Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Strategia: Posizione nel Poker – è anche Più Importante di Quello che Credi

Strategia: Posizione nel Poker – è anche Più Importante di Quello che Credi 0001

Ogni giocatore di poker che stia cercando di farsi strada in questo gioco avrà sentito presto o tardi che qualcosa chiamata posizione è una cosa importante nel poker. Imparerete i trucchi di questo gioco molto più velocemente quando comprenderete che la posizione è in realtà addirittura più importante di quanto molte persone credano.

Una buona o cattiva posizione (la migliore si ha ovviamente quando si siede con il bottone del "dealer" davanti a se, e la peggiore sedendo "under the gun" ovvero primo dopo il big blind) cambia letteralmente il valore delle vostre starting hand. Alcune delle mani più forti perdono di valore in early position, mentre mani marginali possono acquisire valore se giocate in late position.

Immaginiamo di giocare in una partita a dieci e di dividere il tavolo in tre settori (escludendo per il momento i bui), che chiameremo early (E), middle (M) e late (L) position.

Strategia: Posizione nel Poker – è anche Più Importante di Quello che Credi 101

Così come la prima posizione è detta "under the gun," le due posizioni alla destra del bottone del dealer sono rispettivamente chiamate "cutoff," e "hijack," per ovvie ragioni.

La tabella che segue può essere impiegata come guida per decidere con quali mani aprire rilanciando a seconda della posizione. Essa mostra inoltre quali mani dovreste giocare contro un rilancio. Notate che questo gruppo di mani è più piccolo a causa di uno dei concetti basilari del poker: serve una mano decisamente migliore per giocare contro un rilancio che per aprire noi stessi con un rilancio.

Strategia: Posizione nel Poker – è anche Più Importante di Quello che Credi 102

Ovviamente, queste non sono le uniche due possibilità. Potreste optare per un "limp" sul piatto (detto anche "flat call") limitandovi cioè a completare la puntata per coprire i bui. Questa potrebbe essere una buona idea per giocare mani speculative quali suited connectors e piccole coppie, e puo essere la giocata corretta in certe circostanze. Per poterla attuare è necessario che il vostro stack sia grande, ed i blinds piccoli. In questo modo, con un flat call si rischia solo una frazione del proprio stack, in genere al massimo il 5%.

{banner} Questa tabella è un'ottima guida rudimentale su come giocare in una partita di rilanci, e vale la pena averla sotto mano quando si è solo agli inizi. Potrebbe sembrare a prima vista piuttosto tight, ma notate che lascia libertà decisamente maggiori per le giocate da late position. La grande differenza di starting hands che si possono giocare a seconda della posizione è lezione cruciale. Per dare l'idea, è piuttosto corretto affermare che A10 in late position "vale" tanto quanto AQ suited giocato da under the gun.

Allora perchè una migliore posizione al tavolo dovrebbe permettervi di giocare un numero di starting hands decisamente superiore? Eccovi le ragioni:

• Tutte le mani che devono agire dopo voi sono da considerare fattori ignoti e quindi potenzialmente forti. Dalla prima posizione, ci sono ancora nove possibili mani forti da affrontare.

• Se un piatto non ha visto rilanci sino alle late position, ci sono dig ran lunga meno minacce al tavolo. Con un minor numero di mani a dover ancora agire ci sono di gran lunga più possibilità che un rilancio possa vincere i blinds.

• Ogni mano data vale più in posizione avanzata perchè a tutti i vantaggi di poter giocare il flop trovandosi "in posizione."

Allora perchè è così bene giocare "in posizione?"

Migliore conoscenza della mano dell'avversario

Un giocatore nella posizione migliore (ultimo ad agire) può prendere decisioni basandosi su le informazioni date dalle azioni di tutti al tavolo. Ovviamente ci saranno giocatori che cercheranno di „nascondere" la propria mano se questa è forte o cercheranno di bluffare con una debole, ma, in generale un piatto che ha visto solo check sino a voi che sedete al bottone è decisamente più probabile possa essere vinto con una puntata. Un piatto che ha già visto un rilancio e un rialzo ulteriore prima di arrivare al vostro turno vi permette una ri-valutazione della vostra mano marginale permettendovi di scartarla senza indugio.

Strappare puntate extra per valore

Negli ultimi round di scommessa sarete anche in grado di agire con maggiore consapevolezza della forza della mano del vostro avversario. Supponiamo siate heads up al river con AQ con una board che da QJJ102.

E' senza dubbio un tavolo minaccioso e se siete i primi ad agire con la mano del vostro avversario come fattore ignoto, sarebbe saggio fare check. Se vi trovate "in posizione" ed il vostro avversario ha fatto check, vi ha dato buoni motivi per credere che la sua mano non sia poi così forte. Con questa informazione aggiuntiva potrete ora piazzare una piccola puntata in più cercando di dare un po' più valore alla vostra mano vincente.

Scoprire un bluff fatto con buon tempismo

Se vi trovate in posizione avete più informazioni e maggiori opportunità per individuare le debolezze di un vostro avversario e scoprire un bluff. Prendiamo la stessa board con QJJ102, ma questa volta siete voi a non avere nulla. Ora, il vostro avversario piazza una piccolissima puntata. Questa potrebbe essere una così detta puntata "stopper" o "difensiva" che spesso rende noto che il vostro avversario ha ben poco di che gioire della board. Questa giocata dice in pratica che il vostro avversario non ha per nulla intenzione di dover affrontare una grossa puntata. Proprio grazie a questa informazione acquisita per merito della posizione di vantaggio che occupate potete decidere di puntare forte per mettere alla prova questa sua debolezza.

Come giocare dai blinds

La tabella non include alcuna informazione su come giocare dai bui. Si può però dire che un errore molto comune commesso dai giocatori inesperti è quello di chiamare troppi rilanci dai blinds. Ricordate che i blinds giocano dopo il flop nella peggiore posizione al tavolo e pertanto patiscono di tutte le incertezze di cui si è detto sopra. Riducete il numero di call dai blinds e siate invece molto più attivi quando avete il bottone del dealer.

Un Suggerimento

Per comprendere i vantaggi di poter giocare in posizione, provate a giocare anche le altre mani, oltre a quelle suggerite, per vedere la differenza. Essendo pratica rischiosa fatelo abbassando il livello di gioco a solo titolo di apprendimento. Vi accorgerete della forza che acquisiscono le giocate in posizione.

Ndr: ti sei già preso i $50 GRATIS su Titan Poker?

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli