Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Guida per Principianti - Parte 3 - Tattica e Strategia

Guida per Principianti - Parte 3 - Tattica e Strategia 0001

Un gioco di strategia come il poker necessita di un'analisi approfondita di tutti gli aspetti statici e dinamici del gioco.

Accennando alla forte differenza di strategia che esiste tra un tavolo da 4,6,9 e 10 giocatori ciascun tavolo si basa su degli equilibri pre-esistenti della partita: stakes, blind, rilanci e posizione sono i fattori che determinano il dinamismo del poker mentre i fattori statici sono appunto il numero di giocatori presenti al tavolo, l'ante e il proprio M, ossia rapporto tra stake /blind ante.

L'approcio pragmatico di Harrington insieme a quello teorico di Sklanky rappresenta la base del nuovo Poker Moderno; all'inizio fu il testo pubblicato dal famosissimo Doyle come guadagnare 1 milione di dollari con il poker a fare breccia nell'opinione pubblica sulle potenzialità di questo gioco strategico a diventare uno strumento di reddito, ma fu proprio Sklanky con il suo Theory of Poker a far emergere il significato intrinseco del poker ossia di un gioco più o meno esatto in grado di arricchire un buon giocatore "disciplinato".

La partita in un torneo si distingue in fasi come negli scacchi: apertura, medio gioco e final table.

Nella fasi di apertura il tavolo da 9 e 10 giocatori rappresenta il primo limite di gioco da valutare. Per limite di gioco si intende il punto di riferimento attraverso cui viene impostato la strategia, ovvero le decisioni di optare per un grande rilancio, una puntata per vedere o un rinunciare la propria mano in quanto eccessivamente insignificante.

Nel Poker come in altre discipline coesistono diverse varianti di strategia che vengono riconosciute con i nomi di Tight , Aggressive, loose: tutte le tre tecniche di gioco devono parte di un bagaglio di un buon giocatore, ma per un principiante è consigliato inizialmente di tenere una condotta Tight.

Tight

Il giocatore Tight predilige una combinazione di carte così dette alte scartando indiscriminatamente qualsiasi carta che non possegga le potenzialità di vincere il piatto. Le carte predilette sono esposte nei testi di Harrington e Sklanky che indicano inoltre con quali giocatori è opportuno giocarle. AA KK QQ (migliori carte per un tight ma è relativo) AK AQ JJ 10 10 (secondo gruppo di carte di migliori). Se sono dello stesso segno, ovvero suited card, hanno valore superiore.

Aggressive

L'aggressive è un giocatore piuttosto versatile che non ha alcuna preferenza di Mani e gioca il 30% delle mani a lui distribuite; le carte che sceglie sono ovviamente tutte le carte high e tutte le combinazioni di carti chiamate connected ossia carte collegate tipo 9 -10 fino al minimo di 6-7, suited o unsuited, dello stesso segno ovvero anche miste. Ovviamente l'elencazione non è possibile e si fa riferimento alla spiegazione di Sklanky in Hold'em for advanced Player e Harrigton in Hold'em Tornament I e II.

Loose

E' una categoria estrema di giocatore che tende a non avere alcun tipo di schema prestabilito tende a giocare molte più mani di quelle che sarebbero da giocare e si affida al così detto coin flip.... ossia lancio della monetina con probabilità limitata. Sono giocatori difficili da leggere ma facili da battere per la maggior parte degli avversari.

La strategia puo' variare a seconda dei giocatori e a seconda delle fasi del torneo ed opportuno sarebbe introdurre il concetto di M ossia il rapporto tra stake e blind e ante... il livelllo dell' M indica quanto tempo si ha prima che i blind e gli ante possano consumare rovinosamente il proprio stake ovvero è il segnale che indica la necessità di ottenere al più presto un ottimo piatto!

Tecniche di gioco
Slow play
semi bluff
continuation bet
check raise
check raise per bluff

A seconda delle fasi della partita ciascuno giocatore adotta uno delle tecniche che appaiono più a lui congeniali

Lo slow play consiste nel permettere all 'avversario di condurre il gioco quando si ha in mano un punto relativamente forte offrendo free card per incentivarlo a puntare più di quanto necessario per la vittoria del piatto e compromettergli le fasi successive di gioco; tale tecnica è ottimale in short table ovvero quando i giocatori al tavolo sono ridotti e non in full table! Lo Slow play in short table va fatto già pre-flop mentre in full table dopo il flop.

La Continuation Bet è un sistema di rilanci che si fonda tanto su un ottimo pre-flop quanto in un mancato set da parte degli avversari; secondo Harrington in sede di torneo questa tecnica permette di ottenere informazioni minime su come giocare la mano dopo il turn.

Il semi-bluff invece è contrariamente ad un sistema di rilancio un tentativo di aggiudicarsi in seduta stante il piatto senza concedere freecard agli avversari; essendo un rilancio non cospicuo ma consistente tipo 4BB o 6BB a volte, la mano posseduta è in parte un progetto di draw colore o scala o un punto sufficientemente forte che se realizzato fornisce la best hand quindi anche se "chiamato" mantiene allo scommettitore un certo vantaggio di posizione e di azione. Connesso al semi bluff è l'implied odds ( Sklansky).

Il check raise è uno "slow play" utilizzato per accrescere il pot mostrando una mano "dissimulata" ossia è un occultamento di una buona mano nei confronti dell'avversario per indurlo a puntare una scommessa senza che ne avesse ricevuto alcun segnale di avvertimento e di pericolo.

Freecard è una carta gratuita senza costo che gli avversari concedono al fine di rendere la mano più "competitiva" ovvero si tratta di una carta concessa da un giocatore in slow play.

Ndr: Molti più consigli e strategie di gioco le trovi nelle discussioni aperte dagli utenti del forum di PokerNews. Iscriviti adesso e comincia ad apprendere. Scarica Everest Poker e gioca gratis nei freeroll mensili da $1000 riservati a tutti i nuovi giocatori.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli