Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Strategia per il poker: Giocare le Coppie Piccole più Profittevolmente nel Cash Game Online NLHE

Strategia per il poker: Giocare le Coppie Piccole più Profittevolmente nel Cash Game Online NLHE 0001

Floppare un tris con una piccola coppia è una delle maggiori fonti di profitto ai tavoli cash NLHE online. Tenendo a mente questo è molto importante imparare a come giocare queste piccole coppie correttamente. Nello specifico sto parlando di coppie 22-77.

E' pratica comune per molti giocatori vincenti fare limp nel piatto o chiamare un rilancio nella speranza di floppare il set, per poi semplicemente foldare dopo il flop in caso contrario. Se da una parte questo metodo potrebbe essere vincente contro la media degli avversari agli stakes più bassi o in tavoli davvero loose, ci sono molte situazioni in cui questo approccio è semplicemente quello sbagliato. Potete fare di più per incrementare il vostro profitto con queste mani e ci sono quattro fattori principali che dovete tenere in considerazione prima di decidere come giocare le coppie piccole: Stack Size, Posizione, Avversari e History.

Stack Size - Grandezza dello stack

Come qualunque buon giocatore cash di NLHE, dovreste effettuare il buy-in per il massimo consentito e rabboccare al massimo del buy-in ogni volta in cui perdete anche una piccola parte di stack, quindi terremo in considerazione per lo scopo di questo articolo che voi siate sempre seduti con un minimo di 100BB. Questo vi offre le migliori possibili implied odds per giocare le coppie piccole.

Ugualmente importante alla grandezza del vostro stack, è quella dei vostri avversari. Dovreste sapere che flopperete un set l'11.8% delle volte o 1 in 8.5 (7.5 a 1 come rapporto) quindi quando affrontate un rilancio di 4BB da un giocatore short con uno stack supponiamo di 35BB all'inizio della mano, dovreste foldare la vostra piccola coppia. Anche se avete odds per poco più di 7.5 a 1 con il call, in realtà avete bisogno di più di queste per il call affinchè sia profittevole, per ragioni che affronteremo più avanti in questo articolo.

Posizione

Fare limp nel piatto va bene se vi trovate in early position in un tavolo cash da 9-10 persone, ma tenete a mente che se non fate questo con altre mani la vostra coppia sarà telegrafata ed è poco probabile trovare molta azione quando flopperete il set a meno che non abbiate rilanciato, ecco perchè in tavoli short handed da massimo 6 giocatori dovreste sempre aprire con un rilancio con queste mani, anche da under the gun, a meno che i vostri avversari non stiano giocando particolarmente male e vi permettano di vedere flop poco costosi per poi pagarvi profumatamente.

I bui sono la posizione da cui più spesso le piccole coppie tendono ad essere giocate in maniera non corretta, in particolare quando si affronta un rilancio da un avversario in steal (bottone o cut-off) e a meno che gli stacks non siano davvero grandi dovreste controrilanciare contro un avversario la maggior parte delle volte e foldare alcune. Limitarsi a chiamare un rilancio con una coppia piccola in heads up è generalmente non profittevole, quindi non fatelo a meno che non stiate affrontando un rilancio di un giocatore in early position che con molte probabilità ha una grossa mano.

Quando giocate per il set, il denaro che perdete ogni volta che fate call, mancate il set e fate check-fold, necessita di essere recuperato quando invece centrate il set. Pensateci per un minuto. Supponiamo che vi troviate in posizione di big blind in un tavolo $1-$2 da massimo 6 giocatori e il bottone rilanci a $8. Le vostre carte sono 33 e chiamate gli extra $6 effettuando un check e fold ogni volta che mancate il flop. Ciò vuol dire che se ne vanno 7.5 X $6 e quindi quando centrate un 3 al flop dovete estrarre almeno $45 dal vostro avversario ogni volta, e questo giusto per il break even (pareggio) giocando la vostra piccola coppia in questo modo. Perchè mai dovreste farlo quando il bottone ha una gamma così alta di mani? Anche se ciò può sembrarvi palesemente ovvio, ricordate che anche il vostro avversario avrà bisogno di una mano reale perchè voi veniate pagati.

Certamente sto ignorando le volte in cui flopperete uno straight draw, per poi completarlo e venire pagati oppure le miracolose vincite allo showdown dopo che entrambi avete fatto check fino al river, ma queste sono situazioni davvero rare. Credetemi, state solo buttando via il vostro denaro giocando le piccole coppie in modo passivo in heads up e ricordatevi che a volte flopperete il set al flop con una piccola coppia e perderete, e quando succede perderete tanto. Per ora dovete capire che 7.5 a 1 non è asolutamente abbastanza. E' più un qualcosa tra 12 a 1 e 16 a 1 in correlazione alla situazione, ma ovviamente meno se siete certi che il vostro avversario abbia AA o KK.

Quasi tutti i giocatori hanno un'ampia e ragionevole gamma di mani con cui rilanciare dal bottone e dal cut-off ma folderanno la maggior parte di queste mani di fronte ad un re-raise. Inoltre, ci sono molte mani con cui chiameranno il re-raise ma con cui folderaano dopo il flop. Mani come AJ,AQ,KQ, piccole coppie e qualche suited connector verranno tutte foldate nel caso non centrino il flop, dando per scontato che siate abbastanza bravi da fare una continuation bet sul flop giusto, il che è un'altra ragione sul perchè dovreste controrilanciare dai bui contro la maggior parte dei giocatori per prendere il controllo del piatto. Dovete inoltre essere molto prudenti quando invece non è il momento per una continuation bet con la vostra piccola coppia non migliorata. Se siete ragionevolmente sicuri che il vostro avversario non folderà o che il flop lo ha aiutato allora il check-fold va bene. Non è vero che bisogna sempre continare un re-raise pre-flop con un'altra puntata al flop.

Quando ci sono dei call pre-flop e non siete nei bui va bene il call ma dovreste qualche volta rilanciare, specialmente dal bottone. Anche se venite chiamati, non avete bisogno di centrare il flop per trarne profitto e quando invece lo centrate la vostra mano sarà ben nascosta. Molte volte inoltre vincerete il piatto pre-flop. Dovreste quindi essere contenti di farlo molto. In tavoli da massimo 6 giocatori lo steal dei bui dovrebbe creare più del 25% del vostro profitto totale il che è un'altra ragione per giocare piccole coppie aggressivamente.

L'avversario

Conoscere la gamma di mani che il vostro avversario potrebbe avere è un enorme fattore decisivo sul come dover procedere con la vostra piccola coppia.

Supponiamo per esempio che vi troviate ad un tavolo $2-$4 NLHE. Avete 4-4 e rilanciate a $15 in posizione di cut-off. Il giocatore sul bottone controrilancia a $48. Entrambi avete uno stack da 100BB all'inizio della mano. Il giocatore sul bottone è un buon giocatore che gioca circa il 22% delle sue mani e non chiama quasi mai rilanci pre-flop. Ciò significa che la gamma di mani con cui il vostro avversario controrilancerebbe dal bottone è piuttosto ampia e per questa ragione dovrete foldare le vostre piccole coppie perchè non è profittevole giocarle per il set value. In una situazione del genere dovreste giocare solo coppie da 88 in su (anche 88 è al limite)

Prendiamo ora in considerazione un avversario diverso ma con lo stesso scenario. Questa volta l'avversario è più debole. Gioca circa il 35% delle sue mani ma rilancia pre-flop solo il 4% circa delle volte. Potete essere abbastanza sicuri che questo giocatore ha una grossa mano in questa situazione e potete essere anche abbastanza sicuri che non folderà una over-pair anche con un flop privo di draw. Contro questo giocatore potete chiamare il suo controrilancio pre-flop in quanto profittevole in caso di set.

Quando si affrontano due avversari (c'è stato un raise e un call) dovrete quasi sempre limitarvi al call con la vostra piccola coppia. Questo specialmente quando vi trovate nei bui, visto che al flop avrete la splendida posizione che vi permetterà di fare check sul giocatore che in pre-flop aveva rilanciato, in modo tale da poter poi chiamare con un piatto potenzialmente ingrossato una volta che la parola tornerà a voi. Detto questo, quando siete i primi a parlare e avete floppato il set contro più avversari qualche volta dovrete uscire puntando forte nella speranza di venire rilanciati, specialmente quando sul board si leggono molti progetti.

History

Anche se questo è un fattore meno importante rispetto agli altri, vale la pena tenerlo in considerazione in quanto man mano che salite di livello sempre più avversari terranno conto della vostra history, ossia di come avete giocato le vostre mani in passato (in particolare contro di loro) e saranno anche consapevoli di come voi potreste percepire la loro immagine al tavolo.

Se per un pò avete controrilanciato molto pre-flop, allora state attenti. Più controrilanciate, più aumentano le probabilità che il vostro avversario vi controrilanci a sua volta, 4 volte la vostra puntata per esempio; o per lo meno che chiami la vostra puntata e non se ne vada poi al flop. Questo è il punto in cui dovete pensare attentamente a tutti i fattori che ho già delineato e decidere quale delle opzioni disponibili è quella giusta. Chiamare, lasciare o rialzare, perchè contro giocatori con cui avete molta history qualsiasi scelta potrebbe essere plausibile ma una sola sarà la più ottimale.

Avete floppato il set, cosa fare ora?

Generalmente, dovreste sempre cercare di giocare i vostri set con le piccole coppie velocemente e facendo finire più soldi nel mezzo il prima possibile. E' sempre più facile estrarre chips al flop in quanto le puntate successive al turn e river sono rispettivamente segni più grandi di forza e guadagnano più rispetto.

Se siete stati voi l'aggressore pre-flop allora dovreste uscire puntando con il vostro set la maggior parte delle volte; ovviamente con dry flops (ndr - letteralmente "flop secchi", ossia dei flop chiaramente privi di draw) ogni tanto va bene fare check. In caso di flop ricchi di draw invece non dovreste quasi mai fare slow-play, non solo perchè il vostro avversario potrebbe chiudere il proprio progetto ma anche perchè può mettervi in un qualsiasi altro numero di mani che non sia la vostra monster, rendendogli davvero difficile il fold. Inoltre nei flop ricchi di draw alcune carte uccideranno la vostra azione (per esempio quando atterra un possibile flush draw) quindi puntate e rilanciate prima.

Quando floppate il set, se puntate e subite un rilancio è generalemnte una buona idea limitarsi al call . Se sospettate che rilanciare ancora vi farà perdere il vostro cliente limitatevi al call e al turn avrete a disposizione due scelte davvero ragionevoli. Potete uscire puntando ancora o potete fare un check raise. La scelta che farete dipende interamente da cosa pensate che il vostro avversario farà. Piuttosto spesso lui farà check al turn anche con top pair top kicker (una mano con cui la maggior parte dei giocatori dovrebbe essere in grado di non perdere tutto) ecco perchè puntare ancora è meglio.

Quando vi trovate fuori posizione e affrontate un raise pre-flop, il check-raise è l'approccio standard, ma contro un avversario particolarmente aggressivo va bene anche fare un check call e permettergli di bluffare ancora. Se avete ragione di credere che il vostro avversario ha una grossa mano allora non dovreste mai fare slow-play. Fate raise e re-raise fino a quando credete sia abbastanza per far finire tutte le chips dell'avversario nel piatto al flop.

Infine per favore non diventate uno di quei giocatori che fanno check raise del minimo e che poi puntano uno sproposito al river. Questo è esattamente come non fare i soldi floppando i set in quanto verrete letti facilmente e il vostro avversario se ne andrà dal piatto a buon mercato.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli