Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Le Basi Del Poker: Come Si Difendono i Bui

Daniel Dvoress

Ogni settimana, la rubrica Le Basi del Poker si occupa di un particolare termine pokeristico. Vi offriremo una definizione chiara del termine e un esempio del concetto strategico a cui si riferisce, in modo che possiate cominciare ad utilizzare tale termine e a implementare la strategia collegata nel vostro gioco. Questa settimana ci concentriamo su come si difendono i bui.

Definizione

Difendere i bui significa chiamare o rilanciare da small o big blind, dopo che un giocatore ha rilanciato prima del flop. Invece di foldare e concedere il piccolo o il grande buio, il giocatore "difende" la sua scommessa obbligatoria, con un call o un raise.

Esempio

In una partita di No Limit Hold'em cash da $1/$2, tutti foldano fino al Giocatore A che da bottone rilancia a $7. Il Giocatore B da small blind folda, scegliendo di non "difendere". Ma il Giocatore C da big blind "difende" il suo buio, chiamando e vedendo il flop insieme con il Giocatore A.

Considerazioni Strategiche

Quando occorre decidere se difendere o meno small o big blind in caso di rilancio, bisogna tenere conto di numerosi fattori, inclusa la posizione (nostra e dell'avversario), le tendenze e lo stile di gioco altrui e la forza della propria mano.

Se dopo aver difeso il buio con un call o un re-raise arrivate al flop, come nell'esempio precedente, dovrete giocare il resto della mano da fuori posizione, contro un avversario che ha già mostrato forza tramite il suo rilancio iniziale. Riuscire ad agire per ultimi è sempre preferibile: questo vuol dire che difendere troppo spesso il proprio buio significa trovarsi molte volte a dover agire per primi dopo il flop.

Detto questo, non potete semplicemente permettere ai giocatori aggressivi di rubarvi sempre il buio tramite rilanci da late position. Specialmente nei tornei, quando i bui (e le ante) aumentano col passare del tempo, dovete reagire. Se il vostro avversario sta aprendo spesso da late position tramite un raise, e con un range di mani ampio, dovete controbattere rilanciando o controrilanciando.

Controrilanciare (o piazzare una "three-bet") spesso è meglio di un semplice call, specialmente quando giocate da small blind, visto che un call darebbe al big blind pot odds favorevoli per chiamare ed entrare nel piatto, costringendovi a giocare da fuori posizione contro più di un avversario. Il re-raise, inoltre, può portare al fold altrui, specialmente quando l'original raiser sta solo tentando di rubare i bui con una mano debole.

Per quanto riguarda la forza della mano, ricevere una mano forte in posizione di buio ovviamente rende più facile la difesa tramite controrilancio, anche se talvolta limitarsi al call da big blind può essere più profittevole, dato che nasconde la forza della vostra mano e vi permette di guadagnare di più dopo il flop. Attenzione però a non esagerare con le mosse fantasiose in caso di mani forte, specialmente quando giocate da fuori posizione.

Guardare e Imparare

La scorsa settimana, Sarah Grant ha intercettato a Malta Daniel Dvoress, poker coach di Run It Once, e gli ha chiesto un parare sulla difesa dei bui da small e big blind contro giocatori aggressivi che continuano ad aprire rilanciando da bottone. Ecco cosa ha risposto Dvoress:

Per rimanere sempre aggiornato su tutto quello che accade nel mondo del poker, segui PokerNews Italia su Twitter e diventa fan su Facebook.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli