Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

   

La Differenza tra Omaha Pot Limit e Omaha Split Limit

La Differenza tra Omaha Pot Limit e Omaha Split Limit 0001

La differenza tra la forma di poker nota come Omaha poker giocata "pot limit" e quella "split limit" è tale da rendere le due varianti giochi quasi completamente distinti.

Nell'Omaha poker i giocatori ricevono ognuno quattro carte coperte. Di queste quattro, due dovranno essere impiegate in combinazione con tre delle cinque carte comuni poste al centro del tavolo.

Sono previsti quattro round di scommessa come nell'hold'em. In Gran Bretagna la versione pot limit è spesso quella preferita. Questa comporta che i giocatori possano puntare o rilanciare qualsiasi qualsiasi somma inferiore o uguale al valore del piatto. Questo risulta in un massiccio round di scommessa subito dopo l'esposizione del flop – il secondo round di scommessa.

Negli Stati Uniti e nella maggior parte dell'Europa è invece molto più popolare la variante split limit.

Con le puntate ed i rilanci limitati, per dire, a 10€ per i primi due round ed a 20€ per il terzo ed il quarto, è quasi impossibile per un giocatore andare all-in – puntare tutto.

L'effetto di tutto ciò e l'incremento di giocate "loose". Ogni piatto è sempre conteso da molti giocatori anche con combinazioni alquanto improbabili.

Il numero di rilanci è ugualmente elevato – dopo tutto se un giocatore che rilancia di 10€ deve temere un solo rilancio da 20€, non sembra esserci troppo da rischiare.

Questa potrebbe ora sembrare la versione caotica del poker ma, che ci crediate o no, esistono tattiche e strategie che possono funzionare sul lungo termine.

Un vecchio professionista di Las Vegas mi ha lasciato in eredità il consiglo del suo "maestro" in merito al limit Omaha: "prima crea un piatto ricco e solo dopo ingegnati per vincerlo".

Questo nel poker potrebbe suonare come un suicidio, un nuovo modo per mandare le proprie fiches al massacro ma sotto l'aspetto matematico suona in tutt'altro modo.

Ad esempio supponiamo che un giocatore nelle ultime posizioni abbia rilanciato da 10 a 20 e che cinque altri giocatori abbiano visto. A questo punto vale la pena di giocare in ogni caso, con quattro carte qualsiasi – e non solo vedere ma rilanciare appena possibile.

Se sei giocatori sono nel piatto dopo aver pagato 30€ a testa per vedere, in palio ci saranno 180€. La puntata di apertura a questo punto sarebbe di 10€ il che significa che nel peggiore dei casi gli odds sarebbero di 20 a 1.

Con questi numeri anche una improbabile scala (con una carta mancante nel mezzo) è un progetto che merita di essere giocato 10 a 1.

Omaha poker in generale

Una delle attrazioni dell'Omaha poker è appunto che i giocatori sono spesso coinvolti nel gioco anche con pessime carte.

Questa particolare variante prevede l'utilizzo di due delle quattro carte personali in combinazione con tre delle cinque carte comuni che si trovano al centro del tavolo.

Nell'hold'em, dove i giocatori ricevono solo due carte personali, le possibilità di compatibilità con il flop – le prime tre carte comuni – sono decisamente più limitate.

Nell'Omaha, al contrario, tutto è possibile.

Una mano di partenza come 2f-4p-6c-6f non è da buttare via.

Se, infatti, il flop mostrasse qualcosa come 3f-5f-6q le possibilità di vincere un ricco piatto sarebbero piuttosto buone.

Il fortunato giocatore avrebbe realizzato una scala al 6 come combinazione migliore, ma anche un ftris di sei, ha le possibilità di concludere un full ed infine ci sono ancora speranze per un colore o una scala di colore.

Una mano del genere è estremamente pericolosa per gli avversari e per il giocatore stesso.

Se una carta superiore al 6 fosse ancora data alla fourth o fifth street qualche avversario potrebbe anche realizzare un full avendo una coppia in mano.

Un fiori qualsiasi potrebbe portare a qualcuno a realizzare una scala di colore di valore superiore.

Nel formato del gioco pot limit, nel quale le puntate possono essere fatte sino ad una cifra pari al valore del piatto, si tirerebbero un po' i freni.

Il possessore di una scala penserebbe a lungo prima di puntare per l'imminente rischio di una mano migliore da parte di qualcuno o per il timore di essere rilanciato.

Se invece la partita fosse giocata con struttura split limit, con puntate e rilanci limitati diciamo a 10€, lo stesso giocatore punterebbe senza indugio sperando nella sorte.

Il meglio in una mano simile sarebbe realizzare un full facendo coppia di 2 o 4 oppure ottenere un 6 di quadri o un 4 di fiori per la scala di colore.

E' molto più facile trovare varianti di limit Omaha nella maggior parte delle sale da poker online piuttosto che nei casinò che preferiscono quella pot limit che talvolta però può rivelarsi piuttosto costosa.

Eccovi una dritta:
Se dovete giocare ad Omaha poker e volete fare qualche soldo anche con carte spazzatura, giocate anche se avete solo un asso con un'altra carta qualsiasi o un asso con K dello stesso seme. Potreste vincere per puro caso.

Cosa ne pensi?

Altri Articoli