Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Strategia per Hold'em: Cosa Fare quando si Floppa un Monster

Strategia per Hold'em: Cosa Fare quando si Floppa un Monster 0001

Chiami un rilancio con {q-Hearts}{j-Hearts} dal big blind contro un giocatore che ha rilanciato da una delle prime posizioni e leghi in modo eccellente un flop che da {a-Diamonds}{q-Diamonds}{q-Spades}. Cosa fai? Tra poco la risposta…..

Uno dei maggiori errori che si possono veder commetere nei tornei no limi è quello di giocatori che non mettono abbastanza chips sul piatto quando hanno il punto migliore. Questo è anche uno degli errori meno riconoscibili perchè i giocatori sono semplicemente felici di aver vinto un piatto di dimensioni decenti. Io ritengo che le chips perse per non aver sfruttato al massimo il valore delle proprie mani buone costa ai giocatori anche più di quello perso a causa di pessimi call.

Quando floppate un monster

Torniamo all'esempio riportato sopra, nel quale al flop realizzate un tris di queen. Qual è stata la vostra reazione? La cosa più importante è che non vi facciate assalire dalla smania di fare check.

La giocata corretta qui dipende da giocatore a giocatore, ma la cosa migliore è in genere aprire con una puntata. Se fate check, al fine di giocare un check-raise o chiamare per poi puntare al turn, la vostra giocata sembrerà molto forte e vi leggerano un'ottima mano.

Questo è ovviamente l'opposto di quello che volete. Puntando direttamente, la maggior parte degli avversari darà per scontato che non avete un tris di queen. Questo è inoltre il modo migliore per costruire un grosso piatto; se fate check, un avversario con un asso potrebbe cautamente decidere di fare check dopo di voi al fine di rallentare l'azione nel caso voi abbiate davvero un queen.

Potrei comunque essere già battuto?

Il vostro avversario potrebbe ovviamente avere una delle tre mani che vi battono: coppia di assi, AQ o KQ. Questo è, altrettanto ovviamente, poco probabile, ma puntare potrebbe essere abbastanza per legarvi ad un grosso piatto. Questo porta ad una fondamentale domanda: volete riservarvi una possibilità di ritirarvi dal piatto se l'azione dovesse farsi troppo minacciosa? Oppure preferite impegnarvi legandovi al piatto?

Questa domanda è così importante che vi raccomando caldamente di porvela ogni volta che floppate una grossa mano. Molto spesso è corretto decidere che non vi tirerete in dietro da quel piatto per nessun motivo. Il bello di questa opzione è che allora dovete concentrare tutte le vostre riflessioni solo su come spremere il massimo dagli avversari.

Logica confusa

Uno dei migliori esempi di logica confusa nel poker si ha quando i giocatori chiudono al flop una grossa mano, ma si preoccupano più del dovuto del pericolo di essere battuti. La maggior parte delle volte, vedrete che questi giocatori non saranno in grado di disfarsi di queste mani con risultati esclusivamente negativi: questo può costare ai giocatori molto in termini di valore oppure li può indurre a concedere free cards permettendo agli avversari di chiudere colori o scale.

Esempi

Analizzeremo adesso nel dettaglio numerosi esempi spiegando quali siano le giocate più corrette quando chiudete un grosso punto e perchè. Ogni volta vorrei che la vostra prima domanda fosse se intendete riservarvi qualche possiblità per tirarvi indietro dalla mano. E' importante che sia questa la prima domanda perchè renderà più chiara la strategia da seguire: giocherete in difesa o cercherete di far rendere al Massimo il punto oppure combinerete il tentativo di dare maggior valore alla mano con la possibilità di farvi da parte senza troppi danni.

Esempi #1 e #2- floppare un set
1) Nelle prime fasi di un grande torneo da 10'000 chip, voi avete {3-Diamonds}{3-Clubs} e vedete un ottimo flop che da {9-Clubs}{3-Clubs}{2-Hearts}. Il vostro unico avversario ha rilanciato a 250 prima del flop, ci sono 550 sul piatto, a voi il turno di parola:

La risposta alla nostra importante domanda è non si torna in dietro; il nostro avversario potrebbe avere una coppia servita di nove, ma le possibilità sono estremamente ridotte. Dobbiamo quindi concentrarci su due principali obbiettivi: trarre il Massimo valore dalla nostra mano ed evitare che l'avversario abbia l'occasione di chiudere a poco prezzo uno dei tanti progetti possibili.

La strategia di gran lunga migliore quando chiudete al flop questo tipo di set è puntare. Se il vostro avversario ha il tipo di mano che sperate abbia (un'overpair rispetto ai nove), molto probabilmente rilancerà e voi lo avrete intrappolato in un piatto molto grosso. Una puntata di apertura è spesso vista come molto debole e potrebbe contribuire ad una cattiva lettura della vostra mano come ad esempio un progetto di colore.

2) Un altro grande flop nelle prime fasi di questo torneo da 10'000 chip. Chiamate un rilancio con {8-Hearts}{8-Clubs} e chiudete il set intermedio grazie ad una board che da {q-Hearts}{8-Diamonds}{3-Clubs}. Il vostro avversario punta 250 su un piatto da 400. Cosa fate?

Anche qui rispondiamo ancora una volta che non giocheremo in difesa: si gioca per valore. Questo tipo di flop è completamente differente da quello dell'esempio riportato sopra dato che praticamente nessuna carta del turn potrebe chiudere il progetto del vostro avversario. Su un flop di questo tipo è corretto limitarsi al call. Se il vostro avversario ha il tipo di mano che sperate (AQ, kings o assi), vincerete un grosso piatto comunque. Ci sono due ragioni per limitarsi al call: indurre il vostro avversario al bluff o a puntare ancora una volta con una mano debole, oppure si potrebbe cercare di dargli un'occasione per trovare un asso con una mano quale AK in modo che sia piu propenso a pagarvi.

Perchè questi due esempi?

C'è una ragione per cui ho selezionato questi due esempi: sono eventi realmente accaduti a me lo scorso anno al Summer Freezeout di Brighton, e all'EPT di Copenhagen. In etrambi i casi la mia strategia ha avuto successo nell'intento di far finire tutto il denaro degli avversari sul piatto. La cosa straordinaria è che in entrambi i casi il mio avversario ha rivelato il tris migliore eliminandomi dal torneo! Ciò nonostante, dopo lunghe riflessioni non ho alcun dubbio sul fatto di aver giocato correttamente quelle mani.

Continua…

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli