Iacopo Brandi

EPT Londra on fire.

Iacopo Brandi si ferma al terzo posto nel £3.000 Mistery Bounty e sfiora la picca, assieme al Platinum Pass da 30.000 dollari del PSPC 2023. L'azzurro si sogna a lungo, ma viene tradito da un coinflip.

Per un italiano che molla la presa, un altro connazionale si mette in evidenza nel £10.300 High Roller: Mustapha Kanit stacca il pass per la seconda giornata, con Dario Sammartino fuori dai giochi.

Sono rimasti in 16 a giocarsi la picca nel £5.300 Main Event e Erik Seidel insegue la Triple Crown, dopo aver vinto in carriera titoli nel WPT e nelle WSOP.

Vediamo cosa è successo nella capitale inglese.

Immenso Iacopo

Il £3.000 Mystery Bounty ci regala il terzo posto di Iacopo Brandi per 69.100 sterline di premio, oltre alle varie taglie conquistate, fra cui quella da 100.000 pounds e pescata nel corso del day 2.

Il Platinum Pass da 30.000 dollari per il PSPC Bahamas 2023 finisce invece nelle mani di Hannes Jeschka che mastica amaro per l'eliminazione al 16° posto, ma poi sorride quando hitta dalla scatola magica il suddetto premio. Intanto si arriva velocemente alla formazione del tavolo finale e qui il toscano si prende lo scalpo di Bruno Soutavong.

{9-Hearts}{9-Spades} per Iacopo vs {a-Diamonds}{4-Diamonds} del rivale, con un nove al flop che si rivela decisivo, visto che Bruno insegue il progetto di colore e cenrra un {a-Hearts} al turn. Pot da quasi un milione di pezzi. Intanto sale in cattedra Pavel Plesuv che fa fuori tutti i rivali e a tre left mette alla porta anche Brandi.

L'azzurro finisce in allin con {5-}{5-} e dall'altra parte il moldavo chiama con {a-}{q-}. Una dama al turn mette fine alla corsa di Iacopo Brandi che avrebbe meritato miglior sorte. Pavel, ormai lanciato, non fa sconti nemmeno a Santhosh Suvarna. Il neo campione chiama con {10-}{10-}, il push del runner up con {k-}{6-}. Un 10 al flop mette la parola fine, con il moldavo che incassa 154 mila sterline.

Il payout del tavolo finale

1st Pavel Plesuv Moldova £154,426
2nd Santhosh Suvarna India £96,700
3rd Iacopo Brandi Italy £69,100
4th Robert Macsim Romania £53,100
5th Sebastien Jung United Kingdom £40,850
6th Yasuhiro Waki Japan £31,450
7th Blaz Zerjav Slovenia £24,200
8th Bruno Soutavong France £19,850

Kanit avanza nell'High Roller

Mustapha Kanit si rende protagonista nella discesa del day 1, nel £10.300 High Roller all'EPT Londra. La punta di diamante del poker nostrano stacca il pass per la seconda giornata e con 78.000 gettoni si porta placido allo step successivo, pronto a dare la zampata decisiva. Niente da fare per Dario Sammartino che molla la presa a metà giornata.

Mustapha Kanit
Mustapha Kanit

139 giocatori ai nastri di partenza del day 1. Un numero non definitivo, grazie alla late che resta aperta fino alla ripresa della seconda giornata e sono 67 coloro che avanzano. Al comando della truppa troviamo Mike Watson. Il fortissimo canadese mette dentro la busta 353 mila pezzi e osserva tutti dall’alto in basso.

Completano la top 10, in ordine di chips, Joao Vieira (214.500), Bruno Volkmann (203.000) e Sam Grafton (198.500). A ridosso dei quartieri nobili spunta la sagoma del campione del mondo in carica, Espen Jorstad: per il norvegese 163.000 unità.

La top 10

1 Mike Watson 353,500
2 Daniel Aziz 281,000
3 Alex Keating 279,000
4 Rafael Navas Robles 275,000
5 Renan Bruschi 275,000
6 Leonard Maue 239,500
7 Leon Sturm 216,000
8 Joao Vieira 214,500
9 Bruno Volkmann 203,000
10 Sam Grafton 198,500

Seidel short, ma pronto alla rimonta

Il £5.300 Main Event vive una giornata al quanto breve nel day 4: da 25 a 16 left e in tre livelli finisce tutto agli archivi. Davanti a tutti c’è David Docherty che imbusta la bellezza di 3.560.000 gettoni, quando il rivale più vicino è Ian Hamilton a quota 2.450.000 pezzi.

Sul gradino più basso, del podio virtuale, sbuca Jack Sinclair. Il padrone di casa è un rullo compressore nel day 4 e con 2.230.000 unità lancio l’assalto al final table. Ben Heath veleggia a metà del count: nona casella da cui ripartire e 990.000 fiches con cui respingere gli assalti dei rivali.

Ma molti occhi sono puntati su Erik Seidel. L’americano è in corsa per il Triple Crown, dopo i successi in carriera nel World Poker Tour e nelle World Series of Poker. Il player a stelle e strisce è quattordicesimo con 450.000 chips e basta un raddoppio per vederlo tornare ampiamente in gara.

La top 10 del count

1 David Docherty 3,560,000
2 Ian Hamilton 2,450,000
3 Jack Sinclair 2,230,000
4 Roman Hrabec 2,125,000
5 Harry Lodge 2,045,000
6 Nils Pudel 1,985,000
7 Alexandre Vuilleumier 1,710,000
8 Nicolas Vayssieres 1,085,000
9 Ben Heath 990,000
10 Aleem Kanji 965,000

Name Surname
Matteo Felli

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli