Il Gioco E' Vietato Ai Minori Di Anni 18. Il Gioco Puo' Causare Dipendenza. Gioca Responsabilmente

Strategia per lo Stud Poker: Considerazioni Strategiche per lo Spread Limit, Parte 1

Strategia per lo Stud Poker: Considerazioni Strategiche per lo Spread Limit, Parte 1 0001

Io scrivo solitamente di stud a limite fisso – principalmente $20/40 e $10/20. Sono queste le partite che tendo a giocare e che mi divertono. Ciò nonostante, come ho appreso da recenti email dei lettori, grande interesse è rivolto anche alla stratega per partite di stud a limiti più bassi come ad esempio quelle da $1-3 e $1-5 che sono molto più diffuse e frequentate anche nel formato spread limit.

Queste partite a basso livello sono, infatti, con buona frequenza spread limit e non prevedono l'ante. Le considerazioni strategiche sono pertanto piuttosto diverse da quelle per le partite strutturate alle quali sono solito prendere parte. Lasciate che prenda in considerazione alcune delle differenze partendo da una prospettiva generale per poi addentrarmi nello specifico del gioco in modo da fornire ai giocatori dello spread-limit una conoscenza profonda del gioco che i loro avversari potrebbero non avere.

Lo spread limit, a differenza della struttura con limite fisso, produce tipicamente piatti molto molto piccoli alla third street. Questo è il risultato diretto della struttura del gioco e dell'atteggiamento tattico della maggior parte dei giocatori.

La struttura richiede solo una piccola puntata forzata - solitamente $1 senza ante. Da questo punto in poi, chiunque può rilanciare per un ammontare che varia dal limite minimo a quello massimo dello spread limit. Pertanto, in una partita spread $1-5 i giocatori possono incrementare la puntata forzata da $1 portandola a $2, $3, $4, $5, o $6. Avranno la facoltà di rilanciare per qualsiasi importo tra $1 e $5 anche in tutte le successive street.

Ne consegue che il furto degli ante sia assolutamente inesistente. Non vale la pena rischiare i $5 del massimo dello spread per vincere un singolo dollaro. Basta confrontare questi valori con quelli di una partita sempre low-stakes ma con limite fisso quale potrebbe, ad esempio, essere un $3/6 con $.50 di ante ed $1 di puntata forzata. Con otto giocatori, un rilacio potrebbe vincere $5 nel caso tutti passassero. Un rilancio in una partita senza ante con struttura spread-limit $1-3 potrebbe al massimo vincere $1.

Questa piccola dimensione del piatto iniziale esercita una pressione che tende a ridurre l'aggressività del gioco. Molto frequentemente i giocatori tenderanno a chiamare la puntata forzata da $1 alla third street. Se decidono di rilanciare lo fanno spesso per soli $2 – che saranno facilmente ancora oggetto di call da parte di coloro che avevano precedentemente chiamato la puntata da $1. Questo schema d'azione tende a riproporsi anche alla fourth e fifth, con rilanci o puntate al massimo del limite che sono piuttosto insolite fino a che non vi sono mani completamente realizzate alla sixth street o al river.

Cosa comportano allora queste osservazioni?

Io avrei alcune raccomandazioni da fare al fine di poter sfruttare questi low-limit games. Io stesso mi sono dedicato a questo tipo di partite per racimolare qualche soldo quando non c'erano alternative in città.

Di base dovreste giocare in modo più passivo e loose di quanto fareste solitamente in un fixed-limit game. Più precisamente, giocate progetti di punto più di quanto fareste in una partita più ricca e strutturata. Siate leggermente meno aggressivi del solito. In generale tenete d'occhio il piatto quando decidete se giocare un fold, raise o call alla sixth e seventh street.

Se la partita alla quale state prendendo parte è una di quelle in cui i giocatori rilanciano raramente la puntata forzata da $1, potete giocare molte più mani di quanto potreste fare in una competizione più aggressiva. Potrete giocare qualsiasi progetto con tre carte a colore se ancora live senza badare al valore delle carte che lo compongono; scale con un gap e mani che in una partita convenzionale sarebbero da scartare. Quindi, ad esempio, se avete due grosse carte potete chiamare il $1 a dispetto della posizione che occupate al tavolo. Allo stesso modo, se avete un asso coperto, anche con null'altro potete chiamare la puntata da $1.

La chiave è la vostra capacità di passare queste mani se non migliorano alla fourth o fifth street.

Supponiamo che abbiate iniziato con un asso, dieci e cinque. Un due apre con il bring in, un giocatore passa e altri tre chiamano. C'è un giocatore che vi segue. Se il vostro asso e dieci sono ancora assolutamente live, continuate e chiamate $1. Lo fate nella speranza di ricevere un asso alla fourth. Nel caso ci riusciste, puntate o rilanciate il massimo. In questo modo tratterete la puntata della third street più o meno come un ante facendo partire il gioco vero alla fourth street. Il piatto sarà stato portato a $7. Quindi la vostra puntata da $5 alla fourth sarà come un rilancio alla third street in un fixed-limit game con ante.

Ho anche notato che le puntate tendono ad essere poco significative anche dopo la third street. Spesso i giocatori si limitano al check sia alla fourth sia alla fifth street. Se puntano lo fanno spesso per solo $1 o $2. Ampliando la gamma delle mani di partenza che giocate, scoprirete di avere frequentemente la possibilità di vedere due o anche tre carte per un call da $1.

In generale, potete giocare anche progetti a lungo termine in questo tipo di partite. Dovete però essere prudenti. Il vostro progetto deve essere per il punto migliore – non per la second-best hand, che vi intrappolerebbe. Ecco un esempio di gioco.

Voi partite con K-Q-3. Il piatto alla third non viene rilanciato e cinque persone chiamano. Alla fourth street un giocatore che ha un sette scoperto riceve un asso. Punta $5. Due giocatori davanti a lui chiamano. Non chiamate questa puntata anche se i vostri king-queen sono assolutamente live e anche se avete adesso tre carte dello stesso seme. Siete in svantaggio, probabilmente in grande svantaggio. Il vostro avversario potrebbe avere una coppia di assi. Il fatto che gli altri giocatori abbiano deciso di chiamare passivamente questa puntata non significa che voi dobbiate fare lo stesso.

Io provo sempre a giocare tre carte a colore sia alla third sia alla fourth street – a patto che vi siano molti giocatori sul piatto e le le puntate non siano troppo forti. Sono però pronto a passare quattro carte a colore se qualcuno ha raddoppiato la door card alla fourth o fifth.

Saprete certo che non si deve in genere giocare troppo forte con un progetto di scala ad incastro. Dovete però sapere che questo vale molto meno per questo tipo di partite. Se siete alla fifth street, ad esempio, e molti giocatori sono ancora in partita e il piatto è molto grosso, fareste bene a chiamare una puntata anche con un inside straight draw.

Diciamo, ad esempio che avete iniziato con una coppia di sette live ed un sei come kicker. Nessuno ha rilanciato alla third e sette persone, voi inclusi, chiamano la puntata. Anche se normalmente dovreste passare una mano di questo tipo al primo rilancio, in questo tipo di partite sapendo che non ci sarà troppa azione e che le puntate sono di basso valore, ha senso anche un call.

Alla fourth street trovate il cinque e le carte che vi servono per la scala e gli atri sette sono ancora assolutamente live. Chiamate la puntata da $2 di un giocatore che mostra J-4. Anche altri quattro giocatori chiamano. Alla fifth street vi viene dato un nove, che vi da la mano 5-6-7-7-9. Sia gli otto che i sette sono ancora assolutamente live. Un giocatore a cui è stato servito un asso punta $4. Tre giocatori chiamano. Lo fate anche voi vedendo che non ci sono mani che possano far sospettare un colore, una scala superiore o un full.

Alla sixth street non migliorate. Sembra nessun altro l'abbia fatto anche se quello con l'asso ora punta $5. Due giocatori chiamano. Dovete decidere cosa fare.

Se chiamate $5 continuate con un progetto di scala ad incastro. Con tutti gli otto ancora live c'erano quattro carte in grado di darvi la scala e, presumibilmente, la mano migliore. Avete visto 27 carte. 25 restano incognite. Quattro di queste 25 sono degli otto e pertanto avete possibilità di 21-a-4 per chiudere la scala. Due di queste carte sono dei sette che vi darebbero il tris e la possibile vittoria. Nel complesso avete possibilità di poco sotto il 3:1 per chiudere il punto vincente assumendo che abbiate letto correttamente l'avversario.

Il piatto vale $44 (sette puntate da $1 del primo round, $10 della fourth street, $12 dalla fifth street e $15 alla sixth street) – e vi da 9:1 per un call da $5. Ogni volta che vi viene offerto un ritorno economico migliore delle odds che avete contro la realizzazione del punto dovreste chiamare la puntata. Un call ha chiaramente senso anche se avete un progetto di scala ad incastro.

Come dimostrato, si può deviare dallo stile tipico tight-aggressive che adottate in partite convenzionali con limiti fissi. Il poker è un gioco che premia coloro che sanno adattare la propria tattica alle diverse condizioni. Nella seconda parte parleremo di un'altra modifica da apportare alla strategia per giocare in partite di stud low-stakes spread-limit.

SCOPRI DI PIÙ

Altri Articoli