Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente Gioca Responsabilmente 18 +

Giocare per Setvalue

Giocare per Setvalue 0001

Giocare per setvalue, cosa significa esattamente? La maggior parte di voi sa già cosa vuol dire, ma per quelli di voi che non lo sanno, ecco una breve spiegazione. Giocare per setvalue significa giocare una coppia con lo scopo di centrare il set al flop. Se non centri il tuo set, abbandoni la mano nel 95% dei casi. In questo articolo discuteremo situazioni nelle quali viene fatto limp con una coppia bassa e si subisce un rilancio. Parleremo anche di situazioni nelle quali metti il tuo avversario su una mano davvero forte, perciò dovrai migliorare la tua mano centrando il set al fine di vincere il piatto. Spesso sarai forzato a chiamare un rilancio o un controrilancio al fine di vedere un flop. In situazioni come queste dovrai chiederti se il tuo call preflop sia profittevole oppure no.

La regola del 5/10

La regola del 5/10 dice che puoi chiamare un rilancio con una coppia se il rilancio è meno del 5% del tuo stack effettivo mentre devi foldare se il rilancio è superiore al 10%. Se il rilancio è all'incirca nel mezzo, dovrai fare affidamento al tuo giudizio. Con stack effettivo intendo lo stack che può effettivamente finire nel piatto. Se un giocatore A ha uno stack di $50 e il giocatore B ha uno stack di $30, nessuno dei due può vincere più di $30. La regola del 5/10 riguarda le implied odds. Se il tuo avversario è shortstack, o rilancia più del 10% del suo stack prima del flop, il tuo call preflop non è più profittevole. Se, invece, entrambi avete un grosso stack, puoi sempre chiamare con lo scopo di vincere tutto il suo stack.

Personalmente non sono un grande amante della regola del 5/10, in quanto credo che una decisione call/fold si basi su più fattori anziché semplicemente sullo stack effettivo. Alcuni giocatori credono che la regola del 5/10 non valga più in quanto il gioco al giorno d'oggi è molto più aggressivo. Di conseguenza, riuscirai a portare via l'intero stack al tuo avversario meno spesso, in quanto tende a rilanciare con più mani marginali. Questo è certamente corretto, ma anche il fatto che la regola del 5/10 si focalizzi solo sulla grandezza degli stack è un valido motivo per non utilizzare questa regola.

Per iniziare, un paio di odds

Prima di discutere di tutti i fattori, abbiamo bisogno di calcolare un paio di odds.

La probabilità che NON flopperai un set è (48/50) x (47/49) x (46/48) = 0.8825 o 88.25 %. Perciò, la probabilità di floppare un set è 1 â€" 0.8825 = 0.1175 o 11.75 %. E' abbastanza per la nostra analisi? No! Perchè anche se floppiamo il set, c'è ancora la possibilità di perdere la mano. Pensa ai colori e alle scale che il tuo avversario potrebbe chiudere. In media sei favorito per vincere la mano all'88% se floppi il set.

Quanto è grande dunque la possibilità di floppare il set e vincere la mano? E' 0.1175 x 0.88 = 0.1034 o 10.34 %. Diciamo che il 10% è una buona stima per il numero di mani che vinceremo giocando per setvalue.

Alcuni giocatori utilizzano spesso la ben nota relazione di 82% a 18% che esiste tra una overpair e una underpair. Per esempio: con {4-Spades}{4-Clubs} contro {k-Hearts}{k-Spades}, hai all'incirca il 18% di possibilità di vincere la mano. Questo statistico 18% può essere usato nelle situazioni di all-in preflop, ma nel cash game questo sarà raramente il caso, in quanto vedrai raramente un turn o un river se non floppi il tuo set. Perciò questo numero del 18% è troppo grande da utilizzare qui.

In aggiunta a questo, alcuni critici potrebbero contestare che il 5% dei casi, in cui non centri il set al flop, puoi sempre vincere la mano nel caso floppassi un progetto di scala bilaterale per esempio. Questo potrebbe aumentare il tuo 10% di possibilità di vittoria. Ma possiamo sempre renderci le cose più difficili inventandoci qualsiasi tipo di scenario al flop. Noi stiamo parlando puramente di setvalue qui, e restando attaccati al 10% stiamo già essendo molto realistici con le nostre possibilità di vincere nel lungo periodo.

Analizzare i fattori importanti

Range dell'avversario

Per iniziare ci sono alcune cose generali che possiamo capire attraverso un ragionamento logico. Se l'avversario rilancia o controrilancia, possiamo metterlo su un certo range. Più il range è tight, maggior dovrebbe essere la nostra tentazione a giocare per setvalue. Perchè? Supponiamo di avere {5-Hearts}{5-Diamonds} contro il giocatore 1, e più tardi contro il giocatore 2. Il giocatore 1 è estremamente tight. Se rilancia puoi essere quasi sicuro che abbia JJ+. Non rilancia neanche con AK perchè pensa sulla linea del "prima centra qualcosa, poi punta". Il giocatore 2 gioca diversamente. E' loose e rilancia preflop con ogni coppia, asso suited, suited connectors, etc.

Ora supponiamo che ognuno di voi abbia uno stack di 100BB. Il giocatore 1 rilancia. Call o fold? I principianti penseranno spesso "Fold, mi batte comunque", in questa situazione. Se avete poche o nessuna implied odds (come verso la fine di un torneo), questo sarebbe corretto. Nel cash game, dove spesso avete >100BB di fronte a voi, non lo sarebbe. Tu chiami e speri di vedere un flop del tipo {5-Spades}{2-Hearts}{8-Diamonds} in modo che l'avversario non possa foldare i suoi {a-Hearts}{a-Spades}. Qui vuoi prendere il suo intero stack.

Un paio di mani dopo il giocatore 2 fa un rilancio e tu hai (5-Diamonds)(5-Hearts) ancora. Cosa fare? Bè, in questo caso non vorrai solo giocare per setvalue in quanto avrai meno implied odds. Ora non sto dicendo che qui dovresti fare fold! Hai solo bisogno di sapere che questo giocatore non andrà all-in con {7-Spades}{8-Spades} su un flop {5-Spades}{2-Hearts}{8-Diamonds}.

Quindi ricorda, più ampio è il range del tuo avversario, meno è la probabilità che tu riesca a portargli via il suo intero stack. Con un giocatore che invece rilancia solo con AA/KK sarà molto più facile.

Aggressività Postflop e livello dell'avversario

Anche questo è un fattore importante. Alcuni giocatori praticamente non fanno mai una C-bet nel caso non centrino il flop, mentre altri giocatori potrebbero sparare una seconda ed una terza puntata al turn e/o al river con aria. Giocare per setvalue diventa ovviamente più interessante contro avversari aggressivi.

Più l'avversario è aggressivo, più soldi puoi far finire nel piatto prima del flop. Inizi già a leccarti le dita dopo aver floppato il set contro un avversario a cui piace bluffare puntando forte al flop, turn e river. Ma niente è più frustrante che floppare un set e vedere l'avversario foldare contro una puntata di 1/3 del piatto.

Il livello di abilità del tuo avversario è molto importante. Alcuni giocatori sono così pessimi che dilapiderebbero tutto il loro stack con QQ su un board K-high. Alcuni giocatori non foldano mai AA postflop, mentre altri potrebbero non avere problemi nel farlo. I giocatori più bravi vi daranno meno azione dopo il flop, il che rende difficile aumentare il piatto.

Questione di soldi

Ora descriverò 3 situazioni. Esse differiscono solo in un aspetto: l'ammontare con cui il tuo avversario compie il 3-bet. Supponi che sia te che l'avversario abbiate uno stack di 100BB di fronte a voi. Ricevi {10-Diamonds}{10-Hearts} e sei UTG+1. UTG folda e tu rilanci 4BB. Tutti foldano fino al giocatore sul bottone, il quale rilancia a 8BB (esempio 1), 12BB (esempio 2) e 16BB (esempio 3). SB e BB fanno fold e tu devi prendere una decisione. Il giocatore sul bottone ha giocato piuttosto tight finora e gli fai una overpair.

Se chiami, è profittevole nel lungo periodo? Il 10% delle volte centrerai il set vincendo la mano. Il restante 90% delle volte dovrai fare fold al flop. Se non centri il set, perderai il costo del call. Se centri, vincerai il piatto attuale (non dimenticare di includere SB, BB ed eventuali limpers) più un determinato ammontare X. Il numero X ti da le tue implied odds: cosa posso estrarre al mio avversario se centro il mio set? Sappiamo che X non può essere più grande di ciò che il nostro avversario ha di fronte a lui dopo il reraise. Ecco come puoi calcolare il tuo EV per i 3 esempi:

EV = (possibilità di centrare il set e vincere)(piatto attuale + X) + (possibilità di perdere)(costo del call).

Esempio 1

EV = (0.10)(13.5BB + X) + (0.90)(-4BB)

Esempio 2

EV = (0.10)(17.5BB + X) + (0.90)(-8BB)

Esempio 3

EV = (0.10)(21.5BB + X) + (0.90)(-12BB)

Diamo uno sguardo a queste equazioni sotto forma di grafico:

Giocare per Setvalue 101

Innanzitutto un'importante osservazione. Tutte le linee in questo grafico finiscono ad una certa X. La linea 1 è più lunga della linea 2, che a sua volta è più lunga della linea 3. Questo perchè X è decrescente in quanto l'avversario rilancia di più preflop. Maggiore è il rilancio preflop, minore è il suo stack dopo il flop, il che riduce il valore di X.

Nell'esempio 1 puoi vedere che sei già in una situazione di break even (EV=0) quando X = 22.5BB. Questo è sicuramente realizzabile. Nell'esempio 2 è un po' più difficile. Qui il break even avviene quando X = 54.5BB. Cioè in media devi vincere più di metà stack postflop, e il fatto che questo sia possibile dipende dall'avversario. Se rilancia solo con AA questo potrebbe essere possibile. Ma se rilancia con 22+/AJs+ sarà molto più difficile. L'esempio 3 è totalmente senza speranza, in quanto non potrai mai raggiungere il break even in questa situazione. Potresti raggiungere il break even vincendo in media 86.5BB postflop ma questo non è possibile già a partire dal fatto che l'avversario ha 100BB - 16BB = 84BB rimasti dopo il suo reraise preflop. In questo caso non puoi chiamare per setvalue

Supponiamo ora che il giocatore UTG rilanci 4xBB anziché foldare. Tu chiami con coppia di 10 e lo stesso giocatore sul bottone rilancia 8BB/12BB/16BB, esattamente come prima. Come cambia la situazione? Per iniziare, ci sono 4BB in più nel piatto ora.

Correggendo il grafico:

Giocare per Setvalue 102

Ora vedete questo, nell'esempio 1 puoi chiamare quando X = 18.5BB, e nell'esempio 2 quando X = 50.5BB. Adesso puoi addirittura chiamare nell'esempio 3 quando X = 82.5BB, anche se vorresti essere sicuro di prendere SEMPRE l'intero stack all'avversario ogni volta che floppi il set. Come puoi vedere, il giocatore UTG ora ha migliorato la situazione mettendo ulteriori soldi nel piatto prima del flop.

Da questo grafico puoi vedere che gli stack, le tue implied odds, il costo del tuo call e i soldi nel piatto sono tutti fattori che necessitano di essere considerati.

Riassunto

Dopo questa analisi possiamo riassumere un paio di punti:

Range dell'avversario:

- ristretto: migliore per il call per setvalue

- ampio: meglio non chiamare per setvalue (magari per pair value)

Contro i giocatori con un range ristretto puoi giocare al meglio per setvalue. Puoi fare lo stesso contro giocatori loose, ma sarebbe meglio controrilanciare anzichè chiamare il rilancio, sia perchè credi che la tua coppia sia buona sia per aumentare la pressione su di lui. Tieni a mente che ricevi meno implied odds contro giocatori loose perchè spesso essi entrano nel piatto con mani marginali.

Aggressione Postflop:

- molta: meglio chiamare per setvalue

- poca: meglio non giocare per setvalue

Più aggressivo è l'avversario, più soldi finiranno nel piatto. Puoi intrappolarlo facendo finta di inseguire un progetto o puoi convincerlo di essere in bluff. Qualsiasi cosa tu faccia: più soldi ci sono nel piatto, meglio è per il tuo setvalue.

Livello dell'avversario:

- debole: meglio chiamare per setvalue

- forte: meglio non chiamare per setvalue

I buoni giocatori capiscono spesso quando centri il set, e ti daranno meno implied odds. I cattivi giocatori sono più facili per te da leggere, e andranno facilmente all-in con i loro JJ su un board 4-5-8.

Grandezza degli stack:

- grossi: meglio chiamare per setvalue

- piccoli: meglio non chiamare per setvalue

I grossi stack sono buoni, quelli piccoli no. E' fastidioso avere un giocatore con 20BB che rilancia costringendoti a foldare i tuoi {4-Clubs}{4-Spades} perchè non c'è niente da vincere per te in ogni caso. Gli stack più grandi di 100BB generalmente vanno bene. Con piccoli rilanci preflop, uno stack tra i 60BB e i 100BB andrà comunque bene. Con più giocatori nel piatto, ci sono ulteriori stack che entrano in gioco, per cui puoi facilmente giocare per setvalue in un multi-way pot.

Costo del call preflop

- basso: buono per giocare per setvalue

- alto: meglio non giocare per setvalue

Devi chiamare 4BB o 5BB per vedere il flop? Quell' extra BB potrebbe non sembrare molto, ma nel lungo periodo quel singolo BB può cambiare il valore della tua X in modo drammatico. Quando un giocatore effettua una 3-bet sul tuo iniziale rilancio di 4x, è piuttosto impossibile da chiamare per setvalue, a meno che il tuo avversario non sia in tilt o non abbiate stack enormi.

Soldi nel piatto (rilanci/limp/call)

- molti: meglio giocare per setvalue

- pochi: meglio non giocare per setvalue

Questo fattore gioca anch'esso un ruolo importante. Maggiore è la quantità di "dead money" nel piatto, meglio è per te. Questo denaro ha una influenza positiva sul tuo EV, come puoi vedere dai calcoli sopra.

Conclusione

Come potete vedere, sono diversi i fattori che giocano un ruolo nel chiamare per setvalue. Lo scopo di questo articolo era darvi una maggiore conoscenza della situazione, non solo per permettervi di prendere decisioni migliori, ma anche per aiutarvi ad analizzare meglio il vostro gioco. Potreste accontentarvi della regola del 5/10, ma le decisioni che prendete miglioreranno se terrete da conto anche i fattori menzionati in questo articolo.

Good luck & see you at the tables!

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli